Posta i treni su Youtube: in migliaia seguono i video

La storia dell'uomo che guarda passare i treni e li mette su YouTube

Nel film "Ragazzo di campagna", Renato Pozzetto alias Artemio ha l'abitudine di incontrarsi insieme agli amici di paese, per guardare i treni che passano. Questa scena, che pare possibile solo in un film comico, in realtà non è così inverosimile come può sembrare. In provincia di Pavia, a Mortara, c'è chi ama osservare i treni allo stesso modo ma a differenza di Artemio li filma anche e poi li posta su YouTube.

È la storia di un pensionato che, contrariamente a quanto si potrebbe pensare non ha mai fatto il ferroviere, eppure la passione per i convogli non gli manca. Ma, cosa ancora più insolita, è che ci sono altre persone a spartire lo stesso interesse voyeuristico dell'uomo. Altre migliaia di persone a giudicare dal numero di visualizzazioni che accumulano i suoi video su Youtube. Il video più popolare, un mix di convogli merci sulla linea Novara-Alessandria risalente a 7 anni fa, per un profano non tanto diverso da molti altri pubblicati ma evidentemente contenente qualcosa di speciale per chi se ne intende, è stato visto 101.206 volte.

"I treni e tutto quanto riguarda il mondo ferroviario - scrive Pontecurone - mi hanno da sempre affascinato. Youtube mi offre la possibilità di condividere questa passione". Di sé però Pontecurione non vuole parlare né apparire: infatti declina ogni richiesta di colloquio. "È schivo quasi asociale", dice chi lo conosce per averlo incontrato spesso alla stazione con la videocamera in mano. Nella sua collezione ci sono convogli di tutti i tipi: trasporto merci, diurni e notturni, cargo, cisterne, bisarche, tramogghe, ma non mancano i treni passeggeri: regionali, intercity, cuccette, persino Frecciabianca e Frecciarossa.

Dal 2007 a oggi ci sono stati eventi che l'hanno fatto gioire, come l'apertura sei anni fa del polo logistico intermodiale alla periferia di Mortara, che ha moltiplicato i passaggi dei merci, e altri luttuosi, come la dismissione nel 2010 della linea Mortara-Casale- Asti, alla cui condizione attuale di sfacelo nel giugno 2014 ha dedicato un bel documentario, girando per stazioncine abbandonate, vandalizzate, depredate e invase di sterpaglie.