Profughi, i prefetti si ribellano: "Non vogliamo essere capri espiatori"

Dopo l'annuncio della rimozione del prefetto di Treviso scoppia la bomba in mano ad Alfano. Il sindacato: "Stanchi di essere in mezzo allo scontro politico"

Angelino Alfano non ci ha pensato su troppo: dopo le polemiche sul prefetto di Treviso che ha ceduto alle proteste dei residenti e ha trasferito i profughi, ha deciso di rimuoverlo dal suo posto e sostituirlo con un funzionario più in linea coi suoi dettami.

Ma il ministro dell'Interno non si è accorto che così facendo stava accendendo la miccia della bomba che sta per scoppiargli in mano. Già, perché la mossa non è piaciuta agli altri prefetti che, tramite il sindacato più rappresentativo, si ribellano alla situazione. "Circondati da enorme ostilità, bersaglio di frasi indegne da parte di esponenti istituzionali e noti politici, siamo stanchi di fare la parte dei capri espiatori", dice Claudio Palomba, presidente Sinpref e prefetto di Lecce. "Ci tuteleremo in ogni sede", dicono, "Se il sistema della sicurezza ha retto in questa fase di emergenza immigrazione, lo si deve soltanto al lavoro dei prefetti e se il tema dell’immigrazione diventa uno scontro politico, la battaglia deve rimanere nell’ambito politico. Invece alla fine a rimetterci siamo noi".

I rappresentanti della sicurezza e del ministero degli Interni sul territorio, quindi, chiedono un incontro ad Alfano: "Gli illustreremo una realtà che vede i prefetti circondati da enorme ostilità, alle prese con un’emergenza difficilissima da affrontare. Ogni giorno le 103 prefetture sul territorio lavorano senza sosta per assicurare assistenza logistica e sanitaria ai migranti che arrivano e che ci vengono assegnati, a volte con preavvisi strettissimi. Bisogna identificarli, visitarli, curarli, trovare loro una sistemazione, il governo deve riflettere su questi aspetti. Non vogliamo diventare i capri espiatori della politica. Siamo abituati a gestire le situazioni emergenziali, ma il nostro lavoro deve essere riconosciuto. E non devono scaricarsi sui prefetti le tensioni derivanti da questa situazione".

Commenti
Ritratto di Azo

Azo

Mar, 21/07/2015 - 21:50

Con un IDIOTA, INCAPACE, come Angelino cos`altro dovremmo aspettarci ???

Ritratto di BenFrank

BenFrank

Mar, 21/07/2015 - 21:57

Furbi questi! Hanno capito che aria tira! D'altronde il salto della quaglia è da sempre sport nazionale...

vince50

Mar, 21/07/2015 - 21:57

Ormai non basta più fare da "capri",siamo destinati a fare i caproni.

nopolcorrect

Mar, 21/07/2015 - 22:01

Ora speriamo nella rivolta degli ammiragli della Marina Militare che invece di difendere le frontiere marittime dell'Italia con le buone o con le cattive viene usata dal governo per collaborare con gli scafisti all'invasione dell'Italia.

Ritratto di pascariello

pascariello

Mar, 21/07/2015 - 22:05

Magari gli scoppiasse davvero una bomba in mano a sto maledetto infame traditore degli Italiani !

Ritratto di hernando45

hernando45

Mar, 21/07/2015 - 22:09

Questi "SERVI" della politica si stanno accorgendo del come vengono "USATI",contro il popolo Italiano,finalmenteeee!!!! Chissa che non stiano iniziando a diventare UOMINI o DONNE veramente LIBERI e NON CAPORALIIII, come diceva l'indimenticabile De CURTIS. Saludos dal Leghista Monzese in Nicaragua da 15 anni.

Ritratto di r.peddis

r.peddis

Mar, 21/07/2015 - 22:11

è ora che i prefetti si ribellino ad un ministro dell'interni incapace ,sbruffone e arrogante

elio2

Mar, 21/07/2015 - 22:21

Qua sono in tanti i scontenti, a parole, ma con i fatti non ne vedo. Non vorrei mai che fosse solo un modo per spillare più quattrini da intascarsi loro.

Ritratto di mbferno

mbferno

Mar, 21/07/2015 - 22:36

Da stupido quale è era ovvio che facesse i conti senza....l'oste.

primair

Mar, 21/07/2015 - 23:09

RIMPATRIARE I CLANDESTINI ! BASTA INVASIONE!!

