Pisa, picchiano una turista russa per derubarla: arrestate 3 rom

A Pisa tre zingare sono state arrestate dalla Polfer dopo avere preso a pugni una turista russa per derubarla. Una quarta complice è ancora a piede libero

Prendono a pugni una turista russa per derubarla dei suoi averi e non contente di avere ottenuto la refurtiva, continuano a picchiarla. È successo ieri a Pisa, dove intorno a mezzogiorno tre donne rom hanno aggredito una turista nella zona della stazione centrale di Pisa. Dopo avere subito il furto, la vittima ha avvisato la polizia ferroviaria, prontamente intervenuta per arrestare le tre nomadi. Ma secondo il racconto della signora di nazionalità russa, all'appello mancherebbe ancora una quarta complice, a cui le forze dell'ordine stanno dando la caccia da diverse ore.

Per assicurarsi la refurtiva, le tre rom (due minorenni) hanno colpito a pugni la turista. Dopo essere stati avvertiti dalla stessa vittima dell'accaduto, la polizia ferroviaria ha bloccato immediatamente le tre zingare mentre cercavano di fuggire verso via di Quarantola.

Si tratta di una maggiorenne e due minorenni, di cui una 15enne e l'altra 13enne. Tuttavia, nonostante l'età, entrambe le ragazzine sono state ritenute valide compartecipi dell'esecuzione del reato, tenuto conto della determinazione e della violenza usata nei confronti della turista.

È stata proprio quest'ultima a raccontare del ruolo determinante avuto dalle due ragazzine per portare a termine il colpo, fortunatamente sventato dal tempestivo intervento della Polfer. Tuttavia, in base alla versione raccontata dalla donna di nazionalità russa, del gruppo di ladre faceva parte anche una quarta rom, abile a far perdere le proprie tracce.

La complice faceva da palo e attendeva le altre tre ladre nel sottopassaggio principale della stazione per "ritirare" la refurtiva. La maggiorenne e la quindicenne sono state arrestate e dovranno rispondere di rapina aggravata, mentre la tredicenne è stata affidata a una parente. Così, probabilmente, tornerà di nuovo a delinquere.

"Se queste ragazzine sono davvero sotto i 14 anni, allora vengano tolte dai giudici alle famiglie, semplicemente perché quesi genitori non sono in grado di garantire loro un'educazione adeguata e un mantenimento, visto che queste poverette sono costrette a rapinare e a colpire con violenza le loro vittime", accusa Roberto Calderoli della Lega, "Basta con regole che non valgono per tutti: chi delinque deve essere punito come chiunque altro in base alle nostre leggi e non restare impunito e, paradossalmente, poter continuare a vivere sulle spalle di quella comunità che poi viene pure derubata..."

Commenti

titina

Mar, 18/07/2017 - 10:22

Poi qualcuno dice che siamo prevenuti con i rom.

mariod6

Mar, 18/07/2017 - 10:36

Egr. Sig. Carotenuto, la zingara affidata ad una parente è già per strada a rubare, assieme alla parente. le altre due, se gli va male, saranno fuori oggi o domani per riprendere la sana attività di zingare ladre e protette dalla magistratura, dai sindaci e dalle organizzazioni di protezione dei Sinti, Rom e Camminanti. Nessuno però protegge gli italiani da questi criminali violenti e finanziati dalla politica dell accoglienza ed integrazione della sinistra.

Ritratto di Roberto_70

Roberto_70

Mar, 18/07/2017 - 10:41

Saranno fuori in tempi record. Se invece si andasse nel loro campo ROM obbligandoli, con le buone e con le meno buone, ad andarsene forse si farebbe un servizio di utilità sociale, e così ogni qualvolta al verificarsi di questi episodi.

justic2015

Mar, 18/07/2017 - 10:55

No comment.

Ritratto di mbferno

mbferno

Mar, 18/07/2017 - 10:56

Pisa,città rossa. Prendete e assaporatene tutti (purtroppo). Prima o poi qualcosa cambierà.

