Preso ma di nuovo scarcerato. Impunito il rapitore di bimbi

Il pm non ravvisa i termini per l'arresto del clandestino. Dopo la nostra denuncia Orlando ordina accertamenti

Ragusa Per la seconda volta nel giro di pochi giorni Lubhaya Ram, l'indiano 43enne con precedenti per droga e ricettazione e irregolare sul territorio italiano che il 16 agosto ha tentato di rapire una bambina di 5 anni in spiaggia a Scoglitti (Ragusa), è libero di girare a suo piacimento persino nei luoghi in cui è maturato il delitto di cui è accusato. Indagato ma libero, ha lasciato la caserma dei carabinieri di Vittoria (Ragusa) intorno all'una del mattino di ieri, dopo un interrogatorio fiume dinanzi al sostituto procuratore di Ragusa, Giulia Bisello, il capitano dei carabinieri Luca Armao, e il suo avvocato d'ufficio, Biagio Giudice.
«Sono innocente», ha detto, e lo ha ribadito più volte. Ed evidentemente la sua versione dei fatti ha convinto il magistrato che ha ritenuto che non siano emersi elementi nuovi rispetto a quelli raccolti dai militari dell'Arma dopo l'arresto di martedì scorso per tentato sequestro di persona e sottrazione di minore tali da giustificare una misura cautelare nei confronti dell'indagato. Ram è a spasso per la seconda volta tra l'incredulità e la rabbia della gente.
Il caso è stato portato a conoscenza del ministro della Giustizia Andrea Orlando, che ha chiesto all'ispettorato del ministero di avviare gli accertamenti preliminari in merito alla vicenda e ha anche assicurato di voler rispondere alle questioni che il Giornale, nell'editoriale-lettera aperta di sabato a firma del direttore Alessandro Sallusti. Il punto per il pm, lo stesso che dopo il fermo da parte dei carabinieri per il tentato rapimento ha rilasciato l'indiano a piede libero dopo solo 24 ore di carcere in attesa dell'udienza di convalida, resta sempre quello: un reato allo stato di tentativo non consente nel nostro sistema un provvedimento di fermo, nemmeno se si tratta di un delitto di spessore come il sequestro di una bambina. Intendiamoci, il fermo non si può convalidare ma si sarebbe potuta chiedere una misura cautelare meno restrittiva nei confronti dell'indagato, cosa che il sostituto procuratore non ha inteso fare non ravvisandone gli estremi.
La piccola ricordiamolo stava rientrando dal mare coi genitori e loro amici quando l'indiano, dopo essersi avvicinato con aria affabile al gruppo tanto da non insospettire nessuno, l'ha tirata a sé, l'ha presa in braccio ed è fuggito via. Dopo qualche attimo di disperazione, i genitori lo hanno inseguito e il papà è riuscito a raggiungerlo e a strappargli dalle braccia la figlioletta. Ma il tutto sarebbe durato poco secondo l'indiano che avrebbe percorso «solo» una decina di metri e senza mai sfuggire al campo visivo dei genitori. Il reato è classificato come tentato, cosa che alleggerisce la posizione dell'uomo.
«Il mio assistito ha risposto a tutte le domande del pm ha detto l'avvocato Giudice - Ha spiegato ogni dettaglio della triste vicenda. Non era sua intenzione rapire la bambina. Si è trattato di un fraintendimento». Altro che, secondo i genitori, sentiti anche loro sabato sera. Hanno rivissuto i momenti di terrore, confermando il rapimento. E ci sono anche parecchi testimoni, che sono stati sentiti, che confermano che l'indiano se ne sia corso via con la piccola. Si attende adesso l'avviso di conclusione delle indagini per conoscere i dettagli dell'interrogatorio e come Ram abbia giustificato le sue azioni. Il suo legale si dice certo che tutto sarà spiegato in sede di processo. E vista l'attenzione mediatica che ha attirato la vicenda, potrebbe essere chiesto presto il giudizio immediato.
Ma nel frattempo l'indiano dove sarà? Non avendo fissa dimora i carabinieri lo hanno cercato per due giorni quando il pm ha deciso di interrogarlo, con dispendio di energie e risorse preziose. E, ciliegina sulla torta, si da il caso che proprio oggi scada il decreto di espulsione a suo carico emesso un anno fa dal questore di Ragusa. A questo punto l'uomo potrebbe anche decidere di ottemperarlo e andarsene via dall'Italia. Ad ogni modo sarà cercato di nuovo per essere accompagnato in un centro di identificazione ed espulsione.

