Rc Auto, così cambierà il calcolo della polizza

Il calcolo della Rc Auto presto potrebbe cambiare. Ecco i nuovi parametri per fissare il costo della polizza

Il calcolo della Rc Auto presto potrebbe cambiare. Fino a questo momento le variabili prese in considerazione dalle assicurazioni sono l'età anagrafica, la città in cui si vive, il tipo di automobile usata ma anche gli incidenti avuti nel passato. E così a quanto pare in futuro il calcolo potrebbe essere effettuato su altri parametri. Come ad esempio lo stile di guida o i percorsi effettuati. E a rivelare il grande cambiamento è Paolo Vendramin, partner di Deloitte che ha collaborato a una ricerca internazionale condotta su 11 Paesi e 15 mila clienti a proposito di assicurazioni telematiche: "Viaggiare a 110 chilometri all’ora in autostrada è diverso che andare a 80 all’ora in centro città, magari passando vicino alle scuole. Una tale differenza nei rischi oggi non è ancora prezzata", spiega a Corriere Economia. Per rilevare questi parametri servono algoritmi sofisticati che di fatto dovrebbero registrare a bordo del veicolo tutti gli spostamenti e le abitudini alla guida del conducente. Il tutto potrebbe avvenire grazie alle scatole nere installate sui veicoli. In questo momento già su 4,5 milioni di auto è presente il nuovo dispositivo. A quanto pare secondo la ricerca di Deloitte gli italiani sarebbero ben disposti a cedere i dati del veicolo con le proprie abitudini ma a patto che le tariffe scendano. Ed è in questa direzione che le compagnie potrebbero andare.

Commenti
Ritratto di nando49

nando49

Lun, 12/12/2016 - 11:12

Il "grande fratello" continua. Dopo il fisco e le banche che sanno tutto di noi ora anche le assicurazioni sapranno dove andiamo. Alla faccia della legge sulla privacy che a questo punto diventa ridicola.

COSIMODEBARI

Lun, 12/12/2016 - 12:45

Fanno una ricerca internazionale, ma per le auto che circolano in Italia. Che senso ha?...Le scatole nere esistono già da anni, registrano tutto. Io l'ho avuta, con Allianz, e se volevo visionare, di sera, dove fosse andato mio figlio, a cui avevo prestato l'auto anche in mattinata, trovavo tutto e pure di più. Ma per questa mia auto che percorre solo 2500 km l'anno, e che ha la classe di merito 1 da una vita, pago sempre qualcosina in più e non in meno anno dopo anno e sono sempre in cerca di altra compagnia assicuratrice. Insomma, da un bel po, per rispermiare sono diventato un ballerino della Rca.

Una-mattina-mi-...

Lun, 12/12/2016 - 12:58

ANDREBBE CONTROLLATO ANCHE IL MENU' DELL'AUTISTA: diverso se si mette alla guida dopo una impepata di cozze di cozze e vongole o una tazza di semolino. Andrebbe inoltre fatta una analisi delle feci settimanale, perchè uno che digerisce male ha guida più nervosa.

giovauriem

Lun, 12/12/2016 - 13:10

questo articolo è in ritardo di 2/3 anni , le valutazioni descritte sono in vigore da tanto tempo , io ho la scatola nera da un anno , e ho ottenuto uno sconto del 24% sul costo del premio , si tenga presente che il massimo sconto(almeno per la mia compagnia) è del 25% .

Ritratto di stenos

stenos

Lun, 12/12/2016 - 13:20

Come si voleva di di dimostrare la scatola nera non e' altro che un gentile omaggio del buffone di rignano alle assicurazioni. Con la scatoletta troveranno altri 10000 cavilli per non pagare oltre a controllare la tua vita km per km.

polonio210

Lun, 12/12/2016 - 13:36

Piuttosto che farmi installare una scatola nera mi faccio sparare.Nessuno deve permettersi di giudicare dove vado quando e come ci arrivo.Se commetto una infrazione,al codice della strada,ci sono già innumerevoli metodi per sanzionarmi.Manca solo che l'assicurazione voglia seguirmi nel bagno per sapere se dopo la minzione non mi sono lavato le mani creando così un probabile pericolo alla guida.

clandestino48

Lun, 12/12/2016 - 14:34

Pensano solo alle abitudini di guida invece di pensare ad asfaltare le strade quando diventano lucide con l'acqua!

