Da Quasimodo alla Grande guerra maturità al via per 500mila ragazzi

Oggi la prima prova. Tra le tracce i versi di Quasimodo, il centesimo anniversario della prima guerra mondiale, il tema del dono nell’arte, la violenza e la non violenza

I versi della poesia Ride la gazza, nera sugli aranci di Salvatore Quasimodo, il centesimo anniversario della prima guerra mondiale per riflettere su come è cambiata la situazione del Vecchio Continente in un secolo, una frase di Renzo Piano. E ancora: il tema del dono nell’arte, la violenza e la non violenza, le nuove responsabilità sotto il profilo socio-economico e la tecnologia pervasiva. Sono quasi cinquecentomila i ragazzi che questa mattina hanno iniziato gli esami di maturità. Si comincia con lo scritto di italiano. Seguirà domani la seconda prova, diversa per tutti gli indirizzi ma preparata dal ministero dell'Istruzione. Lunedì prossimo i maturandi dovranno poi affrontare il terzo scritto, predisposto in questo caso dalle commissioni.

La poesia di Quasimodo tratta dalla raccolta Ed è subito sera per l’analisi del testo. Il saggio sull’ambito artistico-letterario, invece, verte sul tema del dono. Tra gli spunti proposti dal Miur la Donazione di Costantino (1248) dall’Oratorio di San Silvestro, Antioco e Stratonice (1774) di Jacques-Louis David e l'Adorazione dei Magi (1529) del Parmigianino. Saggio di ambito scientifico su La pervasività della tecnologia. Saggio ambito socio-economico su Le nuove responsabilità. Saggio di ambito storico-politico su Violenza e non violenza nel ’900. Tema storico su Europa 1914 - Europa 2014, le differenze. Tema di attualità sull'articolo Il rammendo delle periferie di Piano pubblicato sul Sole 24Ore dello scorso 26 gennaio. "Siamo un Paese straordinario e bellissimo, ma allo stesso tempo molto fragile", è l'incipit dell'archistar su cui gli studenti sono chiamati a riflettere. Anche quest’anno l’invio delle tracce delle prove scritte avviene attraverso il plico telematico, "buste" criptate recapitate per via informatica alle scuole. Per la loro apertura è stata necessaria la password resa nota solo in mattinata.

Commenti
Ritratto di unpaesemigliore

unpaesemigliore

Mer, 18/06/2014 - 10:18

Dal moneto che gli esami(intendo fino alla maturità) si fanno oramai solo in Italia e Albania queste nazioni dovrebbero sfornare esseri soprannaturali culturalmente progrediti capaci di migliorare l'umanità intera, sull'Albania non voglio infierire, mentre in Italia l'unica cosa che imparano gli studenti da questi sinistri professori è lo sciopero e l'antiberlusconismo ... Italiani aprite gli occhi e meditate

Ritratto di perSiIvio46

perSiIvio46

Mer, 18/06/2014 - 10:48

Che bei tempi quanto andavo io al liceo madò chi se lo scorda mai ormai. Ancora ricordo il professore di matematica,Vitaliano,quando diceva Alfrè datti da fare se non vuoi rimanere somaro e io ho fatto tesoro di questo e poi amici miei lo sapete mi sono laureato e ho fatto il professore di diritto alla unoversità di bari

phantom

Mer, 18/06/2014 - 11:02

A parer mio gli esami di maturità così come ora sono più o meno inutili. Sono solamente diventati un pro-forma: una specie di passerella dove gli studenti sono chiamati a fare un tema sempre sulle stesse tematiche, il solito compito di matematica (o greco-latino o lingua straniera ecc dcc) e un orale che alla fine richiede sempre le solite conoscenze mnemoniche e non prevede un bel niente (per esempio un ragionamento o un pensiero proprio) che attestino un raggiungimento di quella che potrebbe essere definita maturità (d'altronde non si può pretendere che dei diciottenni siano già completamente adulti e maturi). Secondo me sarebbe più utile fare delle prove finali al termine di OGNI anno scolastico che prevedono dei punteggi i quali sommati tra di loro alla fine del percorso scolastico determinano il voto finale. Gli studenti così potrebbero essere valutati su tutto il percorso dei 5 anni e non solo nell'anno conclusivo; d'altronde la scuola superiore dura 5 anni e non è corretto che si venga valutati solo per quello che si è fatto nell'ultimo anno.