Marcolux

Mar, 21/07/2015 - 23:16

Non vorrei che il Governo desse un aumento sostanzioso ai prefetti per farli star zitti. Di solito fanno così. Hanno piazzato i loro uomini di sinistra in ogni corpo dello stato. Marina, Esercito, Carabinieri, Guardia di Finanza! Ormai i comandanti sono tutti rossi, tutti di sinistra. Ma i Corpi, la base, non è comunista! Sta montando la rabbia che speriamo porti alla rivolta e alla rimozione della feccia comunista dal Governo dell'Italia.

Ritratto di Civis

Civis

Mar, 21/07/2015 - 23:21

Passerà alla storia (non trovo una "s" più minuscola di questa) come "alfano l'africano".

Ritratto di GIANCAGIO

GIANCAGIO

Mar, 21/07/2015 - 23:49

I maggiori crimini e guerre disastrose sono avvenuti in ossequio al principio "GLI ORDINI SI ESEGUONO, NON SI DISCUTONO" Se a qualcuno fosse venuto in mente di ELIMINARE IL MEGALOMANE ANZICHÉ ESEGUIRE QUANTO GLI VENIVA IMPARTITO...

Ettore41

Mar, 21/07/2015 - 23:55

Mala Tempora Currunt. Solo Alfano ed i cerebrolesi non se ne sono ancora accorti.

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Mer, 22/07/2015 - 00:15

Si cominciano a vedere i risultati nefasti di un imbroglione che pur di tenersi la poltrona di parlamentare ha tradito il mandato degli elettori. ORA NON HA PIÙ SENSO CHIAMARLO UTILE IDIOTA. È UN SEMPLICE INUTILE INETTO.

Ritratto di AdrianoAG

AdrianoAG

Mer, 22/07/2015 - 00:42

Continuando così si arriverà, purtropp, ad una drammatica situazione di non ritorno! Qualcuno vuole lo scontro sociale, il tutto per la testardaggine di raccattare gente che non conosciamo, di cui ignoriamo sentimenti. Siamo giunti al punto di bastonare inermi italiani, rei di volere vivere tranquillamente ed in sicurezza a casa propria.Non è più possibile continuare così. Se il governo vuole uno scontro sociale lo dica pure!

giuseppe1951

Mer, 22/07/2015 - 05:44

Pagliaccio! lascia la poltrona, ormai puzza, tu e il tuo Renzi ci state portanto alla guerra civile.

Holmert

Mer, 22/07/2015 - 06:59

Una volta li chiamavano migranti mentre erano a tutti gli effetti clandestini. Uno che si presenta senza documenti in terra straniera cos'altro potrebbe essere? La solfa portata avanti dai buonisti di sacrestia italiani era "anche noi siamo stati migranti". Come se uno che è stato migrante sia costretto ad accettare migranti,ben sapendo che i migranti se ne andarono dall'Italia perché poveri.Allora che ci fanno i migranti in una nazione di poveri migranti? Ora i buonisti affaristi mafiosi li definiscono profughi che fuggono da guerre e dicono che non possiamo rifiutarli. Altra corbelleria piramidale. Intanto tutte le marine europee vanno a prelevarli in mare ed il nostro già sovrappopolato territorio si riempie di africani, di cui non abbiamo nessun bisogno e che stanno prosciugando le nostre misere finanze per poterli mantenere. E tutto ciò solo per soddisfare le ideologie folli di certa gentaglia che si è presa la responsabilità della nazione.

vince50_19

Mer, 22/07/2015 - 07:20

«.. Ogni giorno le 103 prefetture sul territorio lavorano senza sosta per assicurare assistenza logistica e sanitaria ai migranti che arrivano e che ci vengono assegnati, a volte con preavvisi strettissimi. Bisogna identificarli, visitarli, curarli, trovare loro una sistemazione, il governo deve riflettere su questi aspetti..» Se volete fare tutto per bene, cosa più che auspicabile, alla fine il giochino messo in atto dal noto duo - "esperto" in questa tematica, ossia delegittimare gli avversari politici decade, egregi rappresentanti del governo sul territorio. Tutto è finalizzato a far risaltare quello che politicamente conviene a questo governo, teso com'è ad esaudire i "principi" riportati nel libro di Kalergi Praktischer idealismus. Altrimenti la futura carriera in certe speciali "associazioni" con mire egemoniche sarà precluso per sempre al solito wannabee (come sostiene Magaldi, naturalmente).

