Referendum, ironia sulle matite: "Può cancellarle solo Piero Pelù"

Dopo il post di Piero Pelù che ha fatto scattare la querelle sulle matite, si scatena l'ironia dei social network

Non potevano mancare le battute e l'ironia su Piero Pelù e le matite "cancellabili" messe a disposizione degli elettori per il referendum.

La querelle delle matite copiative

In mattinata il cantante ha pubblicato un post sulla sua pagina Facebook in cui denunciava di aver testato la matita che gli era stata data per votare e che risultava cancellabile. Le foto di Pelù hanno fatto il giro dei social network provocando un'ondata di denunce simili in tutta Italia, tanto che in alcuni seggi le matite "irregolari" sono state pure sostituite.

Bene. Il Viminale ha emesso una nota in cui assicura che è tutto regolare. E così qualcuno ha pensato di scherzare su Wikipedia, modificando la pagina dedicata alle matite copiative. "Una matita copiativa - si legge - è un particolare tipo di matita con mina composta da grafite e altri elementi chimici, la cui traccia è indelebile. È cancellabile solo per abrasione e da Piero Pelù".