"Qui solo coppie etero": e a Napoli il lido respinge la coppia gay

Il caso sabato a Bacoli, in provincia di Napoli. La denuncia dei due uomini: "Dopo anni, umiliati". Ma il gestore si difende: "Erano ubriachi"

Una coppia di uomini omosessuali, uniti civilmente, ha denunciato di essere stati respinti da una spiaggia privata di Bacoli, in provincia di Napoli, solamente perché gay.

Sabato Daniele Bausilio e Giuseppe Pitirollo (che hanno anche raccontato la propria disavventura su Facebook) hanno deciso di trascorrere una giornata al mare in uno dei tanti lidi della zona. Peccato che al momento di entrare, spiegano, "ci è stato detto che non potevamo perché non accompagnati da donne...".

"Noi abbiamo detto che la coppia eravamo noi e da un anno anche per legge - prosegue il racconto - Loro ci hanno sbattuto in faccia il fatto che per loro la coppia è formata da uomo e donna."

I due hanno presentato denuncia in questura a Napoli ma ancora prima che l'autorità giudiziaria potesse muovere i primi passi il caso è già esploso sui giornali e sui social media. La senatrice del Pd Monica Cirinnà, madre della legge sulle unioni civili, ha già dichiarato che "se la notizia corrispondesse al vero" sarebbe un fatto gravissimo, chiedendo che "le autorità comunali intervengano sul locale, sanzionando pesantemente la proprietà, per ripristinare il buonsenso e la legge."

Duro anche il commento della sezione partenopea dell'Arcigay, che ha commentato parlando di una vera e propria "apartheid per le persone lgbt nonostante le leggi dell Stato e la legge sulle Unioni civili".

Il gestore: "Erano ubriachi"

Da parte del gestore del lido è arrivata però un'altra versione dei fatti: i due sarebbero stati allontanati perché ubriachi e non in ragione del loro orientamento sessuale. "Il nostro locale è aperto alle coppie gay - ha spiegato il titolare - Almeno il 50% dei clienti che frequenta il lido e presenzia alle nostre serate è gay. Se non sono entrati è solo perché erano ubriachi"

Commenti
Ritratto di bandog

bandog

Lun, 25/06/2018 - 11:15

egregia cirinnà, capisco che per lei e ph..gay sia difficile comprendere l'Italiano ma se era una spiaggia privata,fanno entrare chi vogliono di loro gradimento..per farle capire meglio, nei cessi sociali e circoli arci,non fanno entrare chi non è perlomeno pdiota,guai ad avere idee diverse..te capì??Alutammo

paolinopierino

Lun, 25/06/2018 - 11:26

Bene bravi sette più

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Lun, 25/06/2018 - 12:25

Se ci sono le spiagge per i nudisti, ove ci andava perfino mio fratello Walter, oltre che la Merkel che andava in giro con fuori tutta la tettoia, ci saranno anche le spiagge per quelli buoni.

Ritratto di -Alsikar-

-Alsikar-

Lun, 25/06/2018 - 13:11

Avanti così. Chi pensa di ribaltare pragmatiche usanze antiche con quattro scemenze scritte su un pezzo di carta sta fuori dal mondo naturale delle cose. Che fxxxi e lesbiche si facciano le loro depravate società al di fuori del mondo. Bisogna essere fieramente reazionari quando il mondo rischia un epocale crollo etico.

venco

Lun, 25/06/2018 - 14:17

Oggi una buona notizia da Napoli, molto rara.