Ragusa, l'Anm difende la toga: ​"Attacchi mediatici inaccettabili"

Il sindacato dei magistrati si schiera con il pm che per due volte ha lasciato libero il clandestino indiano che aveva tentato di rapire una bimba a Ragusa

Mentre il ministro Orlando ha inviato gli ispettori per capire come mai un clandestino, Ram Lubhay, che ha tentato di rapire una bimba in provincia di Ragusa sia stato per ben due volte lasciato libero nonostante il decreto di espulsione, l'Associazione Nazionale Magistrati difende il pm Bisello dagli "inaccettabili attacchi mediatici" di questi giorni.

"Si tratta di attacchi inaccettabili che sono frutto di un approccio superficiale agli accadimenti determinato dalla non conoscenza degli atti e dei presupposti di legge che hanno portato alle scelte della collega e che hanno come unica conseguenza quella di non consentire ai magistrati della procura di Ragusa di svolgere il proprio compito nel giusto clima di serenità", dice il sindacato delle toghe, "La collega non solo si è attenuta alle norme del codice di procedura penale, che prevedono non possa disporsi il fermo di una persona per un delitto per il quale la legge stabilisce la pena della reclusione inferiore nel minimo a due anni, ma anche ad un principio fondamentale del nostro ordinamento, e ragione profonda del nostro essere magistrati: ricercare, studiare, valutare la concreta e vera dimensione del fatto per cui si procede, coglierne la portata e misurare la conseguente risposta cautelare o sanzionatoria".

"Il nostro ordinamento per alcune ipotesi di reato non prevede né il fermo né il carcere", si è giustificata ora la stessa Giulia Bisello dalle colonne del Corriere, "E noi magistrati non possiamo non applicare la legge. Non voglio parlare del mio stato emotivo, ma non c’è stata nessuna solidarietà. Gli ispettori? Sto preparando il resoconto della vicenda. Se lo chiederanno è pronto. Pesano le conseguenze mediatiche. Ma io penso di avere fatto solo il mio lavoro. Come cerco di fare tutti i giorni".

Commenti
Ritratto di oldpeterjazz

oldpeterjazz

Mar, 23/08/2016 - 15:03

La risposta della ANM è la riprova, semmai ce ne fosse bisogno, che è urgentissimo un "diluvio universale" che spazzi via tutto lo strato di follia che si è sedimentato nei decenni e si riparta da zero, avendo come unica stella polare "la RAGIONE".

pagu

Mar, 23/08/2016 - 15:03

bisello:Ma io penso di avere fatto solo il mio lavoro. Come cerco di fare tutti i giorni". perché non fai un favore a tutti quanti? prova facendo la cassiera, vedrai che i danni che combinerai almeno saranno limitati.

arkangel72

Mar, 23/08/2016 - 15:10

E' il rutto della casta degli intoccabili!!! Li farei lavorare a 1000 euro lordi al mese!!!

FRANZJOSEFVONOS...

Mar, 23/08/2016 - 15:11

INACCETTABILI SIETE VOI

misuracolma

Mar, 23/08/2016 - 15:18

Gran parte di quelli che vengono definiti "attacchi mediatici" sono mera espressione del diritto di opinione e critica. Sarebbe troppo comodo se ciascun cittadino subisse passivamente angherie e soprusi del potente di turno! La vicenda in questione è paradossale, assurda, inenarrabile! Un tentativo di sequestro di persona lasciato impunito, per di più a carico di un minore, non può che lasciare sgomenti o schifati, checché ne dica il magistrato tizio o caio.

dondomenico

Mar, 23/08/2016 - 15:19

Ma questi signori magistrati chi credono di essere? Credono e sono convinti di far parte di una casta alla quale tutto è permesso e tutto possono fare in barba a quello che il Popolo pensa? Loro sono infallibili..anche se Cara sbagliano restano infallibili e continuano a fare e strafare i loro comodi. " L'ho rimesso in libertà perchè il codice...perchè la pena prevista non era superiore...perchè...perchè ." Cara signora magistrato, lo vada a dire in faccia ai genitori di quella bimba... se lei è convinta che è stato giusto così, vada a trovarli..faccia una carezza a quella bimba ed abbia il coraggio di dire ai genitori che è giusto così!!!!!

