Prostitute bandite da Firenze, gli altri sindaci protestano: "Tutte da noi"

La protesta del sindaco di Calenzano, nella città metropolitana di Firenze: "Col divieto di Nardella vengono tutte qui. Sto pensando al Daspo per clienti e lucciole"

Non sono passate nemmeno due settimane dall'ordinanza con cui il sindaco di Firenze Dario Nardella ha introdotto sanzioni speciali per chi va a prostitute che già le lucciole - com'era prevedibile - si sono spostate al di fuori del territorio comunale.

Il fenomeno ha assunto dimensioni tali da spingere altri amministratori dei Comuni limitrofi ad adottare procedure drastiche. Come riferisce La Nazione, le reazioni dei sindaci dei paesi confinanti con il capoluogo sono state varie ma comunque tutte significativa. Il primo cittadino di Calenzano, Alessio Biagioli, si è avvalso dei poteri speciali conferiti ai sindaci dal decreto Minniti per emettere una serie di misure eccezionali.

Biagioli ha emesso un'ordinanza con cui si vieta la richiesta o l'accettazione di prestazioni a pagamento, con particolare riferimento a determinate zone della città. Oltre alle sanzioni di 200 euro è prevista anche la possibilità di emettere Daspo urbano sia per i clienti che per le prostitute. Niente arresto come nel capoluogo toscano, dunque, ma comunque la possibilità di essere allontanati e banditi dal territorio comunale.

Con il rischio, inevitabile, che si inneschi un effetto a catena. Di qui le proteste di Biagioli: se Nardella avesse agito in qualità di sindaco metropolitano e non solo da sindaco di Firenze, la questione sarebbe stata gestita con molta più efficienza.

Commenti

jenab

Ven, 29/09/2017 - 11:03

e fare come negli altri paesi, riaprire le "case chiuse"? troppo difficile? ormai viviamo in un buonismo esasperato fuori dalla realtà

Ritratto di gzorzi

gzorzi

Ven, 29/09/2017 - 11:05

Il problema e' che molti "itagliani" falliti possono permettersi la patata solo a pagamento. Allora riapriamo le case chiuse, cosi' mettiamo tutti in regola e la puoi scaricare dal 730...

Siciliano1

Ven, 29/09/2017 - 11:10

Adottare metodo fiammingo. Case chiuse, controlli adeguati in quartieri dedicati e tassate normalmente. Vedrete che nessuno più si ribellerà.

Ritratto di Omar El Mukhtar

Omar El Mukhtar

Ven, 29/09/2017 - 11:28

E poi i puritani italiani come potrebbero godersi tutta quella bella ciccia africana minorenne? Mica nelle case chiuse e controllate ci puoi mettere immigrate irregolari e minorenni! Ovvero la ciccia più ricercata da buoni padri di famiglia di italica stirpe.

Ritratto di bobirons

bobirons

Ven, 29/09/2017 - 11:29

Sindaci di comuni limitrofi, di cosa vi lamentate ? Non volete le lucciole ? Fate come vorrebbe fare Nardella, mettete i bastoni fra le ruote. Sempre che la solita burocrazia non si appelli alla privacy, alla flagranza, ai documenti di lei che spesso o non ha o cambia. A parte questo, i commentatori che mi hanno preceduto dicono cosa giusta, riaprite le case, controllate sanitariamente, fate pagare le tasse. E che cribbio, ogni persona ha diritto di guadagnarsi la vita vendendo quel che ha, ma poi dichiarazione dei redditi e imposta sul percepito (oltre l'IVA ?).