Commenti

honhil

Lun, 22/08/2016 - 08:49

“Ad ogni modo sarà cercato di nuovo per essere accompagnato in un centro di identificazione ed espulsione”. La Giustizia italiana è tutta una barzelletta. Una ridolinata. Si rilascia, per poi ricercarlo. Adesso è chiaro del perché c’è sempre carenza nelle forze dell’ordine: sono sempre alla ricerca di chi la Legge un minuto prima ha rilasciato. E non perché la mano destra non sappia cosa faccia la sinistra, ma perché una toga rilascia e un’altra subito dopo ne attiva la ricerca. Ma è tutto a posto: è l’effetto della più bella costituzione del mondo! Che poi sia un effetto drogato, pazienza. Gli italiani del resto sono dei pazienti asini da soma.

Ritratto di BenFrank

BenFrank

Lun, 22/08/2016 - 09:04

In Germania questo tipo non sarebbe andato bellamente a passeggio delinquendo. Dopo il decreto avrebbe soggiornato in un centro-espulsione fino al momento del rimpatrio, senza più andarsene per i fatti suoi, oltretutto non sarebbe servito un anno per la procedura, ma poche settimane e, dopo il tentato rapimento, avrebbe soggiornato in carcere fino al giorno dell'imbarco per il paese delle vacche sacre.

Coolpix

Lun, 22/08/2016 - 09:17

Chissà come sarebbe stato il giudizio del magistrato, se per caso fosse stato/a un suo famigliare o conoscente?

Ritratto di lurabo

lurabo

Lun, 22/08/2016 - 09:42

non ci salviamo più!!!!!

Ritratto di Mario Galaverna

Mario Galaverna

Lun, 22/08/2016 - 09:57

Tranquilli, sono le stesse argomentazioni per cui i rom NON rapiscono bambini, a tutt'oggi nessuno di loro è stato condannato nonostante le denuncie. Ergo, il fatto non sussiste. Sicuramente qualche baldo psicologo della difesa dirà che il suo era un bisogno di esternare la paternità affettiva o che la bimba gli ha ricordato sua figlia lasciata in patria. L'importante, carissimi, è l'allenamento sui 100m piani alla Bolt, per far si che rimanga SOLO UN TENTATIVO DI RAPIMENTO.

Angelo664

Lun, 22/08/2016 - 10:02

Primo : Non credere ad una sola parola di un Indiano. Mentono su tutto a priori. Secondo : Uno prende anche solo in braccio una bambina senza il permesso dei genitori cercando di allontanarsi e pure di corsa per me è rapimento, non tentativo. E' stato tentativo per il semplice fatto che il padre non lo avesse raggiunto sarebbe diventato tale e magari adesso staremo cercando uno stupratore assassino. Poi questo individuo ha spiegato che cosa stava facendo ? Come ha fatto un nostro giudice a stabilire che non stesse facendo nulla di strano ? Uno prende una bambina non sua e tutto è regolare ??? Ma stiamo scherzando ? Qui si entra in gioco la responsabilità dei giudici. Se dovesse rapire e stuprare le figlia del giudice sarebbe lo stesso ? O di qualche politico ?

Ritratto di MLF

MLF

Lun, 22/08/2016 - 10:06

Ah si dichiara innocente... ha percorso SOLO poche decine di metri con la bambina in braccio... non voleva rapirla... no, infatti voleva probabilmente solo stuprarla e poi cederla ai suoi compari. Cosucce cosi', consentite dalla sua religione. Suvvia, dobbiamo accettare queste differenze "culturali" delle risorse illegalmente in suolo italiano. Mica vogliamo essere tacciati di razzismo...

chicasah

Lun, 22/08/2016 - 10:19

evidentemente c'è qualcosa che non quadra .Ci vuole tanto a correggere l'errore?

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Lun, 22/08/2016 - 10:20

Questo è il risultato di un settantennio di strafalcioni retorici sulla resistenza, l'antifascismo ed il dovere di reinserire, non punire!, il reo nella società alla cui sicurezza ha attentato. Godetevi la "costituzione più bella del mondo" con relativo corollario giuridico.

clz200

Lun, 22/08/2016 - 10:25

Non è che abbiamo altri interessi economici con l'India per cui gli ridiamo i marò e proteggiamo gli indiani residenti e no in Italia? almeno che sia intimata a Ram la residenza nell'ambasciata indiana almeno sappiamo dov'è

Ritratto di giesse

giesse

Lun, 22/08/2016 - 10:35

Quanta attenzione hanno i nostri amministratori ( questa volta della giustizia ) per un indiano. Mi vengono in mente i due marò, non sarà che i nostri vogliano dare agli indiani una lezione di comportamento? In fondo questo signore è solo stato espulso da un anno, poverino! E poi ha solo tentato, quindi deve stare in libertà ed eventualmente tentare ancora. Non ha fissa dimora, Santo Cielo, dobbiamo vergognarci. Bè speriamo che decida di autoespellersi così siamo tutti a posto. Allegria e Saluti. Sergio