Renee59

Mar, 23/08/2016 - 15:25

Attacchi inacettabili? Fanno quello che vogliono e sono al di sopra della Legge. Si sentono dei padreterni.

steacanessa

Mar, 23/08/2016 - 15:26

Cari, faccio per dire, magistrati, noi non viviamo sereni in questa Italia in mano vostra. Invece di proteggerci dai delinquenti di qualsivoglia colore fate gli azzeccagarbugli. Vergognatevi invece di indignarvi!

Ritratto di floki

floki

Mar, 23/08/2016 - 15:28

Certo, il parlamento vara leggi del piffero stile "liberi tutti" (specie per gli immigrati)... poi la magistratura ci mette del suo. Per quanto riguarda gli attacchi... e che siete i figli della gallina bianca! Critiche anche troppo sobrie. L'indiano andava sbattuto in galera e poi espulso con volo diretto per Nuova Dheli.

misuracolma

Mar, 23/08/2016 - 15:29

Art. 605 c.c. SEQUESTRO DI PERSONA. Comma 1: Chiunque priva taluno della libertà personale è punito con la reclusione da sei mesi a otto anni ... Comma 3: Se il fatto di cui al primo comma è commesso in danno di un minore, si applica la pena della reclusione da tre a dodici anni. ... Le pene previste dal terzo comma sono altresì diminuite fino alla metà nei confronti dell’imputato che si adopera concretamente: 1) affinchè il minore riacquisti la propria libertà ... Per quanto riportato dai media NON SEMBRA che il responsabile si sia "attivamente adoperato" per mollare la preda, ma anzi vi sia stato costretto dall'intervento di terzi.

tsfulvio

Mar, 23/08/2016 - 15:31

veramente inaccettabile come questi elementi pagati dalla comunità dei contribuenti , si sentano arrogantemente vicini a Dio e non si pongono neanche il problema se sbagliano o no

Ritratto di michele lamacchia

michele lamacchia

Mar, 23/08/2016 - 15:32

Ecco la vera faccia del problema; fare il magistrato non può consistere nel fare semplicemente un lavoro. Questa è una concezione molto pericolosa che può portare a esiti aberranti. Noi del popolino così disprezzato, forse, non conosciamo i tecnicismi dei sacerdoti magistrati, abbiamo "un approccio superficiale agli accadimenti determinato dalla non conoscenza degli atti e dei presupposti di legge che hanno portato alle scelte...", ma chi procede così certamente mostra di non conoscere il senso concreto del vivere. Summum ius summa iniuria: e questo non lo dico io ma qualcuno che di diritto ne capiva veramente. E i tragici reiterati fatti d' ogni giorno ci danno ragione.

carlottacharlie

Mar, 23/08/2016 - 15:35

Caspita, che nerbo la Bisello. Ha bisogno di sostegno per fare il suo lavoro, poveretta. Inadatta.

VittorioMar

Mar, 23/08/2016 - 15:37

..nessuno parla di "IGNORANZA DEI CODICI"ma..... mancanza di "INTELLIGENZA"nell'uso del "BUON SENSO" !!

exioba

Mar, 23/08/2016 - 15:41

Indipendentemente dal caso specifico (che probabilmente è solo la punta di un colossale iceberg)io aprirei il tema dell'età dei magistrati. Un ruolo che si fonda sull'indipendenza del proprio giudizio e sulla sudditanza alla sola Legge, non dovrebbe essere conferito a chi non ha esperienza di vita. A 34 anni (avendo studiato nella migliore delle ipotesi sino a 24) non se ne può avere abbastanza.

little hawks

Mar, 23/08/2016 - 15:52

Il magistrato può interpretare i fatti a suo uso e consumo dicendo che si tratta di tentato rapimento, quindi bla bla, da cui avrebbe avuto ragione a mandare libero l'egiziano. Chi però prende in braccio una bambina, impedendone i liberi movimenti, e la allontana dai genitori contro la sua volontà ha già rapito il minore! Se i genitori se la sono ripresa con la forza l'hanno salvata da chissà quale sorte orrenda! La totale irresponsabilità della nostra magistratura che non vive per difenderci ma per mantenere i propri privilegi, è una follia che non possiamo più permetterci!