Ritratto di elkid

elkid

Ven, 29/09/2017 - 11:35

-il sindaco di firenze si rivela molto miope e soprattutto fuori dal mondo e dai tempi contingenti che stiamo vivendo-bisognerebbe considerare la prostituzione volontaria e ripeto volontaria né più né meno che un lavoro come un altro-le amministrazioni comunali dovrebbero organizzarsi e far aprire molteplici case chiuse nei punti strategici della città-dove tutto si svolge perfettamente in regola-nel rispetto delle condizioni sanitarie e libero arbitrio-si avrebbe l'effetto di togliere un favoloso business alle mafie-ci sarebbero fiumi di introiti fiscali-abbattimento della disoccupazione sia maschile che femminile-e soprattutto un calo vertiginoso degli stupri-poichè sia gli italioti che migranti con le "voglie" potrebbero soddisfare i propri bisogni a prezzi modici e concorrenziali-le strade sarebbero decisamente più libere e sicure-ed al diavolo tutte le ipocrisie catto-destricole-swag ganja

Ritratto di Roberto_70

Roberto_70

Ven, 29/09/2017 - 11:50

In Italia invece che risolvere spostiamo il problema. Quello che sta facendo Firenze è ridicolo, come ridicola la politica inerme che non ha il coraggio di dare dignità ad una professione che, fuori dagli schemi della malavita, non fa del male a nessuno, anzi.

nonnoaldo

Ven, 29/09/2017 - 12:01

Ogni tanto, purtroppo assai raramente, anche Elkid ne scrive una giusta.

Ritratto di Flex

Flex

Ven, 29/09/2017 - 12:07

Possibile che ancora oggi non si voglia affrontare il problema "prostituzione" per quello che è "un mestiere", sfruttamento a parte. Basta nascondersi dietro un "dito", bigotti e clericali predicano bene ma razzolano male, la cronaca ce lo insegna tutti i giorni. I politici dimostrino di essere al'altezza una volta tanto, senza "sottomissioni Vaticane" e legalizzino la prostituzione con annessi e connessi, sanità, tasse, pensione.

roseg

Ven, 29/09/2017 - 12:24

Bravo elpirl, per fare un commento cosi lucido ed assennato che ti sei fumato... basilico o rosmarino???

Ritratto di Omar El Mukhtar

Omar El Mukhtar

Ven, 29/09/2017 - 12:34

Flex: regolarizzare anche la prostituzione delle ragazzine minorenni africane in Italia in stato di illegalità? Perché è quella la ciccia che attira di più i buoni padri di famiglia italiani.

Ritratto di alfredido2

alfredido2

Ven, 29/09/2017 - 12:36

E' il mestiere più vecchio del mondo : basta riaprire le famose "case chiuse" .

ginobernard

Ven, 29/09/2017 - 12:36

"Il problema e' che molti "itagliani" falliti possono permettersi la patata solo a pagamento" secondo me è la maggioranza. Anche le mogli costano. Mica la danno gratis.

ginobernard

Ven, 29/09/2017 - 12:39

"Possibile che ancora oggi non si voglia affrontare il problema "prostituzione" per quello che è "un mestiere"" ma cosa pretende ? in un paese in cui il candidato premier DEL NUOVO CHE AVANZA bacia una ampolla con il sangue di un santo. La prossima è mettersi un cilicio ? voglio dire ... non siamo propriamente un paese evoluto. C'è ancora troppo voodoo in giro da noi. Forse ci vogliono ancora un centinaio di anni e qualcosa cambierà. Ma non è detto. Si può anche regredire e di brutto.

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Ven, 29/09/2017 - 12:40

@omar, neiPaesi arabi esistono le lucciole. O magari non lo msanno e le prendono per lanterne?

Ritratto di Mario Galaverna

Mario Galaverna

Ven, 29/09/2017 - 12:43

Ragazzi, si fa come nell'islam, si sposa la prostituta che diventa tua moglie per il tempo di consumare il matrimonio. Due testimoni al seguito che certificano l'avvenuto matrimonio e poi l'avvenuto divorzio, con buona pace dei baciapile.

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Ven, 29/09/2017 - 12:45

per quale motivo non si può cambiare una legge che è stata emessa molti anni fa? Riaprite le case chiuse! La Merlin non voleva chiuderle per metterle fuori, le voleva chiudere per non farle esercitare più. Una cosa che non è stato possibile quindi, o è reato oppure lasciatele ma con tanto di fattura. Che paghino anche loro le tasse.

ziobeppe1951

Ven, 29/09/2017 - 12:45

elpirla di Montevecchia... guarda che, a non volere le case chiuse, sono i sinistricoli, non i destricoli... chi c'è al sgoverno? .. ne azzeccassi una giusta....

