Processo Meredith, Knox alla Corte: "Il fumo negli occhi vi accecherà"

In una mail definita "irrituale" la donna ha motivato la sua assenza dal tribunale con la paura di quello che definisce "un abuso maligno"

"Non sono presente in aula perché ho paura". Si giustifica così Amanda Knox, assente dall'udienza del processo per l'omicidio di Meredith Kercher, in una mail inviata alla Corte d'assise d'appello di Firenze. La donna si scaglia contro l'accusa, di cui contesta "la veemenza" e scrive: "Il loro fumo negli occhi vi accecherà".

Parole giunte alla Corte in modo "irrituale", come ha ricordato il presidente, Alessandro Nencini, che prima di leggerne il testo ha specificato che "non sono dichiarazioni spontanee" e che comunque "chi vuole parlare nei processi viene nei processi".

Nella mail inviata da Amanda anche parole per Meredith Kercher, che definisce "la mia amica", una ragazza che "mi era simpatica, mi aiutava, era generosa e divertente" e che "non mi ha mai dato neppure un'occhiataccia". Nel periodo in cui condivisero un appartamento, sostiene la Knox, "non abbiamo mai litigato".

Ricordando la notte del suo arresto, la Knox ha accusato la questura: "Mi hanno detto che non avrei più visto la mia famiglia se non avessi ricordato cos'era successo. Ha aggiunto: "Una persona può essere portata a confessare falsamente perché torturata psicologicamente".

Commenti

Cinghiale

Mar, 17/12/2013 - 11:08

Dillo in faccia ai genitori di Meredith.

Ritratto di Tulipano Nero

Tulipano Nero

Mar, 17/12/2013 - 11:22

Basta ! Gli hanno già fatto il Processo ed è stata assolta, basta con questo Giustizialismo Italiano, fa pena e fanno pena i Giudici...Ha mille ragioni e fa bene a non venire in questo Paese Governato da Pseudo Politici e Giudici incapaci. Torto o ragione è stata Assolta. BASTA !!! Siamo stufi di questo sistema.

Massimo Bocci

Mar, 17/12/2013 - 11:25

Accecherà??? Se questi anatemi,Biblici, che se si avverassero (davvero) per i dispensatori di sentenze Salomoniche /pro REGIME!!!) sarebbero di facile individuazione oltre che come oggi impiegati di sconcerto super AGIATO di REGIME, ma perché tutti ORBI!!! VERI!!! E non perché scientemente come da statuto (CONTRATTUALE!!!) di regime fanno finta.

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Mar, 17/12/2013 - 11:27

cinghiale, il sistema giudiziario è in mano alla sinistra. la quale si comporta politicamente anche in questo processo. in parole povere, i giudici possono essere anche idioti, ma gli imputati DEVONO essere colpevoli anche se innocenti o senza prove. faccia lei :-)

wizardofoz

Mar, 17/12/2013 - 11:29

Cinghiale: Lei parte dal presupposto che la Knox sia colpevole. Io non lo credo. Potrei sbagliarmi, ma i processi senza capo né coda in Italia sono la regola. Nel dubbio sei colpevole, invece del contrario.Non parliamo dell'apparato investigativo , inclusi i RIS, che fanno sempre più danni che altro. Insomma: mai che in un processo venga stabilita la colpevolezza chiara e precisa. Quando non si sa più cosa dire, partono i teoremi. C'è già stato un verdetto di assoluzione. Cos'altro si vuole cercare?

ro.di.mento

Mar, 17/12/2013 - 11:55

cinghiale: lo ha detto in faccia a tutto il mondo! siamo stufi di assistere a processi farsa orchestrati da giudici che non sanno far altro che rappresentarsi come "giallisti". chiunque avrebbe paura di finire in galera innocente ovvero senza prove.

giovauriem

Mar, 17/12/2013 - 12:01

ma la knox è americana,non scema. da assassina o da innocente è passata indenne da un tribunale italiano (mosca bianca)cosa dovrebbe fare,si dovrebbe riconsegnare a una magistratura incapace e dire loro: ritentate! quella si chiama knox mica gioconda

lucas2

Mar, 17/12/2013 - 12:04

il processo è basato solo su teoremi e su nessuna prova, lo ammette nella sua requisitoria perfino il pm. Fa benissimo a non sentirsi tutelata e a non tornare. Se i giudici italiani chiedessero l'estradizione e dovessero mettere nero su bianco accusa, prove e motivazioni di un'eventuale condanna, qualsiasi procuratore distrettuale americano si metterebbe a ridere, figurarsi l'Alta Corte. Lo dico da addetto ai lavori.

clamajo

Mar, 17/12/2013 - 12:48

sarà mica scema no?...

Gianca59

Mar, 17/12/2013 - 13:21

Ha gettato le premesse per farsi passare per incapace di intendere e volere.

Ritratto di Ubidoc

Ubidoc

Mar, 17/12/2013 - 13:25

Sembra il siur Berlusca..

Ritratto di Aulin

Aulin

Mar, 17/12/2013 - 13:26

In Italia la magistratura è il peggior male. Manca quasi sempre la pistola fumante, eppure la gente finisce in galera. Roba degna delle repubbliche delle banane alla Castro.

palllino.

