Qualcosa in Comune

Una città turistica vive di propaganda; e mai di Sutri si è parlato tanto come in questi mesi, con curiosità e attenzione

Una città turistica vive di propaganda; e mai di Sutri si è parlato tanto come in questi mesi, con curiosità e attenzione. Il bilancio ci è stato trasferito senza un euro. Ora cittadini infedeli, come Elisabetta Fardin e Serena Bernabei, polemizzano su dettagli come l'adesione al «plastic free challenge», fingendo di ignorare che il Comune di Sutri è stato ospite del comune di Deruta per ordinare 400 fioriere di terracotta, che presto arriveranno. Come sarà realizzata la nuova illuminazione, e intitolate strade a Pasolini, Croce, Sciascia, Bufalino, Primo Levi, Ariosto, Pavese e altri grandi italiani. Delira la Sacchi dicendo che: «Sgarbi si diletta in pranzi, cene, colazioni, selfie, sorrisi, passerelle, mostre, promesse»; ignorando che io ho ottenuto la disponibilità di palazzo Doebbing, sede vescovile, per attività che hanno, grazie a me, il finanziamento di 50mila euro dalla fondazione «Terzo pilastro». Altri 100mila euro sono stanziati per il Mitreo. Secondo i malpensanti: «Qui tutto tace, tutto è fermo». In verità, nulla tace e nulla è fermo. Dal 12 settembre la città sarà animata da «voci a Sutri», con ospiti d'eccezione da Luca Doninelli a Moni Ovadia, passando per Pietrangelo Buttafuoco. Sutri sarà un'agorà. E il 14 settembre arriveranno, in palazzo Doebbing, il capolavoro di Pellizza da Volpedo «Idillio verde», e una serie di dipinti sul tema «la bellezza di Dio», introdotti da un concerto dell'Orchestra sinfonica della Fondazione Roma. Basta?

Commenti

virago535

Lun, 20/08/2018 - 19:36

Si sa...l'invidia altera la vista

Ritratto di Atomix49

Atomix49

Lun, 20/08/2018 - 19:39

E che pensavi Grande Sgarbi che ti srotolassero il tappeto rosso? Purtroppo il cane al quale viene sfilato l'osso di bocca, per lo meno ti azzanna se non sei svelto a ritirare la mano. Purtroppo la Kultura è "roba loro" per antonomasia e sul quel campo sono ossi duri. Solo un piccolo consiglio, non dimentichi anche gli eventi non proprio culturali ma di richiamo, cerchi di aprire le porte di sutri all'interesse generale con eventi, sagre e manifestazioni non proprio vicine alla cultura con la C maiuscola.

oracolodidelfo

Mar, 21/08/2018 - 07:20

Magari Vittorio Sgarbi venisse a fare il Sindaco al mio Paesello! Abbiamo un'abbazia risalente a S. Benedetto della quale è stato fatto scempio. Lo sapesse il prof. Sgarbi, chissà quali tuoni, fulmini e saette!