Pozzuoli, l'ultima litigata di Paolo e Carla prima del gesto folle

Lei era incinta eppure frequentava un altro uomo. Lui era inaffidabile, un bambino mai cresciuto, quella nascita ormai vicina un peso insopportabile. Ora spunat un video che avrebbe fatto infuriare il marito

Lei era incinta eppure frequentava un altro uomo. Lui era inaffidabile, un bambino mai cresciuto, quella nascita ormai vicina un peso insopportabile. Pozzuoli, il giorno dopo. Chiacchiere e dolore, sorpresa e malelingue. Il giorno dopo, a Pozzuoli, c'è chi sospira e allarga le braccia, "Carla s'era stufata di problemi e colpi di testa, aveva un altro e voleva cominciare una nuova vita" e c'è chi giura che mai tra Carla e Paolo Mastropaolo sarebbe finita, lei lo amava troppo e sarebbe tornata, "erano fatti per stare insieme". Ci sono alcuni punti fermi e alcune voci, come quella su un video che ritraeva Carla insieme al suo presunto nuovo fidanzato e del quale Paolo sarebbe entrato in possesso lunedì mattina. La prova del tradimento, l'oltraggio al loro amore che lo aveva fatto schiumare di rabbia e lo aveva portato, di mattina presto, a vagare con aria sconvolta tra i palazzi e i baretti di piazza del Ricordo, prima di decidersi a suonare al citofono della casa della suocera, a due passi da lì, per convincere Carla a scendere: "Dobbiamo parlare".

Che il video esista oppure no, è questa la scena che descrivono i frequentatori di piazza del Ricordo ed è "un dialogo animato" quello che descrive Tony Di Somma, il titolare di un'agenzia di viaggio affacciata sulla piazza a Leggo.it, che lunedì verso le 10 è entrato nel bar lì accanto e ha visto Carla e Paolo seduti a un tavolino: "Facevano colazione, ci siamo salutati come sempre, due chiacchiere veloci. Litigavano? Non lo so, non direi. Ma all'improvviso si sono alzati e sono andati via di corsa, in modo frettoloso: una fretta che mi ha stupito".