Potenza, maxi furto all'ospedale: bottino da 800mila euro

Irruzione dei ladri nel reparto di Endoscopia Digestiva, razziati macchinari e medicinali. Nessun segno di scasso, scatta l'inchiesta

Clamoroso furto all’ospedale di Potenza. Spariscono due macchinari per le endoscopie e diversi medicinali, ingente il valore del bottino: le stime parlano di un colpo da almeno 800mila euro.

La triste scoperta l’hanno fatta i medici del reparto di Endoscopia Digestiva del “San Carlo”, l’ospedale del capoluogo lucano. Nella mattinata di ieri, i sanitari hanno notato che nei locali del reparto mancavano delle importanti strumentazioni. Due colonne endoscopiche, importanti macchinari utilizzati sia per le diagnosi che per gli interventi, erano sparite. In più mancavano anche alcuni dei farmaci utilizzati dalla struttura per i pazienti in cura.

Gli operatori non hanno potuto fare altro che, come riporta la Nuova del Sud, avvisare la direzione sanitaria, dare l’allarme e chiedere l’intervento della polizia. Dai primi rilievi, non sarebbero stati risultati evidenti segni di scasso.

Per tutta la giornata di ieri le attività del reparto sono andate a singhiozzo, costrette a procedere a rilento. Senza medicinali e senza strumentazioni, i medici della struttura sono stati costretti a limitare l’operatività del reparto.