Ritratto di michele lamacchia

michele lamacchia

Mar, 23/08/2016 - 15:53

Se conoscessimo il testo della successione delle domande e delle risposte di un interrogatorio – ma perché non si era fatto prima ?- durato ben sette ore, potremmo capire meglio il senso di un interrogatorio che, in teoria, potrebbe essere inarcato ad ratificandum o ad opponendum di un comportamento o di una decisione. Ma non lo sapremo mai. E qui si appalesa la vera misura etica di un metodo che sottrae la conoscenza a noi popolo italiano nel cui nome viene amenamente esercitata la giustizia.

Ritratto di MLF

MLF

Mar, 23/08/2016 - 15:56

Inaccettabile e' come e' stato gestito il caso, rimettendo in liberta' un rapitore, clandestino, gia' schedato e gia' teoricamente espulso! Inaccettabile e' che sia ancora in giro! Inaccettabile e' che ADESSO si permetta pure di chiedere di essere rimpatriato, per tornare sotto false spoglie! Altro giro, altra corsa. Inaccettabile e' ancora di piu' difendere una tale decisione basandosi su qualche cavillo! VERGOGNATEVI!

m.nanni

Mar, 23/08/2016 - 15:56

l'anm è certa per principio che il magistrato non ha sbagliato. non considera neppure che un magistrato può, anche in buona fede, sbagliare. per l'anm non esiste nel codice del magistrato l'errore. e neppure l'orrore. sbaglia certamente Sallusti. stai a vedere che il direttore de Il Giornale doveva farsi i cxxxx suoi.ha fatto già gli accertamenti l'anm? e gli ispettori del ministro cosa vanno ad accertare se abbiamo già scritta la sentenza divina dell'anm?

Ritratto di albauno

albauno

Mar, 23/08/2016 - 15:57

Come fa l'Anm a difendere un pm che applica la SUA legge. Come fa a dire che c'è stato solo un tentato rapimento, quando questo non è stato portato a termine solo per la prontezza dei genitori?

Ritratto di Straiè2015

Straiè2015

Mar, 23/08/2016 - 15:58

La casta nella casta colpisce ancora! Loro sono intoccabili!

grazia2202

Mar, 23/08/2016 - 16:00

amministrazione della giustizia troppo spavalda e personalizzata. non è in discussione l'incapacità, fin troppo evidente di mettere in sicurezza i cittadini, ma la visione distorta di una realtà. esempio di persone che vivono al di fuori della quotidinità comune. questo crea la casta di egizia memoria.

Ettore41

Mar, 23/08/2016 - 16:00

ANM puo dire quello che vuole, sta di fatto che il messaggio che inviamo a questi zotici e': In Italia possiamo fare quello che vogliamo, stuprare, rubare, rapire bambine, etc etc, tanto non ci fanno nulla.

paci.augusto

Mar, 23/08/2016 - 16:03

Veramente inaccettabile è questo sindacato sinistro, UNICO CASO AL MONDO, di sindacati politicizzati in magistratura che ha la sfrontatezza di criticare l'indagine sull'inqualificabile comportamento di questo pm che ha rimesso in libertà un pericoloso criminale, con pesanti precedenti di droga e ricettazione, e che ha tentato di rapire una ragazzina di 5 anni!! Inoltre, non aveva rispettato NEPPURE il disposto di espulsione dall'Italia!! Abolire l'ANM ed espellere il pm che ha favorito questo delinquente!!!

