Ragusa, ubriaco crea panico in piazza poi aggredisce e morde militari

Il 30enne di origini colombiane, già noto alle forze dell'ordine per episodi del genere, è stato fermato solo grazie all'uso dello spray urticante, mentre i carabinieri feriti sono dovuti ricorrere alle cure del pronto soccorso

Tanta paura durante il pomeriggio dello scorso sabato a Marina di Ragusa, a causa delle intemperanze di cui si è reso protagonista un uomo di origini colombiane.

Piazza Duca degli Abruzzi è affollata di famiglie, con bambini che giocano e corrono quando il 30enne, pregiudicato per resistenza a pubblico ufficiale e non nuovo ad episodi del genere, inizia a diventare pericolosamente fuori controllo.

In preda ai fumi dell'alcol, ha cominciato a rovesciare tavolini e fioriere, trasformandosi rapidamente in un potenziale pericolo per i presenti. Alcuni di questi ultimi contattano le forze dell'ordine, ed in breve sul posto sopraggiungono i carabinieri della stazione di Marina di Ragusa.

Dopo aver cercato invano di ricondurre l'uomo a più miti consigli, i militari sono costretti ad intervenire per evitare eventuali situazioni di pericolo per gli avventori della piazza. Fin da subito ostile, il 30enne ha iniziato a rivolgere ingiurie e minacce nei confronti degli uomini dell'Arma, per poi aggredirli mentre tentavano di bloccarlo.

Uno dei carabinieri è stato preso a calci e ferito al volto, mentre un collega ha ricevuto dei morsi alla mano nel tentativo di bloccare il facinoroso.

Grazie all'uso dello spray urticante, i militari sono riusciti ad avere la meglio sul violento 30enne ed a condurlo in caserma con l'accusa di oltraggio, minacce, resistenza e lesioni a pubblico ufficiale. I due uomini dell'Arma feriti durante l'intervento sono finiti al pronto soccorso, ricevendo rispettivamente una prognosi di 7 e 10 giorni.