Quando la coppia è unita (anche sul lavoro)

Io penso sia vero proprio il contrario. Che gli innamorati debbano stare il più possibile insieme a casa, sul lavoro, in vacanza

Oggi molti pensano che la coppia abbia bisogno di distanza e di diversità. Secondo costoro due persone che stanno sempre insieme, in casa, sul lavoro, in vacanza, finiscono per dirsi le stesse cose e, quindi, per non offrire all'altro nulla di nuovo. È perciò meglio che facciano lavori separati, in luoghi diversi cosi si arricchiscono con altre esperienze. E, quando si incontrano, ciascuno avrà qualcosa di stimolante da raccontare.

Ma è giusta questa tesi, è sostenibile? Io penso sia vero proprio il contrario. Che gli innamorati debbano stare il più possibile insieme a casa, sul lavoro, in vacanza. Affrontare la vita come un'avventura, fianco a fianco, con i suoi problemi, le sue difficoltà, le sue lotte. Due persone che hanno esperienze con gente diversa, in ambienti diversi, con problemi diversi hanno sì tante cose nuove da raccontarsi però non se le raccontano. Le cose che ci appassionano sono quelle che riguardano entrambi. La vita professionale, i problemi, il rischio affrontato insieme è eccitante, unisce. Lo vediamo nell'artigianato, nelle piccole imprese, nella libera professione dove i membri della coppia possono costruire insieme il futuro. Molte aziende d'eccellenza sono nate proprio dalla coppia e dalla famiglia.

Purtroppo l'organizzazione moderna del lavoro, soprattutto quella delle grandi imprese o del settore pubblico, sembra fatta apposta per dividere la coppia. Vuole l'individuo isolato, libero di spostarsi, senza figli. Anche in campi come la ricerca scientifica in università la coppia viene avversata per paura di favoritismi, dimenticando che molte famose scoperte sono nate proprio dal lavoro di coppia come nel caso di Marie e Pierre Curie, di Graham Bell e sua moglie Mabel. E le esigenze di lavoro e di carriera spesso finiscono per dividere le giovani coppie nel periodo in cui stanno vivendo il loro primo grande amore. Dovendo fare stage o lavori all'estero restano lontani troppo a lungo e talvolta si lasciano liberi. Quelli profondamente innamorati dovrebbero invece restare in continuo rapporto amoroso anche a distanza e, in seguito, cercare con astuzia occasioni di studio e di lavoro tali da poter abitare a lungo insieme. Il primo grande amore è un oggetto prezioso da conservare con cura.

Commenti
Ritratto di Dario Maggiulli

Dario Maggiulli

Dom, 28/01/2018 - 17:48

Da quale film ha tratto ispirazione Professor Alberoni ??? - La realtà è spaventosa. -- 17,48 - 28.1.2018

emigrante

Dom, 28/01/2018 - 19:46

Potrebbe essere il film della mia vita tra i 50e i 65 anni, con qualcosa di piu'. Un film stupendo. Perso tutto e alla disperazione, ho cercato nuovi stimoli in Africa. Ed ho incontrato una Donna stupenda, con la quale ho trovato un perfetto affiatamento in Sala Operatoria. Non avevamo nulla oltre all'essenziale, e negli Ospedali ove siamo stati ero l'unico chirurgo. Giorno e notte tra urgenze chirurgiche e parti, noi due, per poi piombare nel sonno esausti ma felici di aver contribuito, con l'aiuto di Dio, a salvare qualcuno. Ora le circostanze ci vogliono separati la maggior parte dell'anno, ma l'Amore rimane, arricchito da due meravigliose, giovani creature. Sia piu' ottimista, Signor Maggiulli! La felicita', condita da tanti sacrifici, puo' sbocciare improvvisa, per chiunque.

Ritratto di Dario Maggiulli

Dario Maggiulli

Dom, 28/01/2018 - 20:45

Oh, se sono stato ottimista !!! - Ti invito a cercare le mie foto su google plus al mio sito, capirai. Ma, poiiii, col tempooooo.... La vita non si ferma ai primi 'giorni' felici, va avanti, entrando nel famoso tunnel. - Detto questo, ti auguro tutto il bene di questo mondo, insieme al resto del tuo paradiso. -20,45 - 28.1.2018

Ritratto di Dario Maggiulli

Dario Maggiulli

Dom, 28/01/2018 - 21:05

Due cose ancora. La mia replica può essere contestata perchè non ho rispettato il tuo narrato, che è stato preciso nei tanti passaggi, ok. Però pure Giobbe in tarda età vide rovesciarsi la fortuna. Riconoscendoti comunque sorta diversa. Il mio non è pessimismo. Con l'aiuto di Dio (anch'io), sono approdato ad una nuova visione delle cose, disancorandomi da tutti quei 'gadget' promozionali della vita felice, inserendomi in una filosofia di acciaio che mi traghetta nel vero shangri-la. - A ciascuno il suo - 21,05 - 28.1.2018

Ritratto di beatoangelico

beatoangelico

Dom, 28/01/2018 - 21:12

Meraviglioso. Due polarità, un'unica vita.

senatoreromano

Dom, 28/01/2018 - 22:57

L'essenza dell'Amore è il dono di sé che la persona amante fa alla persona amata. È uscire da se stessi per incontrare l'altro, "donare la propria anima" con i suoi carismi e le competenze. Dapprima non può non essere concupiscenza e carnalità ed ha bisogno dei suoi luoghi e dei suoi tempi. Dopo tenderà a diventare benevolenza e anche valenza sociale.

Mechwarrior

Lun, 29/01/2018 - 11:06

State sereni. l'amore è solo un trucco della natura per far proseguire la specie umana.