Gianfranco__

Mar, 23/08/2016 - 16:08

però... sono state fatte 1000 leggi per togliere la discrezionalità ai magistrati e ora ci si lamenta se non hanno spazio di manovra per casi come questo?

giovanni PERINCIOLO

Mar, 23/08/2016 - 16:08

Inaccetabile é il comportamento del sindacato della casta!

Ritratto di DARDEGGIO

DARDEGGIO

Mar, 23/08/2016 - 16:15

Poveretta, ha dichiaratamente bisogno di sostegno. Poveri magistrati indifesi: maltrattati, vessati, irrisi, tormentai, ingiustamente sanzionati, sfruttati, dal feroce popolino che li tormenta con inusitata crudeltà. E' già intervenuto prontamente in soccorso il capo, è altresì intervenuto prontamente in soccorso il coro degli angeli dell'Associazione Nazionale Magistrati.

exioba

Mar, 23/08/2016 - 16:20

Io fossi stato il PM avrei mandato comunque il fascicolo di fronte al GIP. E se fossi stato il GIP avrei demandato al GUP l'emissione del non luogo a procedere (se proprio la Legge fosse stata a favore del rapitore presunto). Quanti mesi sarebbero passati? Sicuramente mesi in cui nessun bambino avrebbe corso un rischio almeno da parte di questo imputato...

Ritratto di ilmax

ilmax

Mar, 23/08/2016 - 16:22

siete dipendenti pubblici? quindi il vostro lavoro è giustamente giudicabile da chiunque, fatevene una ragione!

emigratoinfelix

Mar, 23/08/2016 - 16:28

e poi vorrei propongo di far cancellare l'enunciato secondo il quale in questo paese la giustizia viene amministrata in nome del Popolo....il danno,per ora,ce lo teniamo pure,ma la beffa no,prprio no...

Ritratto di hernando45

hernando45

Mar, 23/08/2016 - 16:32

Io cerco solo di fare il mio lavoro dice.E allora LAVORI MALE cara Bisello!!!!AMEN.

Ritratto di hernando45

hernando45

Mar, 23/08/2016 - 16:44

Ecco che qui si dimostra qual'è la seconda CASTA (dopo la POLITICA) Italiana.E noi paghiamo fior di tasse per mantenerli agiatamente!!!! Questa è l'ITALIETTA che sono felice di aver lasciato 17annifa, almeno piu dell'IRPEF sul reddito, NON mi possono piu TOGLIERE altri soldi sottoforma di tasse occulte, accise IVA ecc. Poveri Italiani schiavi,rassegnati,sottomessi ed ora anche impauriti come dice Mauro Corona da Erto.

Ritratto di ohm

ohm

Mar, 23/08/2016 - 16:45

Si dice che 'gli occhi sono lo specchio dell'anima'....se fosse stato per me questo signore lo avrei condannato al massimo della pena solo perché clandestino straniero che vuole delinquere nel nostro Paese....e questo è uno di quelli che mi deve pagare la pensione ? e questo è un 'dono di DIo'? e questo è uno che crea ricchezza ? e questo è uno che può accudire i nostri anziani ? e questo è uno di cui la boldrini difened dicendo che ''il loro stile di vita sarà il nostro''? ma per piacere !

Ritratto di liusstrale

liusstrale

Mar, 23/08/2016 - 16:46

In Italia chi giudica i giudicatori?

Ernestinho

Mar, 23/08/2016 - 16:48

Ogni simile difende il suo simile!

qualunquista?

Mar, 23/08/2016 - 16:55

Ho sempre creduto che "tentato rapimento" consistesse nell'organizzazione del sequestro, nella preparazione del luogo di segregazione del rapito, nello studio di abitudini e orari del soggetto da rapire; e che l'inizio del "rapimento" coincidesse con quello dell'azione coercitoria. E' evidentemente un problema semantico, quanti metri doveva fare il rapitore perché si perfezinasse l'atto di rapimento? 10, 100, 1000?. E perché non 99 o 101? Attenzione che se non siamo seri nella definizione dell'atto violento, rischiamo che a essere incriminati siano i genitori per abbandono di minore, e il bravo innocente sia il bravo ragazzo che ha trovato e restituito ai genitori una bambina smarrita.

antonmessina

Mar, 23/08/2016 - 16:57

ma quanti danni procurano sti magistrati ? ma davvero credono di essere dio?