Tataelga

Mer, 18/06/2014 - 11:08

Chiedo che senso ha il commento di unpaesemigliore: "mentre in Italia l'unica cosa che imparano gli studenti da questi sinistri professori è lo sciopero e l'antiberlusconismo ... Italiani aprite gli occhi e meditate." Grazie.

Ritratto di ilvillacastellano

ilvillacastellano

Mer, 18/06/2014 - 11:10

Ben detto, sig. "unpaesemigliore". Parole sacrosante, in ispecie quelle della seconda parte del suo commento. Comunque sono del tutto inutili e perniciose "le coccole" che ogni fine anno, al momento degli esami di maturità, si fanno a questi sedicenti "ragazzi", anche con interviste fatte all'entrata ed all'uscita dalle varie scuole, prima e dopo gli esami, come se questi stessero compiendo chissà quale atto eroico. Per me è uno spettacolo giornalistico ridicolo che ci viene ammannito ogni santo anno, appunto, di questi tempi. Alla fin fine non dovrebbe essere nulla di difficoltoso, né di straordinario per della gente che si prepara a questo scopo per 5 anni. Ma quel che conta in una maturità non è tanto vedere se si è in grado di fare il compitino, ma valutare, tra l'altre cose, se questi giovani hanno acquisito quello spirito critico necessario per essere in grado di dire quando occorre: "Nooo!" a chi vorrebbe far credere loro giusto ciò che è ingiusto; umano ciò che è disumano; utile ciò che è dannoso per la comunità in cui vive e cresce. Questa è la vera scuola, quella per la vita e per formare l'uomo. Non quella fatta da professori che salgono in cattedra solo e soltanto per far comizi come emissari di partiti sinistri e rendere servili le menti fragili dei giovani che sono loro affidati dalle fiduciose famiglie italiane. E anche quelle espressioni buonistiche e politicamente corrette che si leggono molto spesso sulle vetrate e all'entrata delle scuole sono segno e simbolo di una scuola che è venuta meno agli alti valori della cultura, l'unica che dovrebbe avere diritto d'accesso nelle scuole che siano tali.

biricc

Mer, 18/06/2014 - 11:39

Saranno molti più di quelli che pensiamo gli studenti che per Grande Guerra intendono quella che c'è stata tra i concorrenti del grande fratello e saranno pure promossi perchè anche molti professori ne sono convinti. Povera Italia.

Tataelga

Mer, 18/06/2014 - 11:48

Richiedo: cosa c'entrano i professori di sinistra e l'antiberlusconismo con un esame che è in vigore ben prima della entrata in politica di Berlusconi? Avete una visione distorta della realtà: tutto è solo in funzione di Berlusconi? Ma come siete messi? Se fosse vero che tutti gli insegnanti sono di sinistra (cosa della quale dubito, così come dubito che tutti i magistrati sono di sinistra - ai miei tempi chi si iscriveva a Giurisprudenza era di destra se non peggio), provate a chiedervi perché. Il vostro livore è penoso.

Ritratto di gzorzi

gzorzi

Mer, 18/06/2014 - 12:25

perSiIvio46: essere laureato non significa automaticamente non essere somaro, lei ne è la prova.

Ritratto di ilvillacastellano

ilvillacastellano

Mer, 18/06/2014 - 13:27

C'è qualcuno fra noi commentatori che vuol fare il finto tonto e vorrebbe far credere che il mondo sia come finge di vederlo lui o lei. Non si capisce di quale sesso sia. Non importa. Ancor di più. Sostiene, addirittura, che sono gli altri che hanno "una visione distorta della realtà", tutta in funzione di Silvio Berlusconi. Grazie, sig. o sig.ra, per averci illuminati dall'alto della sua sapienza. Io invece le dico che per la gente che vive e s'informa non esiste alcun dubbio sulla scuola di sinistra e sulla magistratura di sinistra, a prescindere da Silvio Berlusconi (per fare solo un nome), che comunque rimane la vittima per eccellenza e più eccelsa della sedicente giustizia di sinistra. Basterebbe comunque seguire le cronache o quel che succede in Italia per capirlo. Ma si sa, quando si vuol essere dubbiosi a tutti i costi o per partito preso, non c'è nulla da fare. Tutto è rose e fiori e tutto diventa ed è il migliore dei mondi possibili... sinistri. Almeno finché non si è toccati personalmente poi da questo mondo. Infine un consiglio non richiesto, ma dato gratuitamente, al sig. "perSiIvio46". Prima d'inviare un commento, si rilegga attentamente e sempre quello che scrive, altrimenti poi trova i tipetti come il sig. "gzorzi" che, prevenuto e di parte come dimostra di essere, si prende la cosiddetta "pizzicata", dileggiandola in pubblico, come effettivamente fa, per quanto ha scritto e per come l'ha scritto e portando acqua al suo mulino (sinistro?). Auguri.

