Potenza, la strada dei record (negativi)

Taglio del nastro alla statale 585. Trent'anni per asfaltare tre chilometri con la "modica" spesa di 34 milioni di euro

Un manto stradale che ha fatto storia. Per i suoi numeri, negativi. Una strada costruita a passo di lumaca. Si tratta dei tre chilometr che collegano in provincia di Potenza, la strada statale 585 Fondo Valle del Noce (che attraversa la Basilicata lungo il fiume Noce) con Lauria, centro dell'hinterland lucano. A distanziarli solo pochi chilometri, come dicevamo, e 30 anni. Quelli passati dall'inizio alla fine dei lavori per attivare la bretella, progettata dieci anni prima.

I conti sono facili da fare: per ogni chilometro sono stati impiegati dieci anni. Parole di circostanza e ad effetto al taglio del nastro: “gap infrastrutturale” e ”opera strategica”. Peccato però che oltre alla beffa del tempo c'è anche quella economica. Sì, perché per la realizzazione del tratto stradale sono stati spesi di 34milioni di euro. Più di dieci milioni di euro a chilometro.
In realtà i lavori non sono nemmeno completati; sarà necessario, infatti, anche un altro appalto per riparare le parti danneggiati da atti vandalici durante gli anni in cui i lavori sono stati fermi. E, secondo fonti di stampa, sono, inoltre, previsti ulteriori interventi di manutenzione straordinaria per un costo di 2 milioni di euro.

Commenti

Martinico

Dom, 09/10/2016 - 08:47

Non è solo colpa dei politici ma anche di chi gli perette di continuare a fare politica. In pratica è colpa nostra. Non siamo migliori di chi critichiamo. Basta guardarci attorno.

Ritratto di stenos

stenos

Dom, 09/10/2016 - 10:11

Basilicata, nota regione a governo pd. Esempio di efficenza.

FRANZJOSEFVONOS...

Dom, 09/10/2016 - 11:20

MI PARE CHE IN BASILICATA IL PD E' PADRONE DI TUTTO.

Ritratto di orione1950

orione1950

Dom, 09/10/2016 - 12:02

Vi meravigliate? La SA-RC l'hanno incominciata nel '69 e non é ancora completata. Ma voi pensate a quanti disoccupati ci saranno al completamento dei lavori? Questo é il vero motivo dei ritardi mentre noi continuiamo a pagare l'assistenza a gente che fa un c@zzo

Martinico

Dom, 09/10/2016 - 12:09

caro FRANZJOSEFVONOS... E' e dovrà essere padrona di un bel emerito cxxxo. Tra non molto... Se il Popolo sovrano esiste ancora.

CrioDracul

Dom, 09/10/2016 - 12:22

Inutile stare a fare il gioco delle colpe,non risolve niente. Anni e anni e i casini e gli sprechi e gli intrallazzi sono avvenuti a destra e a sinistra. Appurato questo,va constatato che sprecare a questo modo denaro e tempo non giova certo al cittadino qualunque. Andrebbero messi al fresco senza poter uscire e obbligati a risarcire lo spreco. Dopo un po' ti passa la fantasia di fare giochetti,se sei sicuro che ti prendono e che passerai la vita a risarcire i danni che hai fatto per pura avidità.

CAPOFERRI50

Dom, 09/10/2016 - 16:26

i romani senza escavatori e gru..avrebbero impiegato molto meno...

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Dom, 09/10/2016 - 17:07

Di sicuro i governanti in tali posti erano vecchi democristiani magna magna (visti i risultati) oppure comunistardi incapaci (sempre visti i risultati). Chiunque sia stato, dovrebbe pagare di tasca sua. I soldi, e tanti, per comandare però non li avevano rifiutati.

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Lun, 10/10/2016 - 01:20

Questi si che sono automobilisti rispettosi del limite di velocità: piano piano sono arrivati veloci a papparsi un bel gruzzolo di milioni pari alle vecchie e care £it. 1936,27 x €uri 34.000.000. = 65,833.180.000 miliarduzzi in £ire italiane vecchio conio. Perfetto paradigma del CHI VA PIANO VA SANO E VA LONTANO ... CON I SOLDI.