Maura S.

Mar, 23/08/2016 - 17:03

Che magistratura.......ne abbiamo una in Italia?????????????????

thepaul

Mar, 23/08/2016 - 17:03

Leggo molti commenti di non addetti ai lavori. Per quanto possa sembrare assurdo, la PM ha ragione. Il Codice Penale distingue il "reato" dal "tentativo" di reato. Nel caso di specie si parla di "tentativo" (art. 56 C.P.) di "sequestro di persona" (art. 605). La legge, contorta e sbagliata, dice che se il reato non si consuma (e non si è consumato perché la bambina è, di fatto, tornata nelle mani dei genitori) allora si parla di "tentato reato" per il quale non scatta il fermo. Il magistrato che decidesse diversamente sarebbe di sicuro soggetto a provvedimento disciplinare. Bisognerebbe prendersela con chi l'ha fatta, quella legge, e non con chi è obbligato ad applicarla anche se fa a pugni con la logica e il buon senso.

Fjr

Mar, 23/08/2016 - 17:03

ricercare, studiare, valutare la concreta e vera dimensione del fatto per cui si procede, coglierne la portata e misurare la conseguente risposta cautelare o sanzionatoria".Ma se sono arrivati a pensare di mettere in galera chi non paga il canone Rai, qui' non si tratta di una tassa seppur iniqua, ma di un tentato rapimento che poteva riuscire se i bagnanti e i genitori , non si fossero resi conto di quanto stava accadendo, di cosa ciancia l'ANM ,fosse stato loro il bambino avrei voluto vedere con quanta serenità avrebbero accolto la notizia ma ande' a ciapa' di ratt, traduzione in lingua ANM ma andate a prendere topi.

gedeone@libero.it

Mar, 23/08/2016 - 17:04

Il rapimento rientra nella categoria dei delitti ed è punito con la reclusione fino a 12 anni (se l'offeso è minore). Il rapimento tentato è equiparato al rapimento andato a buon fine con sconti di pena per il reo che si è adoperato perché il reato non sia portato ad ulteriori conseguenze. Questo prevede la Legge. Poi Anm e questo magistrato possono fare e dire ciò che vogliono fino a che l'aria non cambierà.

thepaul

Mar, 23/08/2016 - 17:05

Per exioba: giusto per tua informazione, il GIP e il GUP sono la stessa persona. Quello che cambia è il rito (abbreviato - GUP - o ordinario - GIP). Non ti vedo molto ferrato in questo campo.

Mannik

Mar, 23/08/2016 - 17:07

Sinceramente, quanti di voi sono giuristi e conoscono gli atti del caso?

Fjr

Mar, 23/08/2016 - 17:10

Un bel tacer non fu mai scritto

Ritratto di leoni_da

leoni_da

Mar, 23/08/2016 - 17:13

ma su e' solo una ragazzata di una importante e necessaria risorsa.....

Zizzigo

Mar, 23/08/2016 - 17:13

Non dirmi il vero che mi si drizza il pelo... se il "popolo", che dovrebbe essere quello che dispone, perché l'esecutivo esegua, ha qualche cosa da obiettare, non c'è scusante che tenga. Se ritiene che la legge sia sbagliata o applicata in maniera superficiale, vuol dire che qualche cosa non va.

hellas

Mar, 23/08/2016 - 17:20

A parte che quando vogliono i signori magistrati sanno anche forzare l'interpretazione delle norme, se fa loro comodo, ma leggere le dichiarazioni della PM fa cascare letteralmente le braccia. Finché questi privilegiati dipendenti pubblici non verranno chiamati a rispondere dei disastri che combinano, pagando anche con la perdita definitiva del ruolo, non c'è la caveremo mai....

