Si sente solo e prende un cane da compagnia. Poi i maltrattamenti

L'ennesimo episodio di violenza ai danni di un cane. Denunciato un giovane di Locate Triulzi

Prende un cane perchè si sente solo, ma non è capace di dargli amore. Ancora una volta la crudeltà umana non ha limiti.

Il protagonista di un altro episodio di violenza sugli animali è un ragazzo di Locate Triulzi. Dopo aver preso un cane per cercare di "sentirsi meno solo", ha iniziato a maltrattarlo. La violenza assurda del giovane ha attirato l'attenzione dei vicini che hanno denunciato il fatto alla polizia. I testimoni hanno raccontato di essere stati presenti durante i maltrattamenti e le scene "facevano venire i brividi". "Il cane guaiva dal dolore - spiega un vicino - ma lui non si fermava. Non sentiva ragioni".

Ma il drammatico racconto non finisce qui. Alcuni testimoni hanno raccontato che spesso lo incontravano durante le passeggiate e avevano notato che quando il cane si agitava, lo "lanciava in aria". Poi lo colpiva con calci e pugni finché il cane non si accucciava a terra.

Una volta dato l'allarme, l'uomo è stato raggiunto dalla polizia locale e dall'Oipa (organizzazione internazionale protezione animali) ed è stato portato in caserma. Il giovane di Locate ha confermato alla polizia i maltrattamenti e si è giustificato spiegando che il cane aveva fatto alcuni danni in casa. Le assurde spiegazioni non hanno scagionato l'uomo che è stato denunciato dalle guardie zoofile. Viste le gravi vessazioni fisiche e psicologiche subite, il cane è stato sequestrato dall'Oipa.