Mar, 17/12/2013 - 13:45

Io credo che chi difenda la magistratura a spada tratta,nel bene e nel male,sia perche' non ci ha mai avuto a che fare,sia come imputato che come testimone o accusatore... Una persona che abbia avuto qualche esperienza diretta,vuoi anche perun semplice ricorso ad una sanzione amministrativa,e' portato a starsene alla larga,poiche la mentalita' dei giudici e' comunque sempre a favore Dell'Amministrazione,sia,questa lo Stato o un Comune ..

lupo.rex

Mar, 17/12/2013 - 14:07

Non so se sia colpevole o innocente, ma la sentenza ha detto "innocente". La mail è "irrituale" secondo i giocondi magistrati e dovrebbe consegnarla di persona. Anche un criceto capirebbe che conoscendo ormai la demenziale giustizia italiana la Knox se ne guarderà bene. Venirsi a consegnare nelle mani della magistratura più sputtanata a livello internazionale sarebbe da stupidi, a la Knox non lo è, a quanto pare.

lamwolf

Mar, 17/12/2013 - 14:09

E' stata tutta una messa in scena, prima condannati, poi assolti solo per il patto fatto con gli Usa che liberata Amanda poteva successivamente essere poi condannata tanto non sarebbe più tornata in Italia. E' una vergogna con uno sperpero di denaro pubblico indecente. E' la gente oltre 5 milioni sono ridotti in povertà. Inconcludenti e incapaci ecco da chi siamo diretti in Italia, ormai sulla via del fallimento.

Ritratto di Carlo_Rovelli

Carlo_Rovelli

Mar, 17/12/2013 - 14:19

Fa benissimo foxy knoxy a starsene alla larga da un nuovo processo kafkiano e dall'Italia. L'Italia e' uno di quei paesi (repubblica delle banane) dov'e' possibile finire in galera senza prove e restare a piede libero (vedi il Preg Berlusconi) con tanto di prove e tre gradi di giudizio.

Il giusto

Mar, 17/12/2013 - 14:32

Per non venire potrebbe accusare una uveite,o di essere la nipote di Obama...tanto il 20 % degli italiani le crederebbe...

Paul Bearer

Mar, 17/12/2013 - 14:37

Se è innoicente fa bene e se è colpevole fa più che bene. Alla larga dai magistrati italiani.

Ritratto di stock47

stock47

Mar, 17/12/2013 - 14:50

Non capisco l’odio verso Amanda dimostrato da alcuni che scrivono su questo blog, non ha alcun senso. Non sono coinvolti loro né loro parenti o amici, fino al punto da accecarne la ragione per non vedere i semplici fatti reali e non quelli immaginati dalle loro fantasie malate. I fatti sono che nella camera del delitto NON sono state trovate tracce di DNA sia di Amanda né di Raffaele, nonostante che queste non siano nascondibili né cancellabili, cosa che è avvenuta per il colpevole accertato Guedè. Non esistono moventi accreditabili che possano portare a commettere un omicidio da parte di Amanda nei confronti di Meredith. In quanto a Raffaele eventuali motivi sono non solo inesistenti ma addirittura fantascientifici. Fare un tentativo d’orgia dopo che aveva appena fatto l’amore con la sua ragazza e mettere a disposizione di un altro, un completo sconosciuto, la sua stessa ragazza nell’orgia ipotetica con travalicamento in un omicidio in combutta annesso? Pazzesco, oltre i limiti della logica, il solo pensarlo. I due che si portano un coltello di cucina da casa di Raffaele fino a casa di Meredith per cosa? Un omicidio premeditato, quindi? E perché mai Raffaele l’avrebbe dovuto fare con un emerita sconosciuta, come era per lui la Meredith, e solo dopo pochi giorni che stava fidanzato con Amanda? Logica da manicomio il pensarlo. Tutte cose che l’accusa ha bellamente saltato con la solita invenzione dell’uomo succube della maga Circe di turno e della droga che ottunde la ragione. Tutte cretinate assolute a cui solo un demente può credere. Raffaele non è uno manipolabile, l’ha ampiamente dimostrato in tutti questi anni e non lo era nemmeno all’epoca, perché era uno studente universitario, uno capace di pensare e di gestirsi, non un ragazzotto adolescente influenzabile. A chi accusa Amanda, di avere puntato il dito su un innocente, occorre dire che i metodi della nostra magistratura sono fatti non per risolvere il caso, cercando di trovare le risposte tramite le indagini, ma per costringere l’accusato di turno a dare una versione dei fatti ipotetici che li possa scagionare. E’ inevitabile che chi si trova sotto torchio indichi, a naso, chi gli sembra possa essere il colpevole. E’ già accaduto con la Franzoni, è accaduto con Amanda e chissà quante altre volte è accaduto, in altri casi, con la magistratura che abbiamo. Il risultato è che, se chi viene indicato non ha niente a che fare, parte l’inevitabile denuncia e l’altrettanta figura mediatica sbagliata dell’accusato che cerca di trasferire la sua colpa ad altri. Amanda è per di più americana, abituata a collaborare con la legge e non ad aspettarsi di essere sospettata perché ha sbagliato ipotesi. In quanto alla vacanza di Sollecito nella Repubblica dominicana, a cui si riferisce un altro lettore che sbava odio, era ospite di una coppia di benestanti locali che crede alla sua innocenza. Cercare di trovare colpe immaginarie è solo che da stupidi. Ha ragione Amanda ad accusare il nostro sistema giudiziario di un assurda e ingiustificata insistenza accusatoria che va oltre il legittimo e sconfina, come giustamente ha scritto Amanda, in UN ABUSO MALIGNO. Il termine sa di biblico ma è esattamente la definizione che si può dare a questa assurda insistenza accusatoria, quando non hanno in mano nemmeno una prova, un testimone o un movente valido. Ha ragione Amanda a dire che ha paura di un simile modo di fare, sarebbe una pazza a stare a subire una cosa del genere, solo noi italiani masochisti siamo capaci di sopportare una simile barbarie, senza fiatare sotto inquisitori da caccia alle streghe.