Ritratto di nando49

nando49

Mar, 18/07/2017 - 10:57

Ecco un'altra specie protetta (rom) dal buonismo delle leggi italiane. Sicuramente rischieranno molto poco con il solito giudice che applica la legge in modo garantista e le libererà dopo qualche giorno. Anche in questi casi l'espulsione, se sono straniere, sarebbe un deterrente, ma oggi la legge sull'espulsione non ha alcun effetto. Gli danno un pezzo di carta e non diciamo che cosa ne possono fare.

effecal

Mar, 18/07/2017 - 11:21

il pd è sempre più orgoglioso di queste piccole risorse così "vivaci" ed intraprendenti vero vanto dei buonisti radical chic

lupo1963

Mar, 18/07/2017 - 11:38

Prima c'erano i riformatori per i delinquenti over 14 , e quelli sotto tale soglia di eta' venivano sottratti a lle loro famiglie di criminali . Quando l'Italia era ancora un paese civile .

Ritratto di hernando45

hernando45

Mar, 18/07/2017 - 14:38

Fatti del genere succedono a DECINE ogni giorno in ogni citta d'Italia, ma il REGIME NASCONDE MINIMIZZA,GIUSTIFICA e fa sentire il cittadino un DELINQUENTE se denuncia !!! MEDITATE GENTE!!!

maurizio50

Mar, 18/07/2017 - 15:01

@liberoromano. Niente da dire oggi a proposito di quel che avviene a Pisa dopo settant'anni di regime comunista in salsa bulgara?????

Marzio00

Mar, 18/07/2017 - 16:08

Garantito che domani saranno nuovamente a mettere a frutto quello hanno imparato dalla loro kultura.

Anonimo (non verificato)

Ernestinho

Mar, 18/07/2017 - 18:46

Una lezione esemplare agli zingari! Questa è la loro vita!

Gius1

Mar, 18/07/2017 - 20:01

Hallo il sangue blu. lasciatele in pace , poverette. Fanno il LORO MESTIERE

Ritratto di saròfranco

saròfranco

Mar, 18/07/2017 - 23:03

Se la turista di nazionalità russa fosse, in qualsiasi modo, legata alla mafia russa, si potrebbero prevedere tempi duri per per le quattro rom, e magari anche per il resto del campo.

Martinico

Mer, 19/07/2017 - 06:11

Qualcuno mi spieghi dov'è la novità. Signori loro lo hanno come cultura. Non li puoi cambiare e neppure loro lo vogliono. Da sempre e ripeto da sempre i rom si occupano prevalentemente di furti. Dal momento che li accogli già sei in malafede perché metti, volutamente a rischio, l'incolumità dei cittadini.

brasello

Mer, 19/07/2017 - 07:04

e poi mi dicono che gli zingari non sono violenti, che rubano, sì, ma non fanno del male. poi vai a vedere che uno ruba un'auto e uccide volontariamente un vigile, un'altra ammazza una ragazza ficcandole un ombrello nell'occhio, ora ci sono le ragazzine che menano le donne per derubarle. cosa ci volete fare, uno si prende lo spazio che gli lasci libero. finchè tolleri, loro si prendono sempre più libertà. ah, già, dimenticavo, tutto questo non si può dire. la legalità e l'ordine sono concetti da fascisti......

Ritratto di Giancarlo09

Giancarlo09

Mer, 19/07/2017 - 08:45

Purtroppo queste delinquenti, buone solo a partorire altri futuri criminali dalla più tenera età, non potranno mai essere espulse per 2 motivi: 1) perché in Italia non c'è nessuno che si assicuri che gli stranieri indesiderabili vengano effettivamente allontanati/rispediti all'estero; 2) perché è probabile che pur non essendo italiane abbiano acquisito la nostra cittadinanza a causa di leggi scellerate e trattati internazionali varati negli ultimi 40/50 anni. Se queste particolari "risorse" anziché essere portate in commissariato venissero portate in un bel campo di rieducazione tipo quelli delle Corea del nord i loro simili abbondonerebbero il nostro Paese senza pensarci un secondo e noi vivremmo meglio finalmente liberi dalla loro esiziale presenza.