Rotohorsy

Mar, 23/08/2016 - 17:26

Casta e Supercasta entrambi lontanissime dai cittadini. Di cosa altro hanno bisogno i nostri giovani per scappare a gambe levate da questo amaro Paese ?

brunog

Mar, 23/08/2016 - 17:27

Il problema non e' la criminalita ma la magistratura. Pretendono di emettere sentenze in nome del popolo italiano, allora che si facciano eleggere dal popolo.

angelovf

Mar, 23/08/2016 - 17:30

Quando la smettete di usare la magistratura come se fosse una cosa personale, non vi passa per la testa che siete dei normali impiegati dello stato e che i cittadini pagano il vostro lavoro? Perché quando c'è un errore non lo accettate come tutti i mortali? In questi la colpa è della politica che non sa farsi valere perché le leggi le fa politica, abolirei anche la consulta che fanno parte della stessa pasta, l'Italia con qypuesta palla al piede non va lontano, bloccano tutto quello che per noi è lavo. Per quando riguardo l'indiano, il rapimento è stato consumato, non è che la bambina doveva morire per farlo risultare rapimento? Perché vi giustificate, non che autorizzate tutti a provare a rapire? Certi che se era italiano a compiere questo gesto già sarebbe in galera, se non lo linciavano prima.

Ritratto di Legba

Legba

Mar, 23/08/2016 - 17:31

Che comincino ad accettare che gli insulti arriveranno sempre più copiosi!

SAMING

Mar, 23/08/2016 - 17:35

E' inutile protestare. Gli italiani hanno per decenni votato a sinistra lasciando a quella fazione l'esclusiva della giustizia e dell'istruzione mentre i democristiani si sono tenuti le banche e gli affari. Ora ne paghiamo le conseguenze. Il magistrato poi ha torto perchè la concreta possibilità di quell' indiano di reiterare il reato lo avrebbe costretto a convalidare il fermo.L'indiano ha poi commesso un fatto che in India è moto frequiente. Si rapiscono bambine che vengono poi violentate ed uccise.

greg

Mar, 23/08/2016 - 17:38

Il giusto clima di serenità per questa AMS (Associazione Magistrati Sciagurati) è quello di consentire loro di fare ciò che vogliono, interpretare le leggi in maniera capziosa, e le leggi italiane sono già capziose per conto loro, scritte da gente che ha tutto l'interesse a rendere, non solo ingovernabile il paese, ma anche ingovernabile la giustizia. E' l'antica lezione di Togliatti: dove c'è il caos il comunismo prospera.

Ritratto di frank60

frank60

Mar, 23/08/2016 - 17:39

Ripeto...il bimbo doveva essere il figlio o il nipote dei Magistrati ANM,per vedere come si comportavano.

greg

Mar, 23/08/2016 - 17:39

ANM = AMS Associazione Magistrati Sciagurati

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Mar, 23/08/2016 - 17:39

Non c'è più libertà di espressione? Non vi accorgete che così attaccate la maggior parte degli italiani, che oltretutto non la pensa come voi? Pensate di essere perfetti? Un pò più di umiltà, suvvia. Non capite che la gente è molto arrabbiata per questo tipo di leggi, le quali puniscono severamente le persone normali e favoriscono inadeguatamente in modo vergognoso i delinquenti. Cercare tutti insieme di correggere, il buon senso è alla portata di tuttinoi, non è vero? Purtroppo anche gli italiani si sono stufati degli "attacchi inaccettabili", dovreste capirlo.

Ritratto di perigo

perigo

Mar, 23/08/2016 - 17:42

Warning. Non disturbate il manovratore, please. E soprattutto non date a parlare all'autista! :P

Una-mattina-mi-...

