Puglia, bimbo ingerisce hashish: è grave

È il secondo caso nell'ultimo mese in Puglia: sono da chiarire le dinamiche dell'episodio

Un bambino di 16 mesi è stato ricoverato nell'ospedale Giovanni XXIII di Bari dopo aver ingerito un pezzo di hashish trovato probabilmente a casa dei genitori nel Brindisino.

I genitori si sono accorti che il bambino aveva problemi di respirazione e l'hanno portato immediatamente all'ospedale di Ostuni dove è stata fatta la diagnosi: intossicazione da sostanze stupefacenti.

Adesso il bimbo è ricoverato in terapia intensiva ed è sedato: "È la procedura che si utilizza in questi casi, gli abbiamo somministrato alcuni farmaci per cercare di fargli smaltire gli effetti dell'ingestione della sostanza stupefacente", ha riferito il medico.

"Non è ancora chiaro se l'ingestione possa aver creato problemi più seri bisogna capire per quanto tempo il bambino ha avuto problemi di respirazione. Noi però siamo ottimisti". I genitori sono stati interrogati nel frattempo dalla polizia.

Una vicenda simile è accaduta meno di un mese fa nella provincia di Barletta-Andria-Trani dove un bambino di 18 mesi è finito in coma dopo aver ingerito hashish in casa dei genitori trentenni.

Commenti
Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Sab, 17/12/2016 - 17:50

"da chiarire le dinamiche dell'episodio"!!! Capirai cosa c'è da chiarire. Il bambino ha trovato un tocco di fumo e se l'è mangiato, come normalmente capita a quell'età con qualsiasi piccolo oggetto capiti loro tra le mani. Quello che mi lascia perplesso è la strisciante strumentalizzazione del caso in quanto trattavasi di hashish, a fronte delle migliaia di casi che si verificano ogni anno, a volte con esiti purtroppo fatali, di ingestione di farmaci o prodotti per la casa.

Ritratto di stenos

stenos

Dom, 18/12/2016 - 10:19

Vedrete cosa succedera' quando il pd liberalizzera' la droga.