david71

Mer, 18/06/2014 - 13:40

Gzorzi, credo che a perSiIvio46 piaccia burlarsi del forum. Qualcuno dice che sia la redazione, altri che sia un fake. Io stesso ho osservato stili profondamente differenti. Qualche volta stilisticamente perfetti, altre volte come se fossero stati scritti da un protagonista di "io speriamo che me la cavo". Ultimamente entra nel personale, cosa che non ha mai fatto, sostenendo di aver avuto una cattedra a Bari("...ho fatto il professore.." ) . Fatico parecchio a crederlo. Non tanto per quel "bari" minuscolo, o per una totale assenza di punteggiatura o ancora per il modo con cui ha storpiato la parola "oniversità" che nella fretta di scrivere ci può anche stare. Ma perché le garantisco che affermare di "aver fatto il professore di diritto" non vuole dire nulla. Un professore universitario avrebbe parlato di Diritto Amministrativo, Pubblico, Privato, Costituzionale, internazionale, ecc. e anche nel caso fossero state più d’una branca (come avviene spesso), gliele avrebbe scritte tutte in fila ….Credo che a perSiIvio46 piaccia burlarsi del forum.

denteavvelenato

Mer, 18/06/2014 - 13:42

@ilvillacastellano Premesso che secondo me "persilvio46" sia un simpaticone che gli errori li scrive apposta, comunque i primi a correggerti (anche se l' errore è intenzionale) sono proprio i fan di Silvio che magari nel farlo sbagliano pure il congiuntivo.

Ritratto di unpaesemigliore

unpaesemigliore

Mer, 18/06/2014 - 13:47

Tataelga non voglio dilungarmi troppo, inutile affermare il contrario poichè i fatti accaduti nelle scuole dal 1994 ad oggi dimostrano quanto odio politico si sia seminato nelle giovani menti italiche. Erano divenuti all'ordine del giorno scioperi cortei a addirittura occupazioni di scuole pubbliche ... chi ha permesso ai giovani di compiere tali sommosse??? mi faccia indovinare la risposta: scommetto che sia stata LA GELMINI!!!

Tataelga

Mer, 18/06/2014 - 14:25

Come siamo finiti dall'esame di maturità alla solita lagna per il povero Berlusconi. Se fosse vero ciò che alcuni affermano, tutti i giovani voterebbero a sinistra (!!!), quindi gli elettori di destra sarebbero maturi e anziani: aspettiamo quindi, entro qualche anno, la fine naturale della destra. Non mi piace il giudizio senza appello che date ai nostri ragazzi, credo che siano in grado di prendere decisioni le quali se non vi piacciono il problema è solo vostro. Pensate davvero che gli insegnanti abbiano tale potere? Ma per favore!

Ritratto di Euterpe

Euterpe

Mer, 18/06/2014 - 15:24

@Tataelga- Non tutti i giovani votano a sinistra, è vero, ma probabilmente il numero di coloro che votano così sarebbe inferiore se non avessero subito condizionamenti da parte della scuola.Dal suo 'per favore', che non spiega niente, si può dedurre che l'insegnamento per lei è da considerarsi completamente neutro,cosa che non è,perché ci sono vari modi,aperti,indiretti o subdoli,per agire sulla personalità dei ragazzi e influenzare le loro scelte. Lei continui pure a fare la tata, ma abbia la saggezza e la consapevole modestia di non andare oltre.