Mar, 23/08/2016 - 17:44

Fa piacere vedere che oggi c'è chi difende il magistrato, magari in futuro troveremo chi difende anche le quotidiane vittime di predoni/ladroni/pedofili e quant'altro. Leggo che è un problema di leggi, non leggo che si tratta però di leggi sbagliate. Tanta solerzia nel depenalizzare e nessuna solerzia nel difendere il cittadino pagante, questi gli operati dei governi, gli stessi che di tempo da dedicare, invece, alla ricerca di nuovi balzelli ne trovano, fatto curioso, addirittura troppo.

Beaufou

Mar, 23/08/2016 - 17:47

Egregi signori dell' ANM, che io chiamo impuniti vestiti da pagliacci, anche se corro sempre il rischio di censura: qui abbiamo un tizio colpito da decreto di espulsione che non solo non è stato espulso, ma che continua a delinquere, e che secondo voi è da trattare meglio di un ragazzotto che ruba una mela al supermercato. È inutile che citiate leggi, codici e codicilli: questa è un'assurdità che non sta nè in cielo nè in terra, esattamente come la vostra impunità, che sarebbe ora di togliervi senza invocare cavilli e "diritti acquisiti". Punto.

Ritratto di oldpeterjazz

oldpeterjazz

Mar, 23/08/2016 - 17:48

@thepaul Non sono esperto in materia ma, a rigor di logica, uno che si avvicina ad una bambina, "tenta" di afferrarla ma prima di riuscirci si prende due cazzotti in bocca dal padre e desiste, è un tentativo. Se uno la afferra e "se la porta via" il reato lo ha consumato eccome. Che poi sia ritornata tra le braccia del padre fa solo parte del lieto fine. O no ?

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Mar, 23/08/2016 - 17:49

@Mannik ore 17:07 - Ma voi dovete solo difendere sempre i delinquenti, solo per odio politico, o siete convinti di quello che dite? Se una persona (clandestina) ha già commesso reati (droga e altro), con un foglio di espatrio mai ottemperato (basterebbe già questo per incarcerarlo o cacciarlo via, lo so per voi no!!!!), inoltre viene sorpreso a rapire una bambina con la testimonianza di tutta la gente in spiaggia (che per voi saranno tutti i presenti rigorosamente di destra e razzisti) e lei mi viene a dire "se conosciamo gli atti del caso"?. Fenomeno, ci chiede pure se siamo giuristi? NO non lo siamo, ma speriamo che non lo sia anche lei, sa, con queste provocazioni, creerebbe molti danni. Ma il buon senso dice anche che se non si poteva arrestare, si poteva almeno cacciarlo via, foglio di espatrio immediato e reale. Adesso sosterrà che siamo razzisti, ma preghi che non capiti mai a una sua bambina, vedrà che rabbia proverà verso coloro che parlano come lei.

giovanni951

Mar, 23/08/2016 - 17:54

attacchi mediatici? ma per favore...fatevi un esame di coscienza che è meglio.

uberalles

Mar, 23/08/2016 - 17:59

,,,ed adesso, se permettete, mi godo i miei 45 gg. di ferie, accidenti a voi Italiani...mai contenti!!!

uberalles

Mar, 23/08/2016 - 18:03

Giudice Bisello, si goda i suoi 45 giorni di ferie, mi sembra un po' affaticata, fuori di testa, direi

roberto zanella

Mar, 23/08/2016 - 21:18

Inaccettabili ....inacettabili sono questi pelandroni

Giorgio Mandozzi

Mar, 23/08/2016 - 22:08

Quella che è inaccettabile è l'ANM. Schierata unicamente nella difesa corporativa e mai alla ricerca della verità. Penso sia ora di avere una magistratura impegnata nella rapida, professionale e oggettiva soluzione dei milioni di casi in sospeso. Occupino meno le prime pagine della cronaca e dippù le aule dei tribunali.

MARIOMEN59

Mar, 23/08/2016 - 23:38

CANE NON MANGIA CANE !!!!!

corangle

Mer, 24/08/2016 - 00:31

SEMPLICE. I magistrati dovrebbero punire i colpevoli applicando la legge. Il problema è che sembrano applicare le leggi per "eventualmente, se inevitabile" punire i colpevoli. Non dovrebbero essere al servizio del Cittadino????

