Ma poter lavorare è un diritto

Signor candidato premier, la ringrazio per la sua gentile lettera. La sua tesi però continua a non convincermi, al netto che non abbia incontrato particolare ostilità in parlamento (purtroppo non ne incontrò neppure la sciagurata riforma Fornero sugli esodati). Non mi convince per tre ipocrisie. La prima è che chiedere se preferisci lavorare o no la domenica o il giorno di Natale è come porre il quesito se è meglio essere ricchi o poveri. Ovvio che no, ma ci farei un pensierino anche sul sabato (non per nulla il fascismo lo aveva trasformato in una giornata dedicata al regime, il famoso «sabato fascista») e perché no il giorno del compleanno tuo o di tuo figlio, dell'anniversario di matrimonio, del santo protettore, cioè di giornate che ci farebbe felice vivere in famiglia che tanto «ci pensa lo Stato». La vita reale è invece diversa, anche per me che da quarant'anni sono costretto a lavorare di domenica. Non sono felice per questo ma non vorrei vivere in un Paese che impedisce ai cittadini di essere informati un giorno alla settimana.

So di essere un privilegiato, ma in punta di diritto non vedo perché dovrei avere un diritto in meno (riposare la domenica) di una commessa. E qui vengo alla seconda ipocrisia. Una legge, o un principio, per essere tale deve essere erga omnes, cioè valere per tutti. Domenica a casa, quindi per chiunque: medici, infermieri, piloti, conduttori di treni, forze di polizia, guidatori di bus e metrò, baristi, ristoratori e, perché no, calciatori. Le sembra possibile? Io capisco che lei cerchi i voti dei purtroppo tanti giovani che il week end vogliono fare gli affari loro (a proposito: coi lavoratori delle discoteche e dei cinema come la mettiamo, facciamo deroghe?) ma capisce bene che un Paese non lo si può governare con queste ricette.

Terza ipocrisia. Lei è una persona, meglio una personalità, che costringe tanta gente a lavorare nei giorni festivi. Che lei non passa chiuso in famiglia ma a fare politica. I suoi assistenti, le forze dell'ordine che devono garantire la sua sicurezza, i cameramen, i fotografi, i giornalisti e i tecnici tv e web che lei inevitabilmente mobilita (e pretende di mobilitare) pensa che siano felici di seguirla in ogni angolo d'Italia per raccontare le sue gesta? Glielo dico io: no, ma sono persone che per passione o necessità lo fanno e non si lamentano. Perché sanno che non è il lavoro che deve venire da te ma sei tu a dovere andare dove e quando c'è e - se lo trovi - considerarti fortunato.

Mi creda, onorevole. Non è con la facile demagogia che lei amplierà il consenso del suo partito. Ma soprattutto - mi ripeto - non è uno Stato mamma che ci salverà. Di mamma ognuno di noi ne ha una e tanto basta. Semmai ci servono padri giusti ma severi che ci dicano senza giri di parole che tutti noi dobbiamo lavorare di più e meglio.

Commenti
Ritratto di Leonida55

Leonida55

Mer, 13/12/2017 - 16:04

Direttore, non lo faccia sapere ai sinistri. Per loro la parola lavoro non esiste, piace fare i parassiti.

puntovirgola

Mer, 13/12/2017 - 16:16

Direttore ha pienamente ragione, però purtroppo per aver i voti alle elezioni si storpia la realtà, tanto sanno che il 99% di elettori si fanno influenzare, anche perchè i sinistri ascoltano solo da un orecchio.

glasnost

Mer, 13/12/2017 - 17:46

Lavorano (?) anche quelli che fanno spettacoli in teatro o in TV.

