PRIMATI Il gruppo lancia la formula «pay how you drive» La nomina di Elena Rasa

Il business assicurativo sta attraversando una profonda trasformazione tecnologica che ha già investito in precedenza svariati settori dell'economia. Le compagnie si trovano dunque a ripensare all'impatto strategico che data analytics e telematica possono avere sull'offerta di prodotti personalizzati per la propria clientela. E proprio l'effetto dirompente dell'I nternet of Things e l'evoluzione digitale dei consumatori hanno dato un'impronta precisa al nuovo piano industriale che Generali ha presentato all'Investor Day di maggio. La sfida che il Leone ha deciso di intraprendere passa per una modalità «simple & smart» di dialogare con la propria clientela: sviluppo di nuove tecnologie e «big data» per conoscere a fondo il cliente, capirne i bisogni, semplificarne la vita e offrirgli prodotti ritagliati sulle sue specifiche esigenze.

Il primo passo di Generali in questa direzione è stata l'acquisizione di MyDrive Solutions, start-up inglese che opera nel campo dell'analisi dei dati per la profilazione degli stili di guida. My Drive analizza ed elabora i dati raccolti da strumenti tecnologici quali blackbox e smartphone mediante un algoritmo, sviluppato in Inghilterra anche grazie alla collaborazione con la Royal Society for the prevention of accidents, per valutare i comportamenti degli utenti alla guida dell'auto. La piattaforma utilizzata da MyDrive - elaborando le informazioni provenienti dai sistemi telematici - permette da un lato di fornire preziose informazioni per migliorare i comportamenti alla guida e dall'altro di personalizzare l'offerta assicurativa nei confronti dei clienti che optano per le polizze telematiche con tariffe sempre più competitive. La piattaforma di analisi dei dati, da un'iniziale applicazione nel settore auto, espanderà la propria attività ad altre linee di business, a partire dall'abitazione, e verrà impiegata anche per ottimizzare il processo di liquidazione dei sinistri di Generali, come attività antifrode, e nell'elaborazione del portafoglio dei rami vita.

Quest'acquisizione permette dunque al gruppo di dotarsi di un centro di eccellenza nel behavioral profiling le cui competenze verranno ulteriormente arricchite e attorno al quale nascerà un hub specializzato in soluzioni e tecnologie in ambito telematico, al servizio di tutti i segmenti di business. Nel 2014 il numero di polizze telematiche presenti nel Gruppo Generali si attestava attorno alle 685.000 unità, cresciuto ad oggi fino 800.000 ed atteso in ulteriore sviluppo a fine anno. Genertel è l'unica compagnia in Italia che oggi vende la soluzione Pay how you drive.

La strategia di Generali lungo la strada dell'innovazione tecnologica ha visto inoltre l'accordo con Obi Worldphones, un'altra start-up situata nella Silicon Valley e fondata dall'ex ceo di Apple, John Sculley, che produce telefoni cellulari. Generali e Obi svilupperanno insieme una piattaforma assicurativa mobile basata su app native, integrate nella dotazione standard dei cellulari, per coinvolgere i consumatori attraverso l'offerta di servizi consultabili direttamente dall'home screen dei telefoni e differenziati a seconda del paese in cui il telefono verrà venduto. L'obiettivo è quello di raggiungere 20 mercati in rapida crescita entro il 2017 e una base potenziale di 10 milioni di giovani utenti, target privilegiato per questo tipo di smartphone che verrà venduto ad un prezzo molto accessibile, partendo da Turchia, India, Indonesia, Vietnam, Filippine ed Emirati Arabi Uniti.

Il potenziamento delle soluzioni telematiche da parte di Generali è stato accompagnato dalla nomina di Elena Rasa come Chief Data Officer, il cui compito è quello di integrare gli strumenti di data anlytics nello sviluppo di processi e prodotti.

L'evoluzione digitale di Generali quindi punta a rendere il rapporto con la clientela sempre più trasparente, immediato, flessibile e interattivo. La leadership di Generali nell'insurance telematics rappresenta un primo passo all'interno di un processo di innovazione che coinvolgerà varie attività e prodotti del gruppo. Nell'immediato futuro l'offerta di soluzioni assicurative connesse rappresenterà un fattore cruciale per il successo nel mercato assicurativo perché consentirà di offrire soluzioni ad alto contenuto di servizio ed assistenza, in linea con le esigenze di un target di clientela sempre più sofisticato.