Prato, sesso con l'allievo, spuntano i ricatti della prof

I genitori del ragazzo non hanno dubbi: "È stato circuito". La donna si difende e attende il test del Dna. Oggi i primi interrogatori

Si tinge ancor più di giallo il caso della professoressa di 35 anni indagata a Prato per atti sessuali con un suo allievo 14enne. "Se mi lasci racconto a tutti che il bambino è figlio tuo", è il testo di uno dei messaggi su Whatsapp, trovati nello smartphone del ragazzino, e ora al vaglio degli inquirenti sotto la lente di ingrandimento di un perito della procura. Una minaccia, un ricatto, forse l’ultimo disperato tentativo della donna di non perdere quella relazione morbosa che ha sconvolto un’intera città.

Intanto nelle prossime ore, come scrive La Repubblica, è atteso il risultato degli accertamenti sul Dna del bambino avuto dalla professoressa cinque mesi fa. Sapere di chi sia quel figlio potrebbe far luce su questa vicenda dai contorni oscuri. Il bimbo è del ragazzino che ha raccontato ai genitori del ricatto della sua insegnante privata, o del marito della donna, come sostiene il suo avvocato? Oltre a ciò il procuratore Giuseppe Nicolosi è pronto ad ascoltare i due protagonisti della vicenda, già oggi potrebbe toccare alla donna.

"Dirà tutto al magistrato – ha detto il suo avvocato che nelle scorse ore aveva chiesto questo interrogatorio - ma tanti aspetti devono essere verificati ci auguriamo in tempi molto rapidi, per evitare che sia travolta da uno stillicidio di voci. Il figlio? Non vogliamo dire nulla prima di aver parlato con gli inquirenti". La donna, sempre secondo quanto riportato dal suo legale, contesta ogni accusa e attende con impazienza il test del Dna in bilico fra l’ansia e la voglia di mettere fine a tutte queste voci sul suo conto.

Secondo l’accusa i primi abusi sarebbero partiti un anno e mezzo fa, dopo che la donna si era offerta di dare ripetizioni di inglese al ragazzino. Le lezioni sarebbero poi sfociate in approcci insistenti, fino a quando tra i due sarebbe nata una relazione. Alcuni mesi fa, infine, l'arrivo del bambino.

Commenti

Giorgio5819

Lun, 11/03/2019 - 11:16

...una deficiente infoiata che non conosce gli anticoncezionali ?... messa malino eh ?

BALDONIUS

Lun, 11/03/2019 - 11:33

Urca! anche in Italia abbiamo il nostro piccolo Macron!!!

Ritratto di Civis

Civis

Lun, 11/03/2019 - 13:41

Vedrete, il DNA non è né del ragazzino, né del marito.

luciano32

Lun, 11/03/2019 - 13:56

CHI A 14 ANNI NON PUNTA UNA PROFESSORESSA SE DISCRETA?? SEPOLCRI IMBIANCATI. IO ALLA MIA GUARDAVO LE GAMBE SOTTO LA SCRIVANIA (era aperta) MA A QUEL TEMPO (sono 86 ebnne) SI SOGNAVA E BASTA

Malacappa

Lun, 11/03/2019 - 14:17

Ma perche' non e' toccato a me il ricatto,Civis credo che tu abbia ragione

schiacciarayban

Lun, 11/03/2019 - 14:20

Ai miei tempi, farsi una prof di 35 anni sarebbe stato un mito!

Ritratto di oldpeterjazz

oldpeterjazz

Lun, 11/03/2019 - 15:05

L'avessi avuta io, a 14 anni, una storia con la prof !!!

Dordolio

Lun, 11/03/2019 - 17:14

Solitamente contesto Shiacciarayban.... ma stavolta credo che nessun maschio adulto, intellettualmente onesto, potrebbe dargli torto!

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Lun, 11/03/2019 - 17:48

Concordo con Dordolio, sulla nave scuola.

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Lun, 11/03/2019 - 17:56

Ma durante l'amplesso, parlavano in inglese? Oh, yes, yes, yees, yeeees...

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Lun, 11/03/2019 - 18:03

Io alla prof. le darei un attestato di benemerenza.

Ritratto di Menono Incariola

Menono Incariola

Lun, 11/03/2019 - 18:47

...Oh, my GOOOOOOd!

Ritratto di Menono Incariola

Menono Incariola

Lun, 11/03/2019 - 18:53

Con i tempi che corrono, certe cose andrebbero invece incoraggiate... Almeno se si vuole invertire la denatalita'... Meglio certamente questo che un' "educazione pro omofilia" (il "gender" non mi piace, non si era capito?) o peggio importare dei fancazzisti fuorilegge, basta solo guardare altri articoli oggi qui pubblicati...

pastello

Lun, 11/03/2019 - 19:07

Ragazzini fortunati. Da invidiare. Il resto sono ciacole

lorenzovan

Lun, 11/03/2019 - 19:38

LE NAVI SCUOLA SONO SEMPRE STATE BENEMERITE AI TEMPI CHE FURONO...LOLOLOLOLOLO

ziobeppe1951

Lun, 11/03/2019 - 20:01

Bisognerebbe istituire in ogni scuola, lezioni pratiche di educazione sessuale..tranne naturalmente quelle contro-natura