Polizia dimentica bagaglio 230 grammi di esplosivo in aeroporto di Sidney

La valigia, destinata all'addestramento dei cani poliziotto, è finita nelle mani di una passeggera come "rimborso" per la sua borsa danneggiata

La polizia le regala una valigia come risarcimento per aver danneggiato il tuo bagaglio. Fin qui tutto bene. Ma la cosa inquietante è che dentro la borsa c'erano 230 grammi di esplosivo al plastico.

La storia è stata riportata dal Newcastle Herald. Un agente di polizia ha dimenticato una valigia contenente l'esplosivo nell'aeroporto di Sidney, il più trafficato scalo dell'intero continente oceanico con oltre 35 milioni di persone l'anno. Il materiale è stato trovato per caso quattro settimane dopo da una passeggera. La valigia, infatti, le era stata consegnata come risarcimento perché il suo bagaglio era stato danneggiato durante le operazioni di scalo. La signora, arrivata nella sua casa a Cessnock, a circa 150 chilometri da Sidney, ha aperto la valigia e ha trovato l'esplosivo. Appena ha scoperto il contenuto della borsa ha poi portato il materiale alla stazione di polizia più vicina.

Wayne Bunchon, comandante della polizia dell’aeroporto di Sydney, si è scusato con la signora ed ha assicurato che comunque l'esplosivo non era detonabile. Era, infatti, necessario per l'addestramento di un cane poliziotto che si sarebbe svolto lo scorso 14 agosto. "L’istruttore canino che inavvertitamente si è lasciato dietro questo congegno – ha aggiunto Bunchon – è stato identificato e sarà soggetto a formale investigazione di standard professionali".

Commenti

Cinghiale

Ven, 12/09/2014 - 11:54

AH! Però.

Giorgio Rubiu

Ven, 12/09/2014 - 17:06

SYdney, non Sidney!