Stuprata 2 volte da tre pakistani. Il racconto choc di una 15enne

La ragazzina è stata violentata due volte da giovani stranieri. Il primo episodio è avvenuto a fine agosto, il secondo a luglio. I fatti sono successi a Udine in un contesto legato al consumo di stupefacenti, in cui era coinvolta anche la giovane

Sarebbe stata stuprata un paio di volte da tre cittadini pakistani. E così una ragazza di 15 anni ha denunciato le vicende alla Questura di Udine. I fatti sono accaduti a fine agosto e a luglio ma finora non erano emersi anche perché riguardavano una minorenne.

Tutto è nato all’interno di ambienti legati allo spaccio e al consumo di stupefacenti, in cui era coinvolta anche l'adolescente. Stando a quanto riferisce a ilgiornale.it la squadra mobile della Polizia di Udine, la ragazza aveva una situazione familiare problematica ed era stata affidata ai servizi sociali del comune di residenza, in provincia di Udine. Negli ultimi mesi era scappata varie volte da casa per andare nel capoluogo friulano a procurarsi la droga.

Secondo le ricostruzioni, a fine agosto avrebbe contattato uno dei suoi conoscenti, un pakistano di 23 anni, che l'avrebbe accompagnata in uno stabile abbandonato vicino alla stazione. Qui sarebbe avvenuta la cessione e l'assuzione degli stupefacenti. La ragazza ha raccontato anche di essere stata segregata, picchiata e stuprata dal giovane straniero. A un certo punto sarebbero arrivati dei connazionali del pakistano che avrebbero discusso con lui e avrebbero consentito alla ragazza di liberarsi. Nel frattempo la giovane ha contattato un'amica su Instagram. La madre dell'amica ha letto il messaggio, ha capito che la minorenne era in difficoltà e ha chiamato la Polizia. Quindi la madre e gli agenti hanno raggiunto l'edificio e hanno soccorso la giovane, che è stata ricoverata in ospedale per qualche giorno.

Durante il racconto della ragazza, è emerso che a luglio la giovane aveva subito un altro stupro ad opera di due pakistani di 22 e 36 anni, che lei conosceva, nelle medesime circostanze ma in un posto diverso. Mentre la minorenne si trovava in ospedale i primi giorni di settembre, ha ricevuto delle minacce di morte da uno dei due pakistani che l'avevano violentata a luglio. La Polizia ha così accelerato le indagini e ha arrestato il pakistano responsabile dello stupro a fine agosto e quello che l'ha minacciata di morte, mentre per il terzo straniero (quello di 36 anni) sono in corso accertamenti. La ragazza è stata poi trasferita in una comunità fuori regione.

Commenti

aldoroma

Gio, 17/10/2019 - 10:55

Sempre le famose risorse In galera bastardi

QuasarX

Gio, 17/10/2019 - 11:30

Rivedere Leonida contro serse; e anche Temistocle contro serse nel seguito; forse vi sara' piu' chiaro

francoilfranco

Gio, 17/10/2019 - 11:31

Mah...Atto riprovevole da bastardi. Nessuno si e' accorto che la ragazza veniva forzosamente condotta in uno stabile adibito allo spaccio? Qualcosa non torna.

Romalupacchiotto

Gio, 17/10/2019 - 11:44

Non è bastato cosa è accaduto a Pamela e Desirè , questa ragazzina 15enne come ha potuto fidarsi di gente sconosciuta extracomunitaria? A 15 anni già nel mondo della droga ma i genitori dove sono???

zadina

Gio, 17/10/2019 - 11:49

Non dobbiamo preoccuparci di questi delinquenti fanno parte delle preziose RISORSE della Boldrini e della sinistra che dovrebbero insegnarci la loro GRANDE cultura, rispetto, educazione, poveri illusi sarà sempre peggio con le porte aperte ai clandestini di tutto il mondo e noi popolo BUE dobbiamo mantenere in alberghi gratuitamente per anni, mentre lasciano in povertà assoluta 5 milioni di veri Italiani in quali mani incapaci ci siamo messi, povera Italia mandata al macero da incapaci e privi di LUNGIMIRANZA.

Romalupacchiotto

Gio, 17/10/2019 - 11:49

Mi viene da chiedere cosa fanno i pakistani qui in Italia?? Non dovrebbero stare al loro paese? E se sono qui perchè? E perchè non sono stati rimpatriati? Troppe domande ci sarebbero, ma 0 risposte tutto tace si acconsente specialmente dai giudici che dovrebbero tutelare l'Italia. E se il pachistano avesse stuprato qualche figlio/figlia/moglie di qualche giudice/magistrato quale sarebbe stata la pena inflitta???

fedeverità

Gio, 17/10/2019 - 12:07

Pakistani che stuprano....chi li ha fatti entrareDEVE essere perseguito....non accadrà....ma i genitori....faranno qualcosa...forza!!! E' ora di finirla!!

Ritratto di Raperonzolo Giallo

Raperonzolo Giallo

Gio, 17/10/2019 - 12:11

Per raggiungere il livello dei Pakistani in Great Britain serviranno ancora molti anni, ma ci arriveremo. Leggete le analisi e le statistiche direttamente sul posto. Ovviamente il Politicamente Corretto funziona anche in terra d'Albione e pertanto sono difficili da scovare, ma molto interessanti. Con la piccola differenza che là, almeno, la Magistratura non protegge il delinquente.

lisanna

Gio, 17/10/2019 - 12:44

RAPERONZOLO GIALLO TI SBAGLI. LI' E' ANCORA PEGGIO. IL CASO DI BAMBINI E BAMBINE PRELEVATE DA UN ORFANATROFIO(MI PARE) E STUPRATE DA UNA BELLA COMBRICCOLA DI PAKISTANI.POLIZIA E SERVIZI SOCIALI SAPEVANO MA NON DICEVANO PER NON ESSERE ACCUSATI DI -SIGH- ISLAMOFOBIA.E CHE DIRE DI GERMANIA SVEZIA NORVEGIA DOVE LA POLIZIA DEVE NON RIVELARE CRIMINI SE COMMESSI DA "RIFUGIATI" ? SEMPRE PER NON CREARE ODIO , OVVIAMENTE.QUINDI....

