Recupera i Gratta e Vinci buttati. Molti sono vincenti

Alcuni giocatori gettano i tagliandi vincenti senza accorgersene. In questo modo si porta a casa circa 100 euro al mese

Non basta comprare un Gratta e Vinci per potersi arricchire. Una volta comprato il tagliando, dobbiamo anche controllarlo con molta attenzione. In caso contrario si rischia di gettare, nel vero senso della parola, la fortuna nel cestino. Sono molti i giocatori che presi da particolare foga non leggono correttamente le scritte grattate e buttano cartoncini vincenti senza accorgersene. Ha imparato la lezione Giampaolo Dell’Arme, 40enne di Merate, che cerca e controlla i biglietti eliminati. Per poi incassare le eventuali vincite. In questo modo,come riporta Il Giorno, Dell’Arme riesce a recuperare un centinaio di euro in più al mese.

Alcune persone infatti gettano i tagliandi vincenti. Forse perché non hanno letto il regolamento, per la troppa fretta o ancora per distrazione. Fatto sta che non è così raro ritrovare Gratta e Vinci con le combinazioni vincenti, abbandonati sui tavoli dei bar o addirittura per terra. Giampaolo tiene però a sottolineare che non è un ladro e che, quando si accorge che un distratto ha gettato via una somma, se può lo avverte. Non ruba niente a nessuno. Solo riscuote somme che altrimenti verrebbero perse. Il suo bottino è di circa tre o quattro biglietti vincenti alla settimana. Tradotti in contanti, più o meno 100 euro al mese. A volte le vincite sono alte, circa settanta, ottanta euro. Altre volte invece sono basse, anche solo 5 euro. Ma per una persona che campa con la sola pensione di invalidità e che non può lavorare, fanno comodo anche quelle. Un modo come un altro per arrivare a fine mese. E chissà che un giorno Giampaolo non riesca a trovare il biglietto milionario.