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Ven, 29/09/2017 - 12:54

Cribbio, con tutti i debiti della pubblica amministrazione, opere pubbliche che scialacquano milioni di €uri, manifestazioni causate dall'esasperazione dei cittadini elettori contribuenti finalmente una città di cui si può dire che ... tutto non va a puttane.

caren

Ven, 29/09/2017 - 13:06

La legge Merlin, quella che fece chiudere le case di tolleranza, fù votata ed approvata dal Parlamento nel 1958, dopo anni di iter parlamentare, nel quale si susseguirono accesi dibattiti e polemiche, pro e contro. Fino ad allora eravamo un Paese "moderno", almeno sotto il profilo dell'immagine. Io sono del parere che bisogna riaprire "quelle case", per rimettere ordine e "pulizia" sulle strade. Ma sono convinto anche che, allo stato attuale delle cose, sarebbe impossibile. Troppi "interessi" entrano in gioco.

baronemanfredri...

Ven, 29/09/2017 - 13:12

DOVE C'E' LA TOLLERANZA L'ACCOGLIENZA IL BUONISMO CI SONO I PAPPONI, TANTO SANNO CHE HANNO LA POLITICA DALLA LORO PARTE

VittorioMar

Ven, 29/09/2017 - 13:14

....COME E' BELLA FIRENZE NELLA SUA CORNICE ARTISTICA E DI DECORO URBANO !!...FA CONCORRENZA ALLE "VETRINE" DI AMSTERDAM !!

igiulp

Ven, 29/09/2017 - 13:26

Questo succede alle cosiddette "città metropolitane", volutamente create per spostare i problemi dalle grandi città alle piccole. Così tutto il territorio ne viene impestate. Vale per tutti quei sindaci delle città minori che smaniavano dal desiderio di sentirsi importanti. Beccatevi tutta la porcheria che ne esce.

Malacappa

Ven, 29/09/2017 - 13:27

Mandatene alcune da me ho una casa grande le ricevo con molto piacere.

Cheyenne

Ven, 29/09/2017 - 13:50

SIAMO FUORI DI TESTA VOGLIONO ABOLIRE IL MESTIERE PIU' ANTICO DEL MONDO CON LE LORO STUPIDE ORDINANZE. SI RIAPRANO I CASINI ABOLITI PER COLPA DI QUELLA BIGOTTA DELLA MERLIN IN COMBUTTA CON I PIU' BIGOTTI DEMOCRISTI E COME RUOTA DI SCORTA DEL PCI A CUI DOBBIAMO ANCHE LA COSTITUZIONALIZZAZIONE DEI PATTI (SCELLERATI) LATERANENSI

polonio210

Ven, 29/09/2017 - 14:11

Qualora sbagliassi correggetemi:la prostituzione,sia femminile che maschile,in Italia non è un reato.Frequentare e pagare una persona che liberamente si prostituisce non è,ancora,un reato.E' reato avere rapporti sessuali con persone minori che si prostituiscono o meno,ma questo non è il contendere in questo articolo.Ergo tutte le multe e tutte le sanzioni varie,inflitte ai clienti ed a coloro che si prostituiscono,sono un atto illegale.Come è illegale allontanare da un comune chi si prostituisce e chi ne usufruisce.Prima bisogna cambiare la legge,magari rendendo la prostituzione legale solo in appartamento,facendo così pagare le tasse a che esercita questo mestiere e poi punire i trasgressori:le persone che si prostituiscono per strada ed i loro clienti.I multati dovrebbero impugnare le multe fino alla Corte Costituzionale.

Ritratto di elkid

elkid

Ven, 29/09/2017 - 14:18

---ziobeppe1951---in senso di dottrina propriamente detta----i "dio patria famiglia" siete voi --che predicate bene e razzolate malissimo---famiglia si --ma a casa però-serve da alibi--mentre il politico destricolo famoso -che fa l'omofobo da mane a sera in parlamento---fa finta di perdersi a roma guarda caso nella strada frequentata dai trans---o i preti di dio patria famiglia --che di giorno fanno gli antibergogliani --di notte--svestita la stola--vanno a caccia dei pacchi regalo neri---potrei fare nomi che sisussurrano--ma evito---per non beccarmi querele a gogò--ganja

