Puglia, obeso non trova una tac adatta al suo peso e muore

È avvenuto in Puglia dove un uomo obeso, non avendo trovato una tac adatta al suo peso, è morto in ospedale all'età di 45 anni nell'ospedale Santissima Annunziata di Taranto

L'uomo aveva 45 anni e aveva girato tutta la Puglia prima di morire all'età di 45 anni nell'ospedale Santissima Annunziata di Taranto, era obeso e aveva avuto problemi nel trovare una tac adatta al suo peso

Luca Vecchione aveva 45 anni e in tutta la Puglia non ha trovato una tac adatta al suo peso, 180 chili. A riportare la notizia è Il Messaggero che cita anche le parole del fratello che denuncia:"Luca aveva molte patologie, e sarebbe morto comunque: perciò oggi non chiedo giustizia o un risarcimento danni, quello che voglio è un piano per l'acquisto di Tac per grandi obesi, affinché a nessun'altro succeda quello che è successo a mio fratello". L'uomo è morto domenica scorsa in ospedale, dopo essersi recato giovedì sera in seguito ad una caduta in cui si era fratturato un braccio. Successivamente, durante il ricovero, il 45enne aveva iniziato ad avere alcuni dolori allo stomaco. Era necessaria una tac che però non è stato possibile fare visto che tutti i macchinari in Puglia non erano adatti al suo peso e alla sua mole.

Il consigliere regionale di Direzione Italia, Renato Perrini, ha preso a cuore la storia di Vecchione e ha dichiarato:"nel Tarantino, ma forse nell'intera regione, non esistono macchinari diagnostici in grado di poter visitare un obeso. Assurdo se si pensa che l'obesità, vera e propria malattia, cresce a un ritmo dell'8% all'anno e in Puglia, in modo particolare, interessa il 13% della popolazione".

Non è la prima volta che in Puglia si hanno problemi con la tac, soltanto qualche mese fa un uomo di 47 anni è morto dopo aver trovato una tac non funzionante.

Commenti

VittorioMar

Mer, 12/09/2018 - 11:25

...avete avvertito il Presidente della REGIONE ??...o si dedica solo ad aumentare i costi delle tariffe compreso l'acqua ??