Franco Ruggieri

Mar, 17/12/2013 - 16:02

Amanda, hai perfettamente ragione a non fidarti dei nostri giudici. Quelli ti condannano perché così fa scena, mentre condannano a 3 anni e 4 mesi AI DOMICILIARI un indiano che massacrava di botte la moglie. AI DOMICILIARI, capito?

Ritratto di alfredido2

alfredido2

Mar, 17/12/2013 - 16:43

La ragazza non metterà più piede in Italia vita natural durante. Anche questo delitto come tanti finirà senza una verità completa.

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Mar, 17/12/2013 - 17:32

Non sono un grande estimatore della Knox ma spero vivamente che le sue invettive prendano corpo.

Cinghiale

Mar, 17/12/2013 - 17:56

@mortimermouse Mar, 17/12/2013 - 11:27 @wizardofoz Mar, 17/12/2013 - 11:29 @ro.di.mento Mar, 17/12/2013 - 11:55 Non sto dicendo che sia colpevole o no, non si saprà mai, sto solo dicendo che avrebbe dovuto parlare ai genitori della sua amica fin da subito. Poi che si passi da una condanna per omicidio, ad una assoluzione ,ad un rifacimento di processo è solo la dimostrazione che i tribunali non funzionano in Italia. Fossi in lei me ne sbatterei altamente di questo processo posticcio, come tanti in Italia.

Mario Marcenaro

Mar, 17/12/2013 - 18:13

Per favore, ma almeno non pubblicate i commenti con volgarità varie di chi non si fa conoscere con nome e cognome. Queste rubriche si stanno trasformando in un Guinnes degli orrori e del pessimo gusto più avvilente.

Ritratto di asarum

asarum

Mar, 17/12/2013 - 18:37

Ma uno dovrebbe essere pazzo per mettersi nelle mani della giustizia italiana..................lasciamo perdere innocente o colpevole,io non lo so, ma lasci perdere i nostri tribunali!!!!!

Nonmimandanessuno

Mar, 17/12/2013 - 18:50

Quando una persona viene assolta in 1° Grado, non dev'essere più processata per lo stesso reato. Solo questa, se ritiene di essere stata condannata ingiustamente, ha il diritto -ripeto il diritto- di ricorrere in Appello e in Cassazione per vedere dimostrata la propria innocenza. Il PM no, se i suoi colleghi (speriamo per poco tempo ancora)hanno sentenziato che quella accusa non era sufficente per condannare una persona, non hanno diritto di sprecare soldi nostri, tempo utile per contrastare nuovi reati, solo per veder confermate le proprie teorie. E, come invece accade, se volessero insistere, ad una nuova assoluzione debbono pagare in proprio in termini di rimborso alla persona ingiustamente incriminata e, contestualmente in termini di carriera. Questa sarebbe VERA GIUSTIZIA.

Nonmimandanessuno

Mar, 17/12/2013 - 19:00

E se invece, si chiede di rifare il processo con la motivazione che sono state reperite nuove prove, beh, allora quei tri-folchi che con le loro risposte sporcano il sito, dovrebbero spiegarsi (ammesso che lo capiscano)perchè, con le nuove prove giunte dall'America e dal Giappone a proposito di diritti Mediaset, non si rifaccia pure il processo a Berlusconi, reimmettendolo nella carica di senatore da subito.

niklaus

Mar, 17/12/2013 - 19:03

Ovviamente non sono certo che la Knox sia innocente, ma una cosa so: se io fossi al suo posto e fossi innocente avrei una paura matta di sedere davanti ai giudici dopo la confusionaria istruttoria dell'accusa e il caotico lavoro dei RIS. Altro che serena tranquillita' di chi non ha colpa!

mario micheletti

Gio, 19/12/2013 - 21:26

brava amanda stai dove sei in italia ti vogliono fregare la giustizia italiana fa schifo

mario micheletti

Gio, 19/12/2013 - 21:26

brava amanda stai dove sei in italia ti vogliono fregare la giustizia italiana fa schifo