Ritratto di elkid

elkid

Mer, 13/12/2017 - 18:11

-a proposito di demagogia-la madre di tutte le promesse elettorali è datata 24 febbraio 1994-è papy silvio che promette un milione di posti di lavoro-siamo alla discesa in campo-la prima campagna elettorale della seconda repubblica-ad aprile corregge il tiro- per il primo anno saranno solo 100 mila i posti di lavoro-epica anche la promessa del ponte sullo stresso di messina-la prima volta nel 1994- per la penna di vittorio feltri-“se berlusconi vincerà-realizzerà il ponte sullo stretto”-sapete quante volte berlusconi ha annunciato la costruzione di sto benedetto ponte tra il 1994 e il 2012 ?ben 17 volte-l'ultima il 23 giugno 2010-“il ponte sullo stretto di messina è un'opera epocale che si farà”-tra le varie promesse da mercante quale è-anche quella di ritirarsi dalla politica-fatta più volte-l'ultima a dicembre del 2012-“il 16 primarie per il mio successore”-morale della fiaba-ogni politico fa demagogia e spara le sue azz-ate per convincere il volgo a votarlo

Anonimo (non verificato)

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Mer, 13/12/2017 - 19:19

@Elkid - cosa c'entra ora tutta quella filastrocca, poco credibile, che è solo nella tua mente? Se dici che lui ha creato solo 100.000 posti di lavoro, con lo stesso metro dovresti dire che i tuoi "compagni" ne hanno fatti perdere 10 milioni. Si gioca a chi spara di più? Sempre faziosi, non c'è verso di farvi diventare onesti.

rrobytopyy

Mer, 13/12/2017 - 20:03

puntovirgola: i destri non ascoltano nemmeno da un orecchio.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Mer, 13/12/2017 - 23:08

@rrobytopyy - furbastro come una gallina, voi sinistri invece ascoltate tutto da un solo foro, peccato che sia quello posteriroe.

acam

Gio, 14/12/2017 - 04:59

"Di mamma ognuno di noi ne ha una e tanto basta. Semmai ci servono padri giusti ma severi che ci dicano senza giri di parole che tutti noi dobbiamo lavorare di più e meglio." vedi caro alessandro i padri sono passati di moda quando fu promulgata la legge di maggiore età a 18 anni. a volte educare un figlio non ne bastano 40 figuriamoci 5 o 6 con leggi che ti proibiscono le punizioni a freno dell'entusiasmo infantile e giovanile e dico freno non impedimento. le madri hanno vita piu facile se lo fanno possono cominciare ad educare a due anni, già quando il pargolo impara a dire no la la mamma ha 5-6 anni per insegnare cosa sono i doveri della vita al figlioletto, che se non li impara li sarà poi difficile in seguito. li é il periodo in cui i cittadini possono contribuire alla formazione dello spirito collettivo di una nazione.

acam

Gio, 14/12/2017 - 05:05

elkid Mer, 13/12/2017 - 18:11 da questo bisogna farsi dire quante cose ben fatte abbiano portato avanti i suoi pari, se non a costo delle tasche degli altri cittadini

Ritratto di vitoschepisi

vitoschepisi

Gio, 14/12/2017 - 11:20

Gentile Direttore, la mia riflessione va sul tempo che s'impiega a scrivere una lettera a Di Maio. Mi chiedo se ne valga la pena. Penso che sia tempo perso! Scrivere al niente è la stessa cosa. Meglio scriverla a Pinocchio o Pulcinella: almeno servirebbe a qualcosa se creasse gioia a sognatori e bambini.

Ritratto di elkid

elkid

Gio, 14/12/2017 - 11:23

---leo --traduco solo per te---in campagna elettorale è ovvio che i candidati facciano demagogia da quattro soldi --quella di di maio è una boutade né più né meno di quelle che spara a raffica papy silvio--non occorre soffermarsi più di tanto su queste false promesse---non occorre che i direttori dei giornali ci facciano addirittura degli editoriali prendendole sul serio--

Ritratto di mauriziogiuntoli

mauriziogiuntoli

Gio, 14/12/2017 - 11:52

Siamo in Italia, paese di santi poeti e navigatori, è vero, ma anche di tanti tanti idioti. Un pagliaccio assassino che riesce a scremare tutti gli idioti del paese e metterli in colonna verso la sciagura non si era mai visto. Fatto epocale. Dopo anni di Peppone e Don Camillo siamo arrivati al peggio del peggio. Gli idioti al potere.

