Recupero crediti? Cercasi ex galeotti del Sud

Un’azienda di Pesaro offre lavoro. E tra i requisiti preferenziali aggiunge: "Meglio se nerboruti"

Era ora che in questo dannato paese si rivalutasse una delle più antiche e collaudate categorie del Made in Italy: i tagliagole. Molti ge­nitori, finalmente, potranno evitar­si il fastidio di indicare ai ragazzi una strada dritta verso l’educazio­ne, l'onestà, il rispetto delle regole: figlio mio, se vuoi costruirti una po­sizione devi prima farti un discreto periodo in galera, perché poi il mer­cato del lavoro è pronto ad offrirti straordinarie opportunità.
Nell’Italia al tempo della crisi si lavora di fantasia e s’inventano nuove figure professionali: attual­me­nte richiestissimo il fondo di ga­lera per riscuotere i crediti. Requisi­to fondamentale, oltre a una sana gavetta dietro le sbarre,l’origine si­cula o calabrese. E per favore non chiedetemi il perché.
In questa congiuntura cupa e te­ne­brosa è difficile far girare le azien­de, ma in tanti casi è ancora più diffi­cile farsi pagare. Non bastano tele­fonate, mail, solleciti, letteracce dell’avvocato: fanno il solletico. Serve qualcosa - qualcuno - di più convincente. Un’agenzia di Pesa­ro, la «Sviluppo Reti Commercia­li », specializzata nell’assistenza al franchising, ha individuato il profi­lo ideale: il galeotto meridionale. E per favore non richiedetemi il per­ché.
A pubblicizzare la nuova pro­spettiva di lavoro è un bravo colle­ga del Secolo XIX , Gianfranco Sans­alone. La sua testimonianza è im­perdibile. Racconta che alle 8,33 del 24 luglio, sul sito del periodico
Subito (offerte di lavoro nelle Mar­che) appare questo annuncio: «Azienda seria e referenziata cerca uomini decisi, di poche parole e prestanza fisica. Possibilmente ex culturisti o ex galeotti, per recupe­ro crediti in tutta Italia. Molto ap­prezzate origini meridionali, cala­bresi o siciliane. Contratto con lau­ti compensi. Inviare curriculum, necessaria foto intera. Astenersi perditempo. Sede di lavoro Pesaro. Orario fulltime».L’annuncio preci­sa con molta umanità che non sa­ranno discriminate le donne. L’azienda seria e referenziata, scopre il cronista,è appunto la«Svi­luppo Reti Commerciali» di Pesa­ro.
Quando telefona in sede per ve­rificare, l'addetta alle pubbliche re­lazioni conferma. Ma non appena l'interessato si qualifica come gior­nalista, la situazione precipita. Pri­ma precipita la linea, qualche mi­nuto dopo precipita chissà dove il geniale annuncio, misteriosamen­te rimosso. Ad un ulteriore tentati­vo del giornalista, per parlare con qualche responsabile, la poveretta risponde che titolare, direttore, diri­genti, tutti quanti si trovano disgra­ziatamente in ferie. Spiacente, que­sto è tutto. Clic.
Sinceramente: un passo avanti chi rifiuterebbe di pagare i debiti se alla porta suonasse una personci­na con i requisiti dell’annuncio. Questo per riconoscere che sull’ef­ficacia della scelta di marketing,
niente da dire: un tagliagole dop (denominazione di origine protet­ta, come il caciocavallo e il peperon­cino) vale più di qualunque ingiun­zione. Basta uno sguardo, non ser­vono parole. Il debitore ineffabile e fetente perde all’improvviso tutta la sua impareggiabile faccia di bronzo, avvertendo tanta nostal­gia per il più carogna esattore di Equitalia. Quando il gioco si fa du­ro, è meglio far giocare i duri: que­sta la nuova logica, cresciuta nel cli­ma fertile e incattivito di una crisi sempre più spietata. A un certo punto servono gli specialisti, serve metodo, servono certi metodi: vuoi mettere le garanzie offerte da un picciotto di Monreale o da un boss di Vibo Valentia?Eppure,dal­l’intera storia, emerge prepotente un incontenibile senso di indigna­zione. Bisogna essere fermi. Biso­gna dire con forza che non è il mo­do. Non esiste che ci sia ancora qualcuno capace di simili discrimi­nazioni, dal chiaro stampo razzi­sta. Cos’hanno che non funziona i tagliagole di Cuneo e di Varese?

Commenti
Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Sab, 28/07/2012 - 11:49

La magistratura è insufficiente. Certo che se si "riciclasse" la nona sezione dei Tribunali restituendo al capofamiglia il potere monocratico, come era prima, si onorerebbe la Legge naturale che recita: "Onora il padre ..." e "Non desiderare la donna d'altri" e ancora "Non commettere adulterio". Certo che gli empi comunisti, le femministe, i gay, le liberamoriste e quant'altro comincerebbero a dimenarsi come Bersani sul tetto. E va be'. Amen. Almeno si migliorerebbe in ordine al "Non rubare" e al "Non desiderare la roba d'altri" e "Non dire falsa testimonianza".

guidode.zolt

Sab, 28/07/2012 - 13:14

certo che minacciare in siciliano, calabrese o altro e' piu' convincente che sentirsi dire..."oh..basta la'...neh...?"

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Sab, 28/07/2012 - 14:34

Certo che lì ne può trovare fin che ne vuole

Ritratto di FrancoTrier

FrancoTrier

Sab, 28/07/2012 - 19:23

se c'e una persona che mi fa ricuperare 2 milioni di dollari guadagnati in borsa e poi non pagati gli offro la meta' questo tipo e' un quaquaraqua tedesco che ha truffato 2400 persone per un valore di 25 milioni di dollari metodo piramide se gli tiro un orecchio si mette a piangere,purtroppo questi tipi di persone sono piu pericolose che le altre se si mettono a piangere,basterebbero 2 parole dette bene e il tizio paga come un banco.