MOSTARDELLIS

Mer, 24/08/2016 - 00:38

Si è scatenata l'ANM, la Procura di Ragusa, il CSM. Indovinate quale sarà il risultato degli Ispettori di Orlando? Quello che non si capisce perché la magistratura è sempre dalla parte dell'ingiustizia.

Jimisong007

Mer, 24/08/2016 - 00:50

Fanno schifo

corangle

Mer, 24/08/2016 - 01:14

SEMPLICE. I magistrati dovrebbero punire i colpevoli applicando la legge. Il problema è che sembrano applicare le leggi per "eventualmente, se inevitabile" punire i colpevoli. Non dovrebbero essere al servizio del Cittadino????

topbtw

Mer, 24/08/2016 - 03:53

Secondo il PM della Procura di Ragusa è un "tentato rapimento" Ma quale "tentato rapimento" ? Il fatto che la bambina sia stata sottratta ai genitori e presa in braccio contro la sua volontà e tenuta bloccata al petto é già un rapimento bello e buono ! Non stava camminando tranquilla sulla spiaggia, tenuta per mano, per essere riportata dai suoi genitori ! E' stata tenuta con la forza ed allontanata dai suoi genitori.. Per quale motivo ? Per portarla dove ? Per farne che cosa ? Il compito del magistrato è quello di INTERPRETARE LO SPIRITO DELLA LEGGE...Il compito del Magistrato non è quello di applicare delle mere norme.

marcosol

Mer, 24/08/2016 - 07:03

La modifica dell'articolo 280 del Codice di procedura penale, voluta a gran voce dal centro destra nel 2013 per combattere il sovraffollamento delle carceri, ha comportato il non arresto dell'individuo di cui sopra. Il magistrato ha applicato una legge voluta da politici soloni e ipocriti. Ma naturalmente tutto questo qua al Giornale non compare.

meverix

Mer, 24/08/2016 - 08:04

Il fatto è successo a Ragusa...secondo me è meglio se trasferiscono al più presto quel pm visto il luogo dell'accaduto...

semprecontrario

Mer, 24/08/2016 - 08:14

caro sostituto procuratore e se fosse xapitato a tua flglia? i tuoi bla bla bla di giustificazione non li avresti fatti che ne dici?

routier

Mer, 24/08/2016 - 09:41

Quando la magistratura si trincera dietro il fatto che la legge così è, e così va applicata, perché non si pongono la questione se, detta legge, risponda a normali criteri di buon senso e di equità elementare? E, nel caso così non fosse, perché non ne chiedono la rettifica al legislatore? Cui prodest? Sarò forse cattivello ma la cosa mi puzza!

gedeone@libero.it

Mer, 24/08/2016 - 16:08

Marcosol, solo ora leggo il suo commento e le nel 2013 non governava il centrodestra e, comunque, ormai da 5 anni, al governo ci sono ni suoi sodali e potevano cambiare """la legge voluta dal centrodx""" come e quando volevano. O le fiducie in parlamento le richiedono solo quando interessa loro???

m.nanni

Mer, 24/08/2016 - 16:38

marcosol, tu in testa non hai la modifica del codice penale, ma un chiodo fisso. sempre lo stesso.

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Mer, 24/08/2016 - 23:02

Anziché prendere atto di una situazione che deve ancora essere verificata dagli ispettori, l'ANM difende a gamba tesa l'operato della PM. La quale si difende sostenendo di aver applicato la legge. Quindi si dichiara addirittura offesa per le critiche rivoltele. PECCATO CHE LA DISCREZIONALITÀ FAVOREVOLE AI CRIMINALI CERTI GIUDICI LA APPLICHINO COME FOSSERO AVVOCATI DIFENSORI E PRIMA ANCORA DI LORO. Questa è la vera vergogna. Non sono vomitevoli le leggi MA LA CAPZIOSITÀ DI CHI LE INTERPRETA.