carpa1

Mer, 22/07/2015 - 08:25

Rimpatriare i clandestini? Direi che due sono le cose da fare: 1)rimpatriare quelli che PRODItoriamente sono già sbarcati nel NOSTRO paese, 2)cessare immediatamente di andarli a prendere. E vedremo che i prefetti ed i cittadini smetteranno di ribellarsi, altrimenti la vedo brutta, ma proprio brutta! Neh, Alfano & C. (mai C. è stato più appropriato e messo lì per identificare chi sono i c......i di turno). Il tutto alla faccia dei pelosoni del buonismo fine a se stesso e che non risolve ma, anzi, incancrenisce i problemi. I parassiti non devono poter invadere impunemente l'Italia solo perchè in cerca della bella vita a ufo: vanno aiutati nei loro paesi e là, se hanno spina dorsale, devono impegnarsi per la crescita dei quei paesi. Balle non ce ne sono e smettetela di venircele a raccontare.

linoalo1

Mer, 22/07/2015 - 08:28

Stanchi???E di cosa,poi???Non fate niente dalla mattina alla sera:forse questo problema ha interrotto i vostri Ozii????La soluzione ci sarebe ed è una sola:lsciate che siano i Cittadini a decidere,una buona volta!!!Questa vola,però,ascoltateli!!!

Ritratto di Ubidoc

Ubidoc

Mer, 22/07/2015 - 08:49

Il Prefetto è il responsabile dell'ordine pubblico e per mantenerlo viene pagato 145.000 euri lordi l'anno. Se a causa di sue mancanze l'ordine pubblico non viene tutelato è giusto sia rimosso.Che poi ci sia anche la casta dei prefetti è ovvio ma ricordiamoci che è un impiegato dello Stato ben remunerato per lavorare.

lopivi

Mer, 22/07/2015 - 09:02

I Prefetti, come qualsiasi altri dirigente possono prendere qualche volta decisioni sbagliate. E' vero però che devono attenersi ale direttive del Ministero dell'Interno, che decide quanti profughi mandare in un territorio e passa la patata bollente al Prefetto del luogo. Se c'è a monte una cattiva gestione dei migranti, va valutata a livello politico, e non scaricando le colpe su chi deve eseguire gli ordini...!

Tuthankamon

Mer, 22/07/2015 - 09:06

Hanno ragione, ma loro stessi hanno contribuito ad arrivare a questo. Questo governo e questo ministro degli interni, incapaci, stanno creando una situazione che richiedera' anni per essere sbrogliata.

Tuthankamon

Mer, 22/07/2015 - 09:07

Tra l'altro, la rimozione del prefetto di Treviso sembra tanto una minaccia a tutti gli altri.

honhil

Mer, 22/07/2015 - 09:11

I prefetti si ribellano ad Alfano? Ben fanno. L’avrebbero dovuto fare prima. Anzi, essendo a servizio dello Stato, e quindi dei cittadini, dovevano chiaramente dire al Ministro che non ci stavano a fare gli addetti delle agenzie immobiliari. Ma, soprattutto, dovevano fargli capire che non si possono bastonare gli italiani, per fare spazio a chi arriva dall’Africa e di ogni parte del mondo. Attratti dalla malefiche sirene del business. Un programma d’accoglienza lasciato in mano ai commercianti di carne umana è un fallimento in partenza. Eppure, i veri responsabili di questo sconquasso, quelli che stanno dietro ai paraventi alla Alfano, sono Mattarella e Renzi. Sono loro che hanno sbagliato. Sono loro che hanno messo in croce le periferie dei paesi e delle città, con il loro mantra ideologico.

onurb

Mer, 22/07/2015 - 09:11

Civis 23.21. E' già nella leggenda come Halfano.