Ritratto di unpaesemigliore

unpaesemigliore

Mer, 18/06/2014 - 15:31

tataelga, leggendo bene il suo ultimo commento, tra le righe percepisco le conferma sulle mie affermazioni. Se posso un piccolo accorgimento è sulla presunta morte della destra da qui a qualche anno ... vede per fortuna i giovani crescono finiscono le scuole ed incominciano la vita reale capendo subito che non tutti sono ben accetti nell'edilliaco mondo sinistro (altrimenti chi paga le tasse) così "maturano" e votano di conseguenza (a destra) ... dimenticavo gli esami non servono a nulla, secondo il mio modesto parere le verifiche trimestrali sono lo strumento ideale(permettono di correggere in tempo eventuali lacune) ed inserite nel contesto quinquennale possono tranquillamente sostituire gli esami.

Ritratto di Luigi.Morettini

Luigi.Morettini

Mer, 18/06/2014 - 16:46

Io avrei scelto la traccia su Renzo Piano. Svolgimento: Caro Parassita, restituisci tutti gli stipendi che hai rubato da quando il comunista mai pentito Napolitano ti ha nominato senatore a vita. Di sicuro mi avrebbero bocciato, ma sempre meglio che far parte della crescente massa di leccaculo sinistrati!

Ritratto di ilvillacastellano

ilvillacastellano

Mer, 18/06/2014 - 16:46

A quanto sembra, sig. "denteavvelenato" (ma si può dare del signore ad un "denteavvelenato"?), c'è più di qualche "simpaticone che gli errori li scrive apposta", ma a farci caso per primi sono sempre i fan di Renzi e compagnia varia, da quel che ho notato io. E stia tranquillo, i "fans (e non fan) di Silvio", come dice lei, quando li correggono gli errori, non sbagliano pure il congiuntivo. Guardatevi, piuttosto, la trave ch'è nelle vostre menti, invece di dar rilievo alla pagliuzza ch'è nelle nostre.

Ritratto di Markos

Markos

Mer, 18/06/2014 - 16:49

perSiIvio46 caspita girala come ti pare ma voi comunisti siete tutti statali .. vi piace la vita facile hahahahahahah

Ritratto di wilegio

wilegio

Mer, 18/06/2014 - 17:02

Quasimodo... un comunista, un pallone gonfiato pieno di sè che viaggiava a mezzo metro da terra. Ve lo dico perchè l'ho conosciuto personalmente. Di renzo piano non parlo neanche perchè lo sanno tutti che soggetto è. Mi meraviglio solo che nei temi non ne sia comparso uno su lenin o stalin, o castro o che guevara: co mancavano solo loro. Quanto all'argomento della violenza o non violenza, mi piacerebbe proprio leggere il tema di qualche ragazzo che scrive "sì! che bella la violenza!". Tutte domande con la risposta già pre-programmata, come nei dettami di una vera educazione da bovini marxisti.

BENNY1936

Mer, 18/06/2014 - 18:40

Conosco i riti dell'esame di Stato per averlo vissuto e ho sempre pensato che serva a ben poco. La maturità ( o l'assoluta mediocrità cerebrale di una persona vien fuori in fretta, diciamo in mezz'ora di conversazione su vari argomenti ( con alcuni momenti di scrittura quando si affrontano problemi matematici). Invece si continua con questo carrozzone costosissimo che, ripeto, a mio parere non certifica nulla.

Bellator

Mer, 18/06/2014 - 19:14

Questi giovinastri non sanno neanche chi l'ha combattuta la Grande Guerra Mondiale!,ma anche molti professori sessantottini sono sullo stesso livello !!.

Ritratto di Euterpe

Euterpe

Mer, 18/06/2014 - 19:40

@Luigi Morettini- Interessante il suo svolgimento."L'Italia è fragile"...per forza ,l'esercito di cavallette di cui Piano fa parte la sta divorando.

denteavvelenato

Gio, 19/06/2014 - 19:11

@ ilvillacastellano Scusi se non ho risposto ieri, non dipende da me ma il giornalino fa passare solo i commenti dei suoi, ma sicuramente lei dirà il contrario, quello che ho detto è vero, un berluscones ha tentato di correggermi, dandomi dell' ignorante, dopo aver sbagliato un congiuntivo, le dirò di più solitamente (visto che non hanno argomenti) se la prendono con i nick, poi fra le loro fila annoverano gente come: fottosinistrati raddrizzo le banane, ecc. Sarebbe meglio si sedesse e con obbiettività (prima di parlare di travi e pagliuzze) si leggesse i commenti dei fan di Berlusconi, e vedrebbe che lo sbaglio di congiuntivi (che può accadere) è il male minore