Il Prosecco Canti,il lusso di Harrodse la social machine

Canti celebra il 95% delle esportazioni nel mercato inglese con l’apertura di uno speciale "Prosecco Bar" da Harrods. E fa il bis con una terrazza al Gum di Mosca

Un'annosa battaglia. Da diverso tempo ormai, sul mercato britannico lo Champagne, da sempre preferito dagli inglesi, e il Prosecco si sfidano in una gara all'ultima bollicina. Ma, negli ultimi anni, il made in Italy ha conquistato gran parte del mercato. Insomma, stiamo entrando nel decennio del Prosecco. E non solo in Gran Bretagna. Stessa scena anche in Russia. Per celebrare questo successo Canti ha aperto di uno speciale "Prosecco Bar" da Harrods e una terrazza d'eccezione al Gum di Mosca.

Secondo le ultime ricerche di Wine intelligence, il Prosecco sta prendendo sempre più piede. "I consumatori dicono che amano questo vino perché ha un gusto gradevole, un costo contenuto, ma un'immagine sofisticata", spiegava nei giorni scorsi l'autorevole rivista inglese Harpers. Insomma, il Prosecco è sempre più considerato un lifestyle symbol in linea con il moderno e l'informale. Su questa fetta di mercato sta puntando - ormai da dieci anni - Canti, marchio appartenente all’azienda vinicola dei Fratelli Martini Secondo Luigi che, dal 2002, è il primo vino ambasciatore di italianità nel mondo.

Canti, l'italian wine style. L’esordio nel mercato inglese e la rapida conquista dei mercati internazionali ha reso Canti un eccezionale esempio di fusione tra la qualità italiana e il marketing creativo. Oggi, con una nuova immagine legata sempre più alla moda e al design made in Italy, il marchio si affaccia da protagonista sui mercati russo e orientale, continuando la sua conquista del mondo. Il "Prosecco bar" ad Harrods ne è la riprova: per celebrare il suo ritorno nei magazzini del lusso Canti ha scelto di sperimentare la nuovissima tecnologia della social machine e portare Facebook nel mondo reale. La tecnologia sviluppata dalla 77Agency, una web agency nata a Londra nel 2003 dall’unione di quattro ragazzi italiani under trenta protagonisti della Internet Economy inglese, rende infatti possibile un’interazione fisica tra gli utenti e il social network.

La straordinaria avventura della Fratelli Martini Secondo Luigi ha inizio nel 1947. Quella di Secondo e Luigi Martini si rivela fin dagli esordi una grande storia d’amore per il vino e lo spumante di qualità delle Langhe, terra naturalmente propizia al germogliare di grandi epopee enologiche. Ai vini che producono danno il nome di Sant'Orsola, la santa a cui è dedicata la chiesa che sorge nella cascina dove sono nati. L’azienda si sviluppa grazie all’impegno, alla dedizione e alla salvaguardia delle origini. Quando il successo diventa internazionale, non viene mai meno il rapporto intenso che lega Secondo e Luigi Martini alla terra d’origine. Nel corso del tempo il sentimento di tradizione e delle origini si rafforza tanto che Sant'Orsola viene sempre di più legata alla storia e ai valori della famiglia. Sant'Orsola diventa Casa Sant'Orsola e la storia di una famiglia, cominciata da Secondo e Luigi fino Gianni Martini, attuale presidente, nel 2011 si apre alla terza generazione con l’ingresso in azienda di Eleonora figlia di Gianni. La promessa di un grande futuro e la consapevolezza di un glorioso passato.