Pluripregiudicato di Andria condannato per evasione fiscale

Il pluripregiudicato Francesco Recchia ha accumulato dagli anni Ottanta un capitale pari a un milione di euro

Il Tribunale di Trani, su richiesta della Procura della Repubblica, ha emesso una misura di prevenzione patrimoniale di confisca di beni mobili e immobili nei confronti di Francesco Recchia - già condannato per furto e ricettazione - e dei suoi famigliari.

I Carabinieri del comando provinciale di Bari hanno monitorato per diverso tempo lo stile di vita del pluripregiudicato. Dalle indagini è emerso che lo stesso, sin dai primi anni Ottanta, ha dichiarato sempre al fisco un reddito medio annuo pari a 7.000 euro. In realtà ha investito somme di denaro per un totale di oltre un milione di euro.

Diverse le destinazioni del capitale illecito. Dall'acquisto di un intero stabile ad Andria composto da due appartamenti di oltre 200 metri quadri ciascuno, a un ampio locale commerciale. Le varie acquisizioni venivano effettuate senza far mai ricorso a prestiti o a mutui bancari.

Recchia ora, sorvegliato speciale, è in attesa di giudizio.

Commenti
Ritratto di bandog

bandog

Mer, 13/06/2018 - 11:03

Adesso è diventato reato anche il saper investire???XD