Ragazza si tuffa da 10 metri e rischia la paralisi

La ragazza è stata soccorsa ieri da un elisoccorso in seguito ad un tuffo che aveva effettuato da dieci metri riportando gravissimi danni alla colonna vertebrale

Un tuffo finito male mentre si pratica canyoning e una ragazza è finita in ospedale dopo essere saltata da 10 metri di altezza e aver riportato gravi danni alla colonna vertebrale

È stato richiesto l'intervento dell'elisoccorso per poter recuperare la ragazza e portarla nel più vicino ospedale. Non appena sono arrivati, i medici del 118 hanno controllato che la ragazza avesse sensibilità agli arti inferiori. Il riscontro positivo della sensibilità fa ben sperare ma, nonostante tutto, c'è la possibilità che la ragazza rimanga paralizzata.

L'incidente è avvenuto a Gordona, un piccolissimo comune in provincia di Sondrio famoso per avere al suo interno moltissimi sentieri che appassionati di torrentismo (o canyoning) battono ogni domenica. È tra gli sport più pericolosi in assoluto e consiste nel ridiscendere correnti rocciosi senza l'ausilio di gommoni o attrezzature. Soltanto un caschetto e il giubbotto salvagente. La discesa prevede anche dei salti che spesso possono raggiungere altezze vertiginose, come quella dove si è tuffata la donna.

Un volo di dieci metri che doveva essere semplice routine è finito quasi in tragedia e ora si cerca di capire cosa sia successo.

Commenti

Martinico

Lun, 10/09/2018 - 13:39

Vi sono passioni che hanno una componente altissima di pericolosità ma, ripeto la passione fa superare ogni timore. Coraggio per la ragazza è speriamo si possa trattare solo di una forte contusione.

Uno di classe

Lun, 10/09/2018 - 15:39

Sono appena reduce da un ictus,, per fortuna lieve, e sto facendo riabilitazione da quattro mesi. Ci vorranno anni per tornare "quasi" come prima. Vale la pena di coltivare passioni così rischiose?