gian65

Mer, 22/07/2015 - 09:29

Mentre sempre più sinistre e cupe avvisaglie si addensano all'orizzonte (due arrestati oggi che progettano attentati) in Italia il problema è rimuovere un funzionario, pagato con i soldi dei cittadini, che avrebbe avuto un sussulto di orgoglio e, alla luce delle proteste di cittadini inermi, avrebbe capito l,idiozia dell'ordine di riempire Treviso di clandestini contro la volontà dei suoi abitanti. L'ordine era proveniente dal una ormai lontanissima capitale (dove del resto sui profughi ci mangiano in tanti, bisogna capire anche loro ...) dove il problema del governo è trovare l'annuncio del giorno per stupire la componente stupida del popolo. Bisogna anche capire il ministro, lasciato solo a risolvere un'equazione apparentemente irrisolvibile , cosa fare dei profughi che continuiamo a salvare (anzi spendiamo 20 min per recuperare povere salme giacenti in fondo al mare, per non si sa

gian65

Mer, 22/07/2015 - 09:40

Mentre sinistre ombre si addensano su di noi cittadini inermi (oggi due arrestati, peraltro immigrati, chissà arrivati su qualche barcone, che progettano attentati) il problema di Bisanzio e rimuovere funzionari, pagati con i soldi dei cittadini, che, in un sussulto di orgoglio, hanno capito che l'ordine di seppellire itreviso di clandestini contro la volontà della gente, forse, e stupido. D'altronde lutti i popoli, in un momento di crescita, prendono coscienza della volontà dei loro governanti .... D'altronde il ministro è lasciato solo da un governo preoccupato a fare annunci, da una casta che sputa sugli italiani razzisti, da una Roma che sui clandestini ci mangia, bisogna capire anche lui... Ma meno male che qualcuno scopre l'idiozia degli ordini dall'alto...

BRAMBOREF

Mer, 22/07/2015 - 09:48

GUGU86 Vorrei dire al Signor Palomba, I PREFETTI non servono a nulla, gia il Presidente EINAUDI voleva eliminarli!! Speriamo che qualcuno riesca a toglierci di mezzo queste cariatidi del tempo antico.

Mobius

Mer, 22/07/2015 - 09:55

A parte tutto il resto, noi italiani stiamo facendo di fronte al mondo una colossale figura di emme. Importiamo clandestini a bastimenti, e poi li lasciamo in mezzo alla strada; se proviamo ad accollarli alla gente del posto, suscitiamo rivolte popolari. Chiediamo all'Europa di aiutarci, ma solo a malfatto compiuto e senza accordi preventivi. Spendiamo un mucchio di soldi per i migranti, ma i poveri nostrani, che sono molti, sono costretti a rovisatre fra le immondizie; alloggiamo i clandestini in hotel a 4 o 5 stelle, e mandiamo i nostri concittadini a dormire in macchina. Saremmo un Paese potenzialmente abbastanza ricco, ma sprechiamo le nostre risorse a vantaggio di milioni di intrusi. Una situazione simile provocherebbe la nausea perfino a Kafka o Ionesco. Grazie alla nostra ineffabile sinistra, la cretineria politica ha toccato le vette: meglio di così nessuno saprà fare.

cameo44

Mer, 22/07/2015 - 09:58

Alfano dovrebbe dimettersi Lui ed invece rimuove il Prefetto solo per chè ha fatto il suo dovere difendendo i cittadini Italiani cosa che dovrebbe fare Alfano e visto che non lo fa sarebbe ora che il Pre sidente della Republica si faccia sentire perchè una cosa è accoglie re coi controlli altra cosa è creare una babilonia la sinistra accusa Salvini di creare allarme la gente non è stupida come pensa la sini stra l'allarme è creato da questo Stato incapace di controllare tutti questi sbarchi e di aver trasformato le città in cloache a cielo aper to come se non bastassere i tanti campi rom che tanto disagio creano alle popolazioni la gente protesta perchè non ne può più e non perchè parla Salvini

Ritratto di mina2612

mina2612

Mer, 22/07/2015 - 10:03

I prefetti hanno ragione: si ritrovano con un numero tot di clandestini inviati senza preavviso, con allegato un biglietto del tono: ora pensateci voi!

gianni.g699

Mer, 22/07/2015 - 10:23

Queste sono le azioni di un VENDUTO !!! senza patria ...

unosolo

Mer, 22/07/2015 - 10:32

sappiamo che le disposizioni si rispettano senza critiche ma scaricare incompetenze sui prefetti e rimuoverli è un abuso , non si prendono manco le responsabilità , peccato che i stessi prefetti non possono piazzare di loro iniziativa migranti vicino le case del PCM o dei ministri , peccato ma sarebbe il caso di portarceli per finire questo scontro , dopo vedi come si muovono e li rimandano indietro.