Ritratto di Maximilien1791

Maximilien1791

Lun, 12/12/2016 - 15:17

Provata per due anni la scatola nera, risultato ? Frustrante, la compagnia faceva finta di abbassare le tariffe ma in realtà erano le medesime poi i database con strade e relativi limiti di velocità non erano mai aggiornati e quindi anche se si rispettava i limiti del CDS per la compagnia li si oltrepassava, frustrante. Finirà che renderanno obbligatorie le scatole nere e le tariffe non scenderanno, di sicuro.

aitanhouse

Lun, 12/12/2016 - 15:34

gratta,gratta ,questi stramaledetti buffoni se ne inventano un'altra per fregarci altri soldi con la complicità di istituzioni distratte o conniventi . Le assicurazioni sono anche banche e quindi hanno interesse ad accrescere il patrimonio per investire ad usura, a non pagare i sinistri , ad aumentare gli utili ed a finanziare compari e servi. Giuste ed oneste tariffe? scordatevele ,non le avremo mai; mai ,a tal punto che le assicurazioni non fanno nulla per perseguire le truffe di falsi sinistri ed i loro autori .

Ritratto di stenos

stenos

Lun, 12/12/2016 - 17:04

Io mi sono informato dalla mia assicuratrice e amica e per quanto riguarda gli sconti mi ha detto di lasciar perdere non ne vale la pena con in piu' la rogna della scatola da far installare e si puo' guastare.

Ritratto di libere

libere

Lun, 12/12/2016 - 17:08

Ho la scatola nera da tre anni. Dopo il primo anno che mi ha portato un buon risparmio (25% circa) per guida virtuosa, i parametri sono cambiati e i vantaggi si sono azzerati. Fermo restando che la guida in città è sempre penalizzante, con la scusa di ripetute accelerazioni e decelerazioni (l'alternativa quale sarebbe, andare a sbattere?) ciò che più imbestialisce è che la guida in certe fasce orarie azzera i meriti. Guidare dopo le 13, o peggio ancora la sera, annulla ogni vantaggio. In buona sostanza, suona un po' come una presa per i fondelli.

Ritratto di tomari

tomari

Lun, 12/12/2016 - 17:41

Io,sulla mia auto, da tre anni ho la cosidetta"scatola nera". Devo dire che mi trovo molto bene.anche perché ho avuto una notevole riduzione del premio da pagare.

sparviero51

Lun, 12/12/2016 - 19:29

E PERCHÉ NON CHIEDERE SE LA SERA PRIMA SI È FATTO SESSO? IL CONDUCENTE POTREBBE ESSERE STANCO O STRESSATO E QUINDI UN PERICOLO IN PIÙ PER LA CIRCOLAZIONE . MA ANDATE AFFAXXULO TUTTI ,BANDA DI LADRI !!!

Ritratto di Mario Galaverna

Mario Galaverna

Lun, 12/12/2016 - 19:42

Gli italiani dovrebbero sapere che piuttosto di riparare una strada il sindaco preferisce piantare un bel cartello col limite di velocità. Anch'io ho avuto la scatola nera e col mio trabiccolo ero un guidatore DA MIGLIORARE. Fateveli voi i cinquanta all'ora per sessanta chilometri causa buche e avvallamenti intralciando il traffico di auto (tutte) a SCHIOPETTATA E SENZA la scatola nera.

Ernestinho

Lun, 12/12/2016 - 21:07

Ogni volta che guido vedo decine di infrazioni che, puntualmente, rimangono non penalizzate: guida parlando al telefonino, eccessiva velocità, menefreghismo dei diritti degli altri ecc. Ecco, quando saranno finalmente colpiti questi "maleducati" allora le cose saranno migliori per tutti!

Anonimo (non verificato)

adal46

Lun, 12/12/2016 - 22:07

Tutta teoria lontana dalla realtà. Le strade sono piene di "pacchi postali" che viaggiano piano a filo mezzeria, fari spenti anche in condizioni critiche, frecce opzional: sarebbero quelli i meritevoli di polizze economiche?

routier

Mar, 13/12/2016 - 09:22

Quando al posto di asfalto autodrenante si preferisce installare un cartello con limiti di velocità assurdi, allora la scatola nera è solo l'ennesima gabola di stile orwelliano. Sulla mia auto, MAI!