Ritratto di adl

adl

Gio, 14/12/2017 - 11:55

Ho parlato della questione al mio amico DONATO DELLE BOMBOLE, operatore nel mercato dell'energia pulita, il quale ha gioito quando ha sentito che c'erano problemi nell'hub del gas dell'Eni in Austria, in quanto sperava di avere un' impennata di domanda di bombole del gas nel periodo natalizio. Lui che lavorerebbe, volentieri tutti i giorni di festa, è dell'avviso che l'idea di di Di Maio è teoricamente giusta, a patto che sia rispettata dalla grande distribuzione da GOOGLE AMAZON ALIBABA e compagnia, e che prima della questione chiusura di domenica, si riesca in parlamento a varare una legge tale che i giganti di internet paghino in Italia una FLAT TAX, almeno pari a quella dei contribuenti minimi, ovvero il 42% inps inclusa.

rrobytopyy

Gio, 14/12/2017 - 12:25

leonida55: se si riesce ad ascoltare dal foro POSTERIROE vuol dire che non è occluso. Il vostro invece....

Ritratto di enzo33

enzo33

Gio, 14/12/2017 - 13:46

Lavoro si lavoro no. In un paese che vive di turismo, commercio e artigianato, è lecito porre il quesito: lavorare-non lavorare di Domenica? o in altri giorni festivi?

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Gio, 14/12/2017 - 18:48

@rrobytopyy - o topo roberto, voi non solo ascoltate con tale foro, ma ci ragionate (si fa per dire) pure. Squallido individuo, sei così scarso che non ti accorgi neppure. Io non ti ho cercato, sei tu che da bulletto da 4 soldi hai parlato male di chi la pensa da cdx. vedi di stare alla larga, non fa per te, moscerino.

il gatto nero

Gio, 14/12/2017 - 18:50

@el kid. Da tutto quanto ella scrive, si configurano due cose : la prima in cui si intravede il suo odio atavico verso chi ha fatto qualcosa e lei niente. La seconda in cui vede che nonostante i vostri proclami, le vostre battute e le vostre speranza, il Cav. Sen. Dr. Silvio Berlusconi è ancora li a picchiarvi in testa. VI RODE vero ? Auguri al vostro fegato.

Anonimo (non verificato)

edo1969

Gio, 14/12/2017 - 21:25

ogni articolo di sallusti il cdx perde l’1% e a berlusca viene il mal di pancia

edo1969

Gio, 14/12/2017 - 21:26

Del Debbio presidente, Sallusti a lavorare in miniera

rrobytopyy

Ven, 15/12/2017 - 10:12

peccato, quando non si è in campagna elettorale Sallusti riscopre la sua vera identità di giornalista serio e preparato. Purtroppo in questi periodi scrive sotto dettatura.Sicuramente gli rode il fegato ma per la pagnotta sicuramente abbastanza sostanziosa questo e altro...

Fabio_74

Ven, 15/12/2017 - 11:53

Direttore Sallusti, lei pensa che si debba passare la vita a lavorare? Se lei preferisce lavorare di Domenica sono solo fatti suoi. Ci sono tante persone che non vogliono arrivare alla fine dei loro giorni e dire "Be' sì durante la mia esistenza ho lavorato e poi... fammi pensare, sì ho fatto altro, ma ora non mi ricordo e comunque ho lavorato eh... anche la Domenica eh... "

pilandi

Ven, 15/12/2017 - 16:22

@Leonida55 parassita ci sarai tu! Io lavoro 9 ore al giorno 5 giorni alla settimana...e non sono di un demente di destra.