Ritratto di FanteDiPicche

FanteDiPicche

Mer, 22/07/2015 - 10:42

In molti osservano il vento per vedere da che parte tira; poi, quando ne saranno sicuri, prenderanno la decisione "giusta", come nel 43.

Ritratto di FanteDiPicche

FanteDiPicche

Mer, 22/07/2015 - 10:50

Alla fine, incredibile ma vero, anche i sinistri, con un sorprendente guizzo di intelligenza, capiranno che non si può continuare a gonfiare un palloncino senza che questo finisca con lo scoppiare. Allora capiranno che occorre fermare l'invasione, con buona pace di cooperative, caritas, fondazione migrantes e coompagnia bella, per le quali si fermerà qualcos'altro.

lopivi

Mer, 22/07/2015 - 10:51

Ognuno ha le proprie idee riguardo al ruolo dei prefetti, che secondo Bramboreff, sono inutili. I prefetti, oltre a svariati compiti amministrativi, rappresentano lo Stato sul territorio, con lo scopo tra l'altro di coordinare le autonomie locali ed evitare conflitti tra istituzioni locali che potrebbero causare disservizi ai cittadini. Salvini è nemico dichiarato dei prefetti,perchè non gradisce ingerenze dello Stato nelle Regioni, data la visione autonomista della Lega.

elgar

Mer, 22/07/2015 - 10:53

Salvini ha promesso che se dovesse andare al governo toglierà i prefetti come appunto diceva Einaudi. Questo goveno comunque è responsabile di aver creato lo scontro sociale e lo sfascio che è sotto gli occhi di tutti.

accanove

Mer, 22/07/2015 - 11:15

..origine..capacità...cultura.... angelino è adatto ad organizzare la raccolta dei pomodori, come sempre braccia sottratte all'agricoltura

Ritratto di Loudness

Loudness

Mer, 22/07/2015 - 11:33

Deve essere chiaro a tutti ed una volta per tutte che: a)Questi non sono profughi ma clandestini b)il 90% non scappa da nessuna guerra c)il 10% che scappa dalle guerre non avrebbe comunque titolo ad arrivare in Italia in quanto le leggi internazionali in tema di rifugiati e profughi, prevedono che coloro che scappano dalla guerra vengano accolti dal primo stato vicino che non è in guerra. Quindi se ci ritroviamo un senegalese qui (ed in Senegal non c'è la guerra) è solo un clandestino. Al Contrario se in Senegal vi fosse la guerra, i primi stati che devono ospitare il senegalese sarebbero Gambia, Mali, Mauritania e Guinea... poi eventualmente Marocco, Algeria, Niger, Nigeria, Liberia, Costa d'Avorio, Burkina Faso, Ghana, Togo, Benin... e di certo non l'Italia e/o l'Europa. -----SEGUE

Ritratto di Loudness

Loudness

Mer, 22/07/2015 - 11:37

d)lo Stato italiano, attraverso i politici, prefetti, forze dell'ordine (Marina, Polizia, GdF, Carabinieri ecc ecc) è di fatto complice con le mafie africane e locali che hanno fatto della tratta del negro un'affare miliardario. e)il soccorso in mare deve essere effettuato in caso di naufragio del natante, e non appena questi parte dal porto ed utilizzando mezzi dello Stato, con uomini dello Stato che di norma dovrebbero essere impiegati a difesa dello Stato e non come accade, per favorire l'invasione di clandestini. f)il Governo italiano sta predisponendo norme e leggi che obbligano comuni e regioni all'accoglienza forzata dei clandestini, quindi di fatto, il Governo è complice dell'invasione, del genocidio, e delle tensioni sociali conseguenti questa scelta scellerata. g)questo Stato non ha soldi per rimborsare imprese e pensionati, ma poi ha notevole disponibilità economica per i clandestini

seccatissimo

Dom, 28/02/2016 - 02:10

Oggi 28.02.2016 a tutti gli italiani ottimisti che speravano in un cambiamento dopo l'accenno ad una reazione dei prefetti, posso solo confermare che la situazione NON è cambiata per niente, che invece è addirittura peggiorata e che in futuro sarà catastrofica ! Qui se il popolo italiano non va in piazza e a Roma con i forconi, ben deciso a farsi valere ed a raddrizzare le cose, affonderemo presto nella merxa africana ed islamica !