Anticomunista75

Gio, 17/10/2019 - 12:52

Romalupacchiotto la risposta è semplice: le madri sono in ufficio ad "emanciparsi", ai padri è stata tolta l'autorevolezza, l'autorità. Se mollano un ceffone educativo arrivano quelli di Bibbiano e gli portano via i pargoli.

Algenor

Gio, 17/10/2019 - 12:53

Pakistani? Vedo che importano anche qui le tradizioni culturali praticate in Inghilterra... (gli stupri etnici du centinaia di ragazzine inglesi per cui c'é stato poco tempo fá un maxi processo).

dagoleo

Gio, 17/10/2019 - 12:58

insomma si è sfiorata un'altra Desireè. ma per la lamorgese non ci sono emergenze. tutt'a post insomma.

delio100

Gio, 17/10/2019 - 13:06

aldoroma sempre il motivo per cui nascono queste violenze ragazzine attratte dalla droga

Much63

Gio, 17/10/2019 - 13:34

Udine è diventata una cloaca. Le caserme sono zeppe di pakistani, africani e afgani che ciondolano in ogni angolo, mentre appena c'è un pò di sole si stravaccano in ogni prato, una meraviglia per i turisti e gli autoctoni. Per fortuna ho scelto di abitare a qualche chilometro quindi cerco di serbare il ricordo di come era. Adesso mi fa schifo.

manson

Gio, 17/10/2019 - 13:50

Ma che cosa ci fanno questi branchi di pakistani in Italia? Senza permesso di soggiorno fuori! Se poi a casa loro c’è la guerra pazienza sono già troppi

Anticomunista75

Gio, 17/10/2019 - 14:15

Much63 non rallegrarti troppo, presto le risorse arriveranno anche dove abiti ora..te lo dico da uno che abitava in un paradiso diventato una fogna nel giro di 10 anni. E poi senti i sinistri starnazzare all'allarmismo. Come no..

FD06

Gio, 17/10/2019 - 14:22

Qui parliamo di situazioni marginali ! Dalla droga alla prostituzione , il passo é breve in ambienti di giovanissime ... L’incertezza della sanzione e la quasi certezza che i due pakistani dormono sonni tranquilli, anche se avessero commesso crimini peggiori , ....due stupri per un giudice di sinistra non é così grave ahimè Anche questi giovani hanno i loro problemi di libido :))) Ormai la volontà non é quella di riempire le carceri , già sature ma di lasciare andare la società italiana fino al prossimo scossone ancora lontano secondo me ! Si mangia , si viaggia , molta percezione di benessere , nessun bisogno di scendere in piazza contro il sistema penale Avanti tutta !!!!!!

silvano.donati@...

Gio, 17/10/2019 - 14:27

io prego Iddio che, una volta tanto, questo possa capitare alla figlia di un magistrato buonista o di un negriero ONG...non perche' auguri il male a qualcuno, ma perche' se tocca a loro, finalmente capiranno che grande guaio stanno procurando alla nostra Nazione 11!

mimmo1960

Gio, 17/10/2019 - 14:59

Abbiamo ancora un governo che governa???

ulio1974

Gio, 17/10/2019 - 15:25

la boldrini è venuta a saperlo? che dice??

Ritratto di franco_G.

franco_G.

Gio, 17/10/2019 - 16:07

Ha voluto entrare nel giro della droga. Ed è andata a finire così. Che follia. E' da decenni che si sanno queste cose, ma i ragazzi continuano a non voler capire.

titina

Gio, 17/10/2019 - 16:14

Questa ragazza non ha genitori? nessuno si occupa di lei?

ulio1974

Gio, 17/10/2019 - 17:12

Much63 13:34: Udine è sempre stata per me una di quelle città impeccabile, pulite, alla mitteleuropa...ora che mi dice che si sta africanizzando così, mi cade un mito.

PassatorCorteseFVG

Gio, 17/10/2019 - 17:12

il friuli era una regione tranquilla gioiosa e festaiola , si lavorava e poi via a divertirsi, le porte delle case erano aperte e nessuno si sognava di entrare senza chiedere permesso, la cordialita e l" educazione era la norma , poi con l"arrivo massiccio di rom ed extracomunitari tutto e cambiato, non di stranieri arrivati per lavorare e mettere su famiglia, i quali non creano problemi e si comportano come noi , ma tutti gli altri ci hanno creato solo casini e per questo ringrazio la boldrini e affini

ulio1974

Gio, 17/10/2019 - 17:14

ma cosa si aspetta ad organizzare le ronde??

corto lirazza

Gio, 17/10/2019 - 21:13

In galera i pakistani ed i tutori della ragazzina

Dauer962

Gio, 17/10/2019 - 22:58

Leggendo certi commenti non mi meraviglio di come è messa l’Italia...30 anni di mani pulite, ma il probema sono i migranti e/o Carola Rackete?? Praticamente la colpa è della ragazza che aveva un problema o della Boldrini (non gli scafisti) che li ha fatti entrare, ma non dei genitori che si sono accorti dei problemi della figlia troppo tardi. Prima avevano cose più importanti a cui pensare che una figlia nell’età più critica della crescita.