Professionista batte Equitalia e si fa consegnare 40mila euro

Un notaio di Sassari si era visto ipotecare beni per milioni di euro dopo aver contratto un debito di 52mila euro. Ora i giudici condannano Equitalia a pagare all'uomo 40mila euro

Una rivincita che farà storia e - si spera - giurisprudenza. Un notaio di Sassari, in Sardegna, è riuscito nell'impresa di ottenere da Equitalia un assegno di 40mila euro: il frutto di una sentenza della Commissione provinciale tributaria che ha stabilito che l'Agenzia di riscossione delle imposte avrebbe commesso, per usare le parole della Nuova Sardegna, un "abuso del diritto".

Tutto nasce da un debito di 52mila euro, contratto dal professionista nel 2010. A cui è seguita l'azione di Equitalia, che ha messo sotto ipoteca 33 beni immobili del notaio, per un valore di svariati milioni di euro. Ville, terreni, casolari, perfino una moto Bmw del 1999 e uno scooter.

Un totale corrispondente a una somma decisamente superiore al debito contratto dal notaio. Il quale, decisamente irritato, ha prima saldato la propria pendenza col Fisco e quindi ha fatto ricorso alla Commissione tributaria.

Pur dopo cinque anni, i giudici hanno stabilito che Equitalia abbia ipotecato "beni di valore notevolmente superiore all'ammontare del credito che si intendeva garantire": "È certo - scrivono i magistrati nella sentenza - che vi fosse la consapevolezza, da parte di chi ha effettuato le iscrizioni ipotecarie, che il valore degli immobili fosse di molte decine di volte superiore al credito vantato"

Quindi la decisione che fa notizia: l'agenzia di riscossione dovrà versare al notaio 40mila euro. Mettere i sigilli a tutto il patrimonio dell'uomo non ha pagato. Anzi.

Annunci
Commenti
Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Lun, 14/03/2016 - 12:02

Avere una profonda base di conoscenza giuridica non guasterebbe a tanta gente che si lascia abbindolare come degli autentici pivelli dal primo imbonitore che incontrano.

Ritratto di Corsaro Azzurro

Corsaro Azzurro

Lun, 14/03/2016 - 12:23

Se certe cose le fa un privato rischia la galera...

KAVA

Lun, 14/03/2016 - 12:29

Un notaio non è un cittadino qualunque. Conosce la legge, conosce i giudici e conosce gli avvocati... Diciamo che è un "super cittadino". Al di la della sproporzionatezza evidente,non si comprende il motivo per cui il notaio debba essere riscarcito... che danni ha avuto?

cabass

Lun, 14/03/2016 - 12:31

C'è poco da rallegrarsi, perché a pagare non sarà lo zelante funzionario che ha fatto la boiata, bensì il solito "Pantalone", cioè il contribuente.

Ritratto di mbferno

mbferno

Lun, 14/03/2016 - 12:32

Ben vi sta,STROZZITALIA......e adesso pagate pegno.AH AH AH AH AH

grazia2202

Lun, 14/03/2016 - 12:51

fateli pagare a chi ha firmato le ipoteche. cosi ritorna sui libri a studiare e smette un poò di boria con cui si ammantano

epc

Lun, 14/03/2016 - 13:00

Per fortuna ogni tanto c'è un giudice a Berlino....

Ritratto di Sciamano

Sciamano

Lun, 14/03/2016 - 13:30

Sempre malleabili con i duri... ma duri con i deboli...

giottin

Lun, 14/03/2016 - 13:55

Se a pagare sono gli uffici, ovvero noi, non va bene. Sono i FUNZIONARI STATALI TROPPO PAGATI E MAI PAGANTI QUELLI CHE SI DOVREBBER COLPIRE!!!!!

Ritratto di marco piccardi

marco piccardi

Lun, 14/03/2016 - 15:53

da ora in poi il notaio e' nel mirino di equitalia che gli fara' le pulci 365 giorni l'anno.

uccellino44

Lun, 14/03/2016 - 17:16

Il guaio è che, comunque, i 40 mila euro al notaio sono i nostri e non del direttore di Equitalia o del funzionario che ha esagerato coi pignoramenti! E' la solita italietta dove paga sempre pantalone!!

sparviero51

Lun, 14/03/2016 - 17:56

MITICOOOOO !!!

FRANZJOSEFVONOS...

Lun, 14/03/2016 - 18:27

NON E' LA PRIMA VOLTA CHE EQUITALIA PRENDE LEGANTE CHE SE LI RICORDA, MA SE NE FREGA PERCHE' NON E' UN CITTADINO SINDOLO, DISGRAZIATO CONTRIBUENTE CHE NON PUO' ANDARE DA UN AVVOCATO. DISPERATI PAGANO. EQUITALIA SE NE FREGA ANCHE SE SE VI SONO SENTENZE ESECUTIVE DI GIUDICI. QUEST'ALTRO ESEMPIO NON E' ALTRO CHE UN ESEMPIO DI "GBELLOTTI". SI SPERA CHE LE LEGNATE CHE DOVRANNO PAGARE LI BLOCCHERANNO PER SEMPRE. PURTROPPO I SOLDI SONO I NOSTRI. DOVRANNO PAGARE I DIRIGENTI RESPONSABILITA' SOGGETTIVA DEL FUNZIONARIO PREPOSTO ALLA PRATICA.

ulanbator10

Mar, 15/03/2016 - 07:18

Nel 2007 fatta analoga causa ad una grande banca italiana, che per un debito di 102.000,00 euro, regolarmente pagati dopo 3 mesi + gli interessi sul debito,aveva ipotecato 16 appartamenti in Sardegna - Costa d'Argento, un complesso commerciale in Lombardia di 10.000 mq. con 42 negozi e 650 posti auto coperti, 10 appartamenti in provincia di Piacenza ed una villa padronale. Valore di stima del perito di parte, 22 milioni di euro. Stima della banca 12 milioni di euro. Il giudice confermò che la Banca aveva agito con correttezza. Si tenga presente che diversamente dal notaio trattavasi di impresa industriale che ha rischiato il fallimento per mancanza di mezzi finanziari e mancanza della possibilita' di finanziarsi perché era stato ipotecato tutto il suo patrimonio per un debito di soli 102.000,00 euro. Solo l'intervento personale di un socio slocco' la situazione. Questa è la magistratura italiana !!!

giottin

Mar, 15/03/2016 - 13:15

@ulanbator10. Sono senza parole!