Pisa, violenze sui bambini del nido. Così è finita in manette la maestra

Le indagini hanno svelato abusi fisici e psicologici. Dalla donna insulti e minacce a bimbi da uno a tre anni. Sospesa la maestra arrestata e le altre due educatrici rimaste indifferenti di fronte alle violenze

Ha cinquantotto anni la donna che è finita in manette a Pisa, decana delle educatrici di un nido d'infanzia e accusata di maltrattamenti su bambini dagli uno ai tre anni. L'hanno arrestata i carabinieri della città toscana, che ritengono se la sia presa con nove diversi bimbi che gli erano affidati.

Ci sono una serie di intercettazioni video-ambientali a confermare le vessazioni, sia fisiche che morali, sui piccoli: schiaffi in faccia, sberle alla testa e persino un piatto rotto in testa a uno dei bambini, poi sculacciate fino a ridurli in lacrime.

Molti gli insulti e le frasi violente rivolte ai bambini. "Rincoglionito, oggi ti faccio del male", oppure "ti metto fuori al freddo, sei duro come il muro", "vai a piangere in bagno".

Le indagini erano partite a novembre dello scorso anno, dopo segnalazioni su una serie di presunti abusi. Le microspie e le telecamere installate hanno aiutato a dare sostanza alle accuse, che parlano di una condizione di soggezione psicologica e di sofferenza per i bambini. Per gli inquirenti il modo in cui la donna infieriva sui piccoli è "chiaro indice di una personalità sprezzante delle più elementari regole di comportamento".

Il Comune di Pisa, da cui dipende l’asilo, appena è venuto a conoscenza dei fatti, ha "pienamente collaborato" con l’autorità giudiziaria. Lo ha reso noto l’amministrazione comunale nel corso di una conferenza stampa tenuta dall’assessore alle politiche educative, Marilù Chiofalo, e dal dirigente dei servizi educativi Laura Nassi, sottolineando di "avere già sospeso l’educatrice arrestata e di avere avviato le procedure di sospensione disciplinare anche per le altre due educatrici che lavoravano nella stessa sezione". Il provvedimento a carico delle altre due maestre è stato preso dopo aver verificato dal video che le educatrici sarebbero state "indifferenti" ai maltrattamenti inferti ai bambini dall’arrestata. Allo stato, tuttavia, non risultano indagini penali a loro carico. Altre tre educatrici, di un’altra sezione, avrebbero informato il comune il 19 gennaio scorso, ma l’indagine nasce dall’esposto di un’altra dipendente, un’ausiliaria, presentato a novembre in procura.

Annunci
Commenti

exbiondo

Gio, 04/02/2016 - 11:11

la cosa più odiosa in questi merdai di asili è che ci vogliono le telecamere delle forze dell'ordine, le altre maestre e la coordinatrice non si accorgono mai di nulla. Come sempre, per le cooperative che li gestiscono non è importante il benessere degli utenti, l'importante è solo il danaro

veromario

Gio, 04/02/2016 - 11:31

con me non ci sarebbe stata nessuna denuncia,invece che in manette finiva dritta dal dentista,tanto sappiamo già come andrà a finire con la denuncia.

veromario

Gio, 04/02/2016 - 11:38

altro che in manette,con me sarebbe finita dal dentista tanto sappiamo come andrà a finire in italia con la denuncia.

Fjr

Gio, 04/02/2016 - 12:23

Obbligo di telecamere in asili e ricoveri per anziani, è' l' unica soluzione ,altro che privacy , prevenire è' meglio che curare , comunque sempre meglio avere anche un dentista o uno bravo in massilofacciale

Ritratto di frank60

frank60

Gio, 04/02/2016 - 13:38

Forse è immaturo!

Renee59

Gio, 04/02/2016 - 14:14

Tutta gente isterica che non dovrebbe essere in quel posto. I danni che provocano ai bimbi sono gravissimi, ed è lo Stato che si dovrebbe preoccupare di controllarli. Invece pensa solo alle tasse ed ai gay.

acam

Gio, 04/02/2016 - 14:45

nella mia classe c'erano baldari botti barbera e alcuni altri che de schiaffi e tirate d'orecchi ne prendevano tutti i giorni, ma erano 65 anni fa chi sa come stanno?

fiorerosso

Gio, 04/02/2016 - 15:56

perchè solo i domiciliari? Questa criminale dovrebbe marcire in galera o semplicemente, avere un trattamento simile dalle famiglie dei bambini! Non so quanti piatti in testa schiaffi e pugni bisognerebbe restituirle!

PerQuelCheServe

Gio, 04/02/2016 - 18:43

Donna ignobile, mi fa vomitare. Sorapttutto perché a differenza delle professioni impiegatizie, fare la maestra d'asilo di solito te lo scegli. Non ti piacciono i bambini? Vai a friggere il pesce in un fast food.

consimpr1

Gio, 04/02/2016 - 21:30

Le immagini viste sul notiziario delle venti, mi hanno letteralmente scioccato e profondamente rattristato, attivando in me un senso di giustizia, ma anche di violenza. Questa BELVA DEVE ESSERE UCCISA. Ripeto: QUESTA BELVA DEVE ESSERE UCCISA, senza pietà da parte di confessioni religiose, pensiero politico, od altre ideologie di qualsiasi tipo. Che i genitori si organizzino in merito.