Libertà75

Lun, 22/08/2016 - 10:41

Sono individui sub umani come questo che favoriscono il razzismo e purtroppo minus habens che ci governano guardano altrove

Gaeta Agostino

Lun, 22/08/2016 - 10:43

Ma siamo proprio lo zimbello del mondo. Ma ci chiediamo con quale autorità vogliamo imporre le nostre ragioni in sede internazionale, quando nel nostro paese, chiunque può delinquere indisturbato e impunito. Tentato rapimento? ma che scherzi sono questi, il mentecatto l'ha presa, fuggito, catturato, quindi gli è stato impedito di perpetrare nel reato, e lo chiamano tentato rapimento. A quel magistrato gli toglierei la toga e il diritto di esercitare qualsiasi lavoro. Ai legislatori li manderei ai lavori forzati per aver partorito leggi solo a favore dei delinquenti.

patrenius

Lun, 22/08/2016 - 10:49

Purtroppo non c'è niente da ridere. In Italia la legge è fatta per proteggere i delinquenti, e in più i magistrati hanno un debole per gli immigrati. Chissa se il risultato sarebbestato lo stesso se...

conviene

Lun, 22/08/2016 - 10:55

A me risulta che sia già stata fissata la data (questa settimana)per il processo per direttissima, almeno ditelo. La legge per me è un obbrobrio, dovrebbe prevedere l'arresto e la detenzione sino al processo perché non vi è nulla di più condannabile di un tentativo di rapimento di un bambino. Ma se questa è la legge i magistrati devono applicarla. Purtroppo.

Ritratto di ITALIASETTIMANALE

ITALIASETTIMANALE

Lun, 22/08/2016 - 11:04

QUESTO MAGISTRATO(!!!!?????) LO HA FATTO SOLO PERCHE' SIPARLASSE DI LUI E VOLEVA L'ATTENZIONE DEI MEDIA QUESTA CASTA CORROTTA PIU' DEI POLITICANTI HA IN MENTE SOLO L'APPARIRE E NON LA GIUSTIZIA E LA LEGALITA'

Rotohorsy

Lun, 22/08/2016 - 11:08

No. Non ci salviamo più. Meglio metterci una pietra sopra all'Italia.

DuralexItalia

Lun, 22/08/2016 - 11:10

Ribadisco il concetto espresso in un altro post: pur ammettendo che il PM abbia agito nella piena applicazione della Legge, è l'interpretazione di questa o meglio ancora il fatto che essa (la norma) permetta tali interpretazioni, consentendo la liberazione di un soggetto che crea allarme sociale, visti anche i precedenti penali e l'espulsione vigente, ha creare sconcerto nella pubblica opinione. Se c'è difetto nella norma essa deve essere sanata dal legislatore, se al contrario c'è stata interpretatio legis in maniera non consona, saranno gli organi deputati ad intervenire. Se tutto è in regola se ne prenderà atto. Tutto qui.

VittorioMar

Lun, 22/08/2016 - 11:18

....quello che evidentemente non considerano,è il danno economico causato da queste "SAGGE" decisioni e.... di immagine!!!

Ritratto di Alsikar.il.Maledetto

Alsikar.il.Maledetto

Lun, 22/08/2016 - 11:23

Oh Armonico Ordine Celeste! Che goduria che è diventata l'Italietta, piccina patria dei Diritti! Che antifrastica goduria...

Ritratto di elkid

elkid

Lun, 22/08/2016 - 11:33

-----tutto dipende anche da come viene raccontata la storiella----su alcuni giornali vi è scritto che l'indiano---facendo appunto l'indiano lol---ha preso in braccio la bambina per una ventina di secondi fingendosi un amico della comitiva --ma non è andato via--quando si sono accorti che nessuno della comitiva lo conosceva-gli hanno tolto la bambina dalle braccia---che reato sarebbe questo?---la legge--per fortuna o per sfortuna a seconda dei casi---punisce i fatti e non le intenzioni--altrimenti finiamo dritti dritti in situazioni da Minority Report---hasta siempre

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Lun, 22/08/2016 - 11:48

#conviene - 10:55 Achtung! Sta parlando della legge scritta dai suoi kompagni!

pierre alain

Lun, 22/08/2016 - 11:51

ma sto PM lo e ho lo fa???? tentativo di rapimento, ma finaliuzzato a che scopo?????rapisce una bambina per quale motivi, soldi ho pedofilia. questo sono due agravanti che fanno scattare l arresto, inoltre oltre al tentativo di rapimento si aggiunge quello di sequestro di persone. percio a ragione Orlando ad aprire un indagine;la legge dice che dal momento che impedisce a una perzsona il libero movimento, cioe diventa una sequestro di persone; caro pm e Procuratore capo perche questa persqone e ancora libera??????????????????????????????????????

exioba

Lun, 22/08/2016 - 11:56

In questo caso la legge è stata applicata alla lettera, ma in quanti altri casi così non è stato ed il giudice non ha subito nessun tipo di conseguenza? Non si sarebbe potuto non applicare alla lettera la legge e, "sbagliando" togliere un soggetto di probabile pericolosità dalle strade?

