Pittrice scomparsa, ex marito e figlio indagati per omicidio

Poco prima della sua scomparsa, la donna avrebbe avuto un litigio con l'ex marito

È scomparsa in circostanze misteriose lo scorso 9 ottobre. Di lei ancora nessuna traccia. La pittrice 64enne Renata Rapposelli si era recata a trovare il figlio malato a Giulianova, in provincia di Teramo. Durante il viaggio di ritorno, a circa 2 chilometri da Loreto, in provincia di Ancona, la donna sarebbe stata lasciata sola dall'ex marito Giuseppe Santoleri che la stava riaccompagnando a casa.

Questo sarebbe il racconto dell'uomo con il quale la donna avrebbe avuto un litigio poco prima della sua sparizione. Dopo un lungo interrogatorio, l'ex marito è stato iscritto nel registro degli indagati con l'accusa di omicidio in concorso con il figlio.

La pittrice sembra fosse molto religiosa e secondo alcuni anche legata a una setta, anche se fino a ora non è stato possibile avere conferme ufficiali. Mentre le indagini dei carabinieri sono ancora in corso, crescono i sospetti sulle responsabilità dell'ex coniuge e del figlio che continuano però a negare qualsiasi coinvolgimento nella scomparsa della donna.