Pisa, arrestato marocchino ubriaco. Fermo in autostrada senza benzina, intercettato dalla polizia

L'episodio sull'autostrada A 12 nei pressi di San Giuliano. Sull'extracomunitario pendeva una condanna di due anni per furto e guida in stato di ebbrezza

La polizia stradale di Lucca ha arrestato uno straniero su cui pendeva un ordine di carcerazione emesso, nel dicembre scorso, dalla procura di Pisa. È accaduto due notti fa, quando una pattuglia della sottosezione di Viareggio è intervenuta sull'A12, all'altezza di San Giuliano, dove sulla destra della carreggiata c'era una Mercedes ferma, con i fari spenti e nessun passeggero a bordo. I poliziotti si sono avvicinati all'auto e con le torce hanno illuminato la campagna circostante, notando, dopo pochi minuti, la sagoma di un uomo che si è avvicinato a piedi. Alla richiesta di chiarimenti, il 39enne originario del Marocco, che emanava un forte odore di alcool, ha farfugliato qualcosa, mostrando la copia della patente e facendo capire che gli era finita la benzina. Gli investigatori si sono insospettiti e l'hanno condotto in caserma, dove lui si è rifiutato di sottoporsi alla prova dell'etilometro. Ma gli è andata male, poiché la polizia stradale lo ha denunciato per ubriachezza, scoprendo pure che doveva scontare due anni di reclusione. Si di lui pendeva una vecchia condanna per furto e guida in stato di ebbrezza. Lo straniero è stato arrestato e ora si trova presso il carcere di Pisa.