Regeni, così l'Egitto spiava gli investigatori italiani

Il team dei nostri investigatori monitorato per otto settimane. Nel mirino anche l'ambasciata a Il Cairo

Il caso Regeni continua a far salire la tensione tra Italie ed Egitto. Dopo il no da parte de Il Cairo sulla trasmissione dei tabulati delle telefonate agli investigatori italiani, l'Egitto alza ancora la voce contro il governo italiano accusando Roma di "politicizzare il dossier" del ragazzo morto qualche mese fa. Ma adesso emerge un nuovo retroscena. A quanto pare gli investigatori italiani sarebbero stati spiati dalle autorità egiziane durante le indagini sulla morte del ragazzo. Per otto settimane, tra il 5 febbraio e il 30 marzo, giorno e notte, gli egiziani, secondo quanto riporta Repubblòica, avrebbero monitorato ogni mossa, ogni spostamento e comunicazione del nostro team investigativo al Cairo. Una mossa che avrebbe costretto a pratiche carbonare il nostro personale diplomatico.

E a riferirlo sarebbero stati tre uomini dello Sco della polizia e i tre del Ros dei carabinieri dopo pochi giorni dal loro arrivo al Cairo, alla metà di febbraio. I nostri apparati investigativi, sempre secondo quanto riporta Repubblica, sono costretti a definire routine operative rigidissime, da guerra di spie. Al team al Cairo viene vietato di utilizzare le mail, di agganciarsi a qualunque sorgente Wi-fi, in luoghi privati o aperti al pubblico, nonché il servizio di messaggistica tradizionale da smartphone e l'applicazione WhatsApp. Insomma le indagini dei nostri investigatori sarebