Prorogato lo sfratto di Peppina. Tornata a casa: "Non mi muovo"

Peppina, l'anziana 95enne sfrattata torna nella sua casetta "abusiva" costruita dopo il terremoto. La figlia: "Invece dello Ius soli si pensi a questi casi"

Se non è una vittoria, almeno Giuseppa ha incassato un piccolo vantaggio. È tornata nella sua casa "abusiva", quella casetta di legno che i figli le avevano regalato dopo che la sua abitazione era crollata a causa del terremoto dello scorso ottobre. "Alle 7 ero già in piedi, ho recitato il rosario come sempre, e ho dovuto aspettare che si svegliassero anche loro per poter tornare qui. Ma ora non mi muovo", ha detto l'anziana 95enne al Carlino.

La decisione è quella di attendere il pronunciamento del Tribunale del Riesame, che dovrà esprimersi sul ricorso presentato da Giuseppe contro lo sfratto imposto nei mesi scorsi dal tribunale. In effetti la casetta di legno è abusiva, perché i permessi - richiesti dalla famiglia dell'anziana - non erano ancora arrivati quando è stata costruita. Ma Peppina vuole morire nel luogo dove è sempre vissuta. E quando ieri i parenti sono andati a prenderla per portarla via ha pianto lacrime amare.

"Sabato sera - racconta il genero Maurizio Turchetti al Carlino - sono stato contattato dai carabinieri forestali di Fiastra, che mi hanno comunicato la decisione della procura grazie alla quale siamo potuti tornare, almeno fino alla decisione del tribunale del riesame. Peppina sabato aveva pianto tutto il giorno, quando ha saputo che poteva rientrare le si è allargato il cuore, fosse stato per lei sarebbe tornata già sabato sera". Oggi quindi l'anziana è tornata nella sua casetta a Moreggini di San Martino, frazione di Fiastra.

La soluzione però potrebbe essere anche politica. Si sta studiando una sorta di condono per le abitazioni come quella di Giuseppa in modo da aggirare la decisione dei giudici. E infatti la figlia Gabriella Turchetti attacca: "Io mi auguro che, tra lo ius soli e la legge elettorale, si trovi il tempo per discutere anche la regolamentazione di casi come questo".

Commenti

ORCHIDEABLU

Lun, 02/10/2017 - 10:55

Ma come fa questa povera vecchina ad accontentarsi di vevere in una casetta di legno non fa freddo d'inverno?auguri se e' questo che desidera veramente,e con questo caso ho capito che anche quasi centenari si puo' essere utili alla societa',diventare un capro espiatorio per essere utile anche agli altri,oltre che a se stessi.

ziobeppe1951

Lun, 02/10/2017 - 11:08

ORCHIDEABLU... c'è chi ospita al caldo manzi da monta e gioisce nel vedere la vecchina morire di freddo.. La cosiddetta scuola sinistricola

Ritratto di alfredido2

alfredido2

Lun, 02/10/2017 - 11:12

Ogni tanto prevale il buon senso ; non c'è bisogno di leggi speciali ma solo di buon senso.

buri

Lun, 02/10/2017 - 11:32

sperismo che tutto finiscs bene malgrsdo ls burocrazis ottusa

Ritratto di giovinap

giovinap

Lun, 02/10/2017 - 11:44

orchideablu , se la casa in legno è costruita "a regola" è più calda di quella in muratura .

tosco1

Lun, 02/10/2017 - 11:45

Venga dato lo ius soli a Peppina , che vive in Italia da 95 anni , e che ancora non ha la cittadinanza, e i diritti che gli spettano.. Peppina first.! Comunque scommetto che quella casina in legno verra' assegnata poi a qualche pseudorifugiato migrante, in Italia senza alcun diritto.

Fjr

Lun, 02/10/2017 - 11:50

Ad alcuni suonerà strano che una donna di 95 anni preferisca vivere provvisoriamente in una casetta di legno piuttosto che in una casa più confortevole,visto l'approssimarsi dell'inverno,ma noi non possiamo capirle perché viviamo in un'altro tempo e realtà,dove l'attaccamento al proprio paese e al luogo dove siamo nati e vissuti per 70 anni con un bagaglio infinito di ricordi sembra una barzelletta,ammiro Peppina ,la sua forza e il non voler abbandonare quei luoghi, a quelli che continuano a giocare con l'esistenza di questa donna,dico rispettatela e non usatela per il soli biechi giochi politici o dentro o fuori non è un pacco da spostare a vostro piacimento

Ritratto di giuliano lodola

giuliano lodola

Lun, 02/10/2017 - 12:11

Se all'estero leggono questa storia la crederanno non vera e che il giornalista abbia scritto sotto i fumi dell'alcol. Crolla un paese e dopo un anno le macerie sono ancora al loro posto, la gente è senza casa e si condanna che senza chiedere nulla a nessuno provvede in proprio senza permessi, quali permessi chiedi tra le macerie, è l'unico abuso in Italia? incredibile la solerzia nei casi assurdi dove occorre il buonsenso che sarebbe gratuito. Non funziona nulla e vedono soltanto quella cosa che non danneggia non porta danno ma un poco di consolazione, quella che dovrebbe venire dallo stato. Non mi stupirei trovare vignette di questo fatto nelle barzellette

