Il prezzo dei carburanti continua a salire Benzina vola a 1,9

Il prezzo servito della benzina per molte compagnie è ormai oltre 1,9 euro, mentre sul diesel si supera la soglia di 1,8

Pompa di benzina

Salita continua. I prezzi dei carburanti ancora su. Il prezzo servito della benzina per molte compagnie è ormai oltre 1,9 euro, mentre sul diesel si supera la soglia di 1,8.

I dati provengono da Staffetta quotidiana, secondo cui questa mattina hanno messo mano ai listini Esso (al massimo di 1,905), IP, Q8 e Shell. Sulla verde i rialzi sono compresi tra 1 e 1,5 centesimi al litro, sul diesel tra 0,5 e 1 centesimo.

Prezzi praticati sul territorio in salita nelle "punte" e nelle medie nazionali. Le prime sono pari a 1,937 euro/litro sulla "verde", 1,809 sul diesel e 0,890 sul gpl. Le seconde si posizionano a 1,882 euro/litro sulla benzina, 1,786 sul diesel e 0,855 sul gpl.

Commenti
Ritratto di pinox

pinox

Mar, 19/02/2013 - 12:35

l'energia deve essere statalizzata e venduta a prezzo di costo, non esiste che ci sia qualcuno che guadagni e che ci faccia la cresta con metodi disonesti su un bene cosi' fondamentale per la nostra economia e per la nostra vita. non possono coesistere ripresa economica e una energia così cara.

WalterDV

Mar, 19/02/2013 - 12:42

Ma com'e' che il prezzo del petrolio, dal 2 gennaio di quest'anno, e' salito di soli 1,5 centesimi al litro mentre la benzina di 5,6 centesimi al litro sul prezzo medio alla pompa? Magari se ci fosse un giornalista che glielo va a chiedere ai nostri cari, anzi carissimi petrolieri...... non sarebbe male !!!

Il giusto

Mar, 19/02/2013 - 12:59

E chissenefrega...tanto tra una settimana,con l'avvento di silvio IV,mi comprerò una Ferrari con i soldi che risparmierò...

Ritratto di stufo

stufo

Mar, 19/02/2013 - 13:00

Stamattina in Slovenia Euro 95 aumentata a 1,549.

nemo72

Mar, 19/02/2013 - 14:10

ragazzi è inutile girarci attorno o cercare chissà quale motivazione...il prezzo folle dei carburanti è dovuto esclusivamente all'aumento di tasse pazzesco fatto da questo governo di criminali traditori asserviti alla germania...il petrolio sta a 95$ al barile quindi...

Gfrank54

Mar, 19/02/2013 - 14:51

Perché non si utilizza la compagnia di stato (ENI) per calmierare i prezzi. Se AGIP cale i prezzi anche le altre compagnie saranno costrette a farlo. Gfrank54

marco963

Mar, 19/02/2013 - 14:59

...ma le famose liberalizzazioni votate da tutti, oltre che distruggere le professioni, non avrebbero dovuto provocare una discesa dei prezzi e un aumento del PIL del 10% ????

Ritratto di Reinhard

Reinhard

Mar, 19/02/2013 - 15:18

Non mi frega più niente, ho riscoperto (per necessità) il gusto di andare con i mezzi pubblici... Ci metto un po' più di tempo, ma non devo impazzire con i parcheggi.

marco963

Mar, 19/02/2013 - 15:34

si può pensare che l'economia possa crescere con la benzina a 2 euro ? possibile che nessuno dei politici ha un minimo di cervello per comprenderlo ??!! occorre subito tornare ai prezzi amministrati nei casi di oligopolio...caz...!

WalterDV

Mar, 19/02/2013 - 18:51

Il 2 gennaio del 2012 il pezzo del petrolio era di 99,06 dollari al barile, pari a 76,62 euro al barile. Il pezzo medio alla pompa della benzina e del gasolio erano rispettivamente di 1,733 e 1,699 euro al litro. Da quella data non ci sono stati piu' aumenti di accise. Oggi il prezzo del petrolio e' di 95,48 dollari al barile, pari a 71,28 euro al barile, quindi piu' basso di allora. Pero' il prezzo medio alla pompa e' di 1,874 e 1,782 , cioe' di 14 centesimi in piu' al litro per la benzina e di 8,3 centesimi in piu' per il gasolio !!! Perche'? Per la cronaca.. il prezzo del barile odierno e' in linea con quello del 23 febbraio del 2011 quando la benzina costava 1,514 ed il gasolio 1,404 euro al litro !!! Ben 36 centesimi in piu' !!

Ritratto di franco@Trier

franco@Trier

Mar, 19/02/2013 - 18:51

questo perchè? Perchè in Italia non vogliono usare le energie della natura eoliche con vento, solari ecc,ecc,vi sveglierete si.Poi se guardiamo bene l'Italia è un paese ricco e molto democratico e sopratutto molto ospitale specialmente con quei paesi arabi produttori di petrolio.

Ritratto di stenos

stenos

Mar, 19/02/2013 - 19:30

Chiaro, il governo non esiste. I ladri spadroneggiano.

Ritratto di stenos

stenos

Mar, 19/02/2013 - 19:38

Caro marco963 le famose liberalizzazioni hanno un unico scopo : dare in mano a dei privati magari neppure italiani servizi essenziali per far si che possano strafogarsi di grana, garantendo servizi di merda (perche' devono costare poco) e strozzare senza controllo (perche' lo stato non esiste) chi ne deve usufuire. Punto. Il resto sono palle per idioti.

cloroalclero

Mer, 20/02/2013 - 09:57

meno male che silvio mi ridarà l'imu, l'irpef e le tasse fino al 1978..faccio due pieni al giorno..ma in svizzera, perchè i petrolieri italiani sono komunisti..

Ritratto di franco@Trier

franco@Trier

Mer, 20/02/2013 - 19:23

nemo 72 cosa c'entra la Germania, cosa credi che in Germania la benzina la regalino,allora perchè i tedeschi fanno coda per andarsi a rifornire in Luxemburgo?Mica ci sono i USD in Germania dillo a loro.

Ritratto di franco@Trier

franco@Trier

Mer, 20/02/2013 - 19:24

Cavolo sono tutte accise tasse in Italia e tu rompi i coglioni ai tedeschi? Le hanno messe i tedeschi le accise italiane?Vai a cagare cretino.

cgf

Gio, 21/02/2013 - 19:07

c'è a chi non ne può frega de meno ed è De Magistris, già sul piede di guerra per chiedere i danni di immagine alla ditta fornitrice di gasolio per 'interruzione di pubblico servizio'!! veramente è il Comune di Napoli che non pagando ha interrotto, gli idrocarburi in Italia si pagano sull'unghia, se un distributore non fa PRIMA il bonifico, la cisterna non esce nemmeno dalla raffineria!