Ritratto di aresfin

aresfin

Ven, 29/09/2017 - 14:33

@Omar El Mukhtar: caro Somar el Bovar, guarda nel tuo Paese di origine, dove le minorenni con la ciccia scura sono obbligate a sposarsi e perciò sono obbligate a fare le prostitute dei maschi mussulmani come te. Prima di aprire bocca (la cloaca massima) tenta almeno di fare i collegamenti, ma mi rendo conto che per te non è facile.

accanove

Ven, 29/09/2017 - 14:39

un pò di putanismo non ha mai ucciso nessuno anzi, opportunamente gestito e tassato può sistemare tante casse comunali, sarebbe ora di dare tanti saluti alla Merlin, "Grazia" toccata solo a noi italiani purtroppo, agli altri toccò Graziella e Grazialc....

Ritratto di bandog

bandog

Ven, 29/09/2017 - 14:48

Omar El Mukhtar,già,già, voi, non lo fate..al massimo,le minorenni, le sposate con matrimonio a tempo se sono muslims,diversamente le violentate e..basta, vero???

Reip

Ven, 29/09/2017 - 14:51

Questa è la volta buona che a Firenza crolla il PD:)!!!

ESILIATO

Ven, 29/09/2017 - 14:53

La Merlin ha rovinato l'Italia....rivogliamo i casini....

baronemanfredri...

Ven, 29/09/2017 - 14:53

SCUSATE OMAR EL MUKHTAR QUANDO PARLO NON TIRA MAI LA CATENA

Tarantasio

Ven, 29/09/2017 - 14:56

adesso sappiamo per certo cosa vengono a fare in Italia le ragazzine minorenni africane...

Ritratto di elkid

elkid

Ven, 29/09/2017 - 14:57

---polonio210---l'ordinanza cervellotica del sindaco è il divieto di contrattazione --vatti a vedere nel merito di cosa si tratta---anche se è difficilissimo da applicare in realtà ---la paura in questo caso ha fatto novanta---occorrerebbe che un vigile urbano si materializzasse dal nulla nel momento in cui il cliente ed il prestatore d'opera si mettessero d'accordo sui soldi in cambio di cosa--poi le ordinanze possono essere impugnate facilmente --se non hanno crismi di costituzionalità

pasquinomaicontento

Ven, 29/09/2017 - 14:59

Ai preti sai quanto je ne frega, loro c'hanno le loro riserve de caccia nei tanti e tanti istituti per monache che, assatanate come sono de quer coso lì,aspettano sempre l'idraulico (possibilmente giovane e piacente)che jaggiusti e' rubinetto che butta...

Ritratto di elkid

elkid

Ven, 29/09/2017 - 15:14

---pasquinomaicontento---magari si accontentassero solo delle suore---il fatto è che la cronaca purtroppo ci dice altro

carpa1

Ven, 29/09/2017 - 15:37

E cacciatele anche voi! I casi sono due: 1) non ne siete capaci, 2) per qualche recondita ragione vi fanno comodo.

leopard73

Ven, 29/09/2017 - 16:21

APRI LE CASE Anziché BANDIRLE SINDACO KOMUNISTA!!!!

toni175

Ven, 29/09/2017 - 16:38

Cacciatele anche voi, invece di piangervi addosso come femminucce.

Holmert

Ven, 29/09/2017 - 16:46

Riaprite i casini piuttosto.chi li aveva messi non era mica scemo.Scemo fu chi li tolse ed ha trasformato molte strade cittadine in lupanari a cielo aperto.I casini no,secondo la solita sinistra sfascista, la prostituzione sulle strade, sì. e poi che fa il sindaco sinistro? Le caccia ,pensando di risolvere il problema.Povero illuso!

19gig50

Ven, 29/09/2017 - 17:56

Da che mondo è mondo esiste la prostituzione! Questi incapaci, invece di regolamentarla con le case chiuse, sfrattano le lucciole dalle proprie città. Cojotes.

Ritratto di REDUCE

REDUCE

Ven, 29/09/2017 - 21:13

RIAPRIRE LE CASE CHIUSE!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!