DuralexItalia

Lun, 22/08/2016 - 11:59

Errata corrige: " a creare sconcerto..." e non "ha"... chiedo venia.

Coolpix

Lun, 22/08/2016 - 12:05

In poche parole...i magistrati a volte applicano la legge, a volte la interpretano, insomma fanno ciò che vogliono.Punto.

Ritratto di Margherita Campanella

Margherita Camp...

Lun, 22/08/2016 - 12:14

Il sistema giudiziario italiano è garantista dei diritti (diritti?)dei delinquenti e quasi mai del diritto delle vittime di essere difese. C'è solo da augurarsi che una simile tragedia tocchi al magistrato, al difensore di questo schifoso e quella classe politica che vuole imporci "la grande bruttezza dell'integrazione". Certe cose c'è chi le capisce solo quando le sperimenta sulla propria pelle.

Ritratto di Raperonzolo Giallo

Raperonzolo Giallo

Lun, 22/08/2016 - 12:26

Ora manca solo la casa e il sussidio per la risorsa. Immagino che i compagni provvederanno presto.

Ritratto di Mario Galaverna

Mario Galaverna

Lun, 22/08/2016 - 12:39

elkid, che un perfetto sconosciuto, barbone, senza fissa dimora e pure col foglio di via, prenda in braccio una bambina anche solo per venti secondi, spacciandosi per conoscente, è UN FATTO che ipotizza scenari criminali della peggior specie. Che sia riuscito pure a giustificarlo presso un magistrato e a convincerlo della sua buona fede è qualcosa che trascende l'umana comprensione per entrare nella follia leguleia. Ti rendi conto che in venti secondi e con un solo dito poteva rovinare quella bambina per sempre?

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Lun, 22/08/2016 - 12:53

@Elkid: ma glia specchi di casa sua sono tutti rigati? Riesce a vedere fuori? Scenda per favore. Ma perchè non viene immediatamente espulso, invece di rilasciarlo per la seconda volta (e mai più ritrovarlo magari), visti i reati precedenti, oltre a questo e al vecchio decreto di espulsione. A questa domanda che rispondono i magistrati? C' è una legge ad hoc anche per questo? Elkid che mi risponde?

LAMBRO

Lun, 22/08/2016 - 12:54

STANNO GIA' GIRANDO LA FRITTATA : IL GIUDICE NON HA MOTIVATO DICENDO "CHE TANTO NON GLI ERA RIUSCITO"? LO HANNO RILASCIATO PERCHE' CI RIPROVI? ED IL FOGLIO DI VIA A COSA SERVE... PER WC? E NON SI VERGOGNANO....PROTESTANO PURE!

Ritratto di marco piccardi

marco piccardi

Lun, 22/08/2016 - 12:56

in itaglia le leggi non si applicano, si interpretano.

Cheyenne

Lun, 22/08/2016 - 13:43

i magistrati quando vogliono le leggi se le inventano v.concorso esterno

Berna

Lun, 22/08/2016 - 13:44

Penso e spero che qualcuno di Scoglitti sappia cosa fare.

elpaso21

Lun, 22/08/2016 - 13:50

La magistratura non deve essere indipendente, Berlusconi poteva riformarla ma "gli è stato impedito".

gigetto50

Lun, 22/08/2016 - 14:06

..."un reato allo stato di tentativo non consente il fermo.."... Ma tutti i tentativi di reato? Anche omicio? Spero di no ma non si sa mai....

MOSTARDELLIS

Lun, 22/08/2016 - 14:21

La follia italiana è nel fatto che uno con un decreto di espulsine in tasca possa andare in giro liberamente.

mariod6

Lun, 22/08/2016 - 14:26

E questo vagabondo dopo un anno dal decreto di espulsione se ne sta ancora in giro a fare danni?? Magistratura e parlamento di allocchi!!! Se viene espulso deve andarsene seduta stante fuori dalle palle. Se il magistrato non lo ha fatto buttare fuori va indagato anche lui per favoreggiamento dell'immigrazione clandestina.

TELESIOINTERLANDI

Lun, 22/08/2016 - 14:32

il migrante e la bambina camminavano tra i sassi il migrante e la bambina.......

Romolo48

Lun, 22/08/2016 - 14:49

Ma la Bolbrini e Franceschiello non si esprimono?

petra

Lun, 22/08/2016 - 14:56

Liberato subito il povero indiano, per non far dispiacere al nostro prete di bianco vestito.

titina

Lun, 22/08/2016 - 15:00

Chi non ha un lavoro, una dimora e non ha guerre nel suo paese che sta a fare qui?