Politici, manager, giornalisti. Tutti spiati dagli americani

Non è che sapere quei faldoni e quei file in un ufficio giudiziario mi lasci più tranquillo, in quanto alla loro pericolosità o uso distorto, di quando erano in esclusivo possesso dei fratelli Occhionero

Si allarga lo scandalo dello Stato spiato da due bizzarri e intraprendenti signori romani, Giulio Occhionero e la sorella Francesca Maria. Sono oltre ottantamila i computer e i telefonini personali messi nel mirino, e più di mille le intrusioni accertate. Oltre a politici - compreso come noto il premier Matteo Renzi - ci sono, si è saputo ieri, importanti imprenditori e direttori di giornale. Il capo del dipartimento della polizia postale è stato rimosso, di fatto licenziato: indagava da mesi su quella strana coppia ma non ha mai - mistero nel mistero - avvisato i suoi superiori. Un collega ieri in riunione di redazione ha usato un'efficace metafora per questo intrigo all'italiana fai-da-te nel quale i due presunti spioni non solo negano tutto ma fanno quelli che cadono dalle nuvole: sembra la trama di un film di 007 con Lino Banfi al posto di James Bond.

Le prime supposizioni non portano però ai servizi segreti di Sua maestà la regina ma alla Cia americana, o almeno da quelle parti. Vedremo, ma il rischio ora è un altro. Fino a che le informazioni carpite e i segreti personali acquisiti erano solo nella disponibilità degli spioni diciamo che la riservatezza nei confronti dell'opinione pubblica era paradossalmente garantita. Ora che tutto questo materiale è stato acquisito dall'autorità giudiziaria italiana, segretezza addio. Tra gli obblighi di legge (mettere a disposizione gli atti agli avvocati difensori) e le fughe di notizie riservate, guidate dalle solite manine misteriose, tutto o quasi diventerà pubblico, come insegna la recente storia delle inchieste condotte dalle nostre procure. E allora vedremo chi sarà messo alla gogna e chi salvato, quali segreti verranno usati nella lotta politica e a favore di chi.

Insomma, non è che sapere quei faldoni e quei file in un ufficio giudiziario mi lasci più tranquillo, in quanto alla loro pericolosità o uso distorto, di quando erano in esclusivo possesso dei fratelli Occhionero. Forse il mio è solo uno stupido pregiudizio ma, come si dice, a pensare male di solito ci si azzecca.

Commenti
Ritratto di riccio.lino.porco.spino

riccio.lino.por...

Gio, 12/01/2017 - 14:08

ah ma stai a vedere che questa storia è stata tirata fuori proprio per bilanciare il piatto delle spiate russe per babbare trump, e ale come ogni buon cane da riporto ... bau bau!

Mannik

Gio, 12/01/2017 - 15:45

Direttore, sbaglio, o ha qualcosa da nascondere?

Ritratto di Svevus

Svevus

Gio, 12/01/2017 - 17:29

Siamo una colonia come tutto il mondo spiati da spioni, controllati da spioni, derubati da spioni, rimbambiti dai padroni degli spioni. Occorre rivedere le alleanze cosiddette atlantiche e rispristinare al massimo la sovranità ! Tutto quello che è successoad esempio al Presidente B. è da ricondursi direttamente in quella direzione ! Basta riesanimare le copertine di un noto settimanale d' oltremanica....

Linucs

Gio, 12/01/2017 - 19:52

Di queste spie si parla. Su Shai Masot (coppolina) si tace. Potere della linea editoriale del 90% della stampa.

lupo1963

Gio, 12/01/2017 - 22:59

Ovviamente una notizia del genere desterebbe scandalo in un paese LIBERO.Capita invece che in un paese SERVO,in una provincia dell'impero,quelle buffonate di tg non dicano una parola sui fondati sospetti sugli americani ...

adal46

Gio, 12/01/2017 - 23:09

i cattivoni quindi non sono solo i russi?

Ritratto di trebisonda

trebisonda

Ven, 13/01/2017 - 11:13

No adal46 i peggiori sono gli americani e meno male che ci siamo liberati del guerrafondaio abbronzato,sperando che non faccia guai anche da ex...

alox

Ven, 13/01/2017 - 11:56

Sempre e tutta colpa degli USA; classica mania di persecuzione dei Paesi Social-Comunisti...

antipifferaio

Ven, 13/01/2017 - 15:33

Tutto ridicolo...che gli USA ci spiino, tra gli informatici, è una cosa arcinota. Il governo USA ha a disposizione (dalla Micosoft) le chiavi per accedere al microkernel di windows per cui entrare nei pc di mezzo mondo è un gioco da ragazzi. Non ditemi che gente tipo presidenti del consiglio vari non sanno queste banalità?...se è così siamo un paese da quinto mondo...

cir

Ven, 13/01/2017 - 16:04

alox , gli usa hanno una sola colpa : Quella do esistere.

Ritratto di EMILIO1239

EMILIO1239

Ven, 13/01/2017 - 17:11

Dott. Sallusti, mi scusi, non so come contattarla. Leggo il suo giornale da tantissimi anni. Vivo a la Habana. Ho letto quello che scrive un suo giornalista sulla vita cubana. Tutte notizie menzioniere e del medioevo. Gredo che il sig. Andrea Indiano parli e scrive su Cuba per sentito dire. Oggi l'argomento era i gay a Cuba....Roba da pazzi. Perchè non cita che in Italia il governo ha fatto leggi in loro favore. A Cuba una legge, su questo argomento, già esistente da anni?

Algenor

Sab, 14/01/2017 - 02:08

L'Italia ha cessato di esistere come nazione sovrana nel 1943: da allora quella che abbiamo chiamato Italia é stata solo una provincia imperiale a cui i conquistatori concedono un autonomia di facciata, pur continuando a governarla tramite una classe politica locale asservita, spiarla, manipolarla e servirsene per controllare il mediterraneo.

Ritratto di pravda99

pravda99

Sab, 14/01/2017 - 11:31

Guarda guarda...Tutti spiati tranne Berlusconi. Anche io faccio peccato a pensar male, Direttore Sallusti.

alox

Sab, 14/01/2017 - 11:59

@cir invece siamo qui: USA USA USA!

squalotigre

Sab, 14/01/2017 - 13:20

pravda99 - magari Berlusconi ha istallato delle contromisure efficaci per non permettere l'intercettazione. E come avrebbe potuto fare altrimenti, visto che è stato spiato anche quando si recava alla toilette e che la Procura non ha avuto nulla da dire quando, da Presidente del Consiglio, un paparazzo si è arrampicato su un albero per riprenderlo con un tele dentro la sua villa. Se avesse avuto un fucile lo avrebbe potuto uccidere. Ma siccome era Silvio, tutto era lecito e possibile. Lei è fissato con Berlusconi, si faccia ricoverare. La sua è una psicosi ossessiva.