Ritratto di pasquale.esposito

pasquale.esposito

Lun, 02/10/2017 - 12:43

#Giuliano lodola.IO;SONO AL;ESTERO E PRECISAMENTE IN GERMANIA;MA QUI QUESTE PORCHERIE NON SI FANNO!PERCHE LA DIGNITÁ DELLE PERSONE É SPECIALMENTE DI UNA 95ENNE SONO SACRE QUI IN GERMANIA!MA QUESTO É UN PAESE IN CUI IL COMUNISMO DOPO LA GUERRA E STATO PROIBITO!ED É PER QUESTO CHE LA GERMANIA E DIVENTATA UNA NAZIONE SERIA É COSI POTENTE DA DOMINARE L;EUROPA!PERCHE SE UN PAESE HA UN SISTEMA COME QUELLO COMUNISTA; QUESTO PAESE É DESTINATO ALLA ROVINA!.

moshe

Lun, 02/10/2017 - 13:21

uno stato che mantiene cani e porci invasori negli alberghi e nega a questa Signora di rimanere nella sua casa è uno stato indegno di esistere, peggio del regime staliniano !!!!!

massmil

Lun, 02/10/2017 - 14:36

grande giuliano lodola

Ritratto di malatesta

malatesta

Lun, 02/10/2017 - 15:10

E' ormai storia nota..deboli con i forti, ma poi...forti, inflessibili rigorosi, inamovibili e "duri" con i piu'deboli..ma questo caso, degno di un primato mondiale di stupidita', li supera veramente tutti.. agli occhi attenti di giudici "tutti d'un pezzo" questa pericolosissima "criminale" va assolutamente assicurata alla giustizia italiana.Vorrei ben vedere..!

alfa553

Lun, 02/10/2017 - 17:22

Non e' una povera vecchia, e manipolata dai figli perché e con loro che dovrebbe andare a vivere, spero di vederla scivolare a terra e vedere a chi danno la colpa, al governo?

Ritratto di Cali85

Cali85

Lun, 02/10/2017 - 17:53

Se si fosse chiamata " Carminati " nessuno le avrebbe rotto le scatole !!!

Ritratto di Azo

Azo

Lun, 02/10/2017 - 17:56

Nel momento del bisogno, lo stato e la giustizia sono assenti, sono troppo impegnati, con matrimoni GAY e LESBO, con lo jus soli e ci vuole la stampa e la televisione, per portarli alla realtà, "FUORI DALLE CORRUZIONI ED ALLE RUBERIE, DI CUI SONO MAESTI E SPECIALISTI". A parole sono dei grandi maestri, dei veri ciarlattani, FIGLI DI Cagliostro, ma quando si parla di fatti, SI VEDE LA LORO VERA INDOLE???

Ritratto di elkid

elkid

Lun, 02/10/2017 - 18:02

---boh ---sta vecchina ha più attaccamento ai luoghi di gioventù che ai figli nipoti e bisnipoti---mah----pasquale.esposito dici un sacco di fesserie ---ma proprio tante---però sei giustificato dal fatto che sei andato in germania a lavorare di brutto e non puoi essere anche colto--

aredo

Lun, 02/10/2017 - 19:11

Quindi adesso i cattocomunisti '68ini filo-islamici di sinistra=mafia faranno proroghe su proroghe in attessa che la signora schiatti presto così da fargli salvare la faccia e poi rapidamente togliersela dalle scatole ?

Cheyenne

Lun, 02/10/2017 - 19:42

FORZA PEPPINA RESISTI A QUESTO IGNOBILE STATO CHE NON TI TROVA UN CASA PIU' CONFORTEVOLE MENTRE STANZIA MILIARDI PER COSTRUIRE CASE ALL'INVASORE

ghorio

Lun, 02/10/2017 - 19:43

Quando la burocrazia merita di essere cancellata! Ma in Itali purtroppo impera sempre, nonostante da 50 anni si dica , si scriva , etc che bisogna abbatterla , nel senso di eliminarla o quasi.

Demy

Lun, 02/10/2017 - 20:40

X Fjr - le sue parole sanno di saggezza ed umanità, fattori che mancano ai politici e magistratura. Saluti

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Lun, 02/10/2017 - 23:01

Se non ci fosse stato l'eco mediatico, la povera nonnina sarebbe stata mandata via dai soliti parrucconi. Figura pelosa hann ofatto rimandandola indietro. Erano così convinti di essere nel giusto, invece hanno perso la faccia due volte.

il sorpasso

Lun, 02/10/2017 - 23:03

Abbiamo una burocrazia ottusa che non ha neppure il rispetto di una novantacinquenne poi un migrante fa del casino in giro (per non dire altro) e non viene messo in galera neppure per una notte. Vergogna vergogna!

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Mar, 03/10/2017 - 07:58

In questi frangenti talune leggi dovrebbero essere sospese e ripristinate al ritorno della normalità: ricostruzione delle abitazioni per i residenti del Comune e diffida a ripristinare lo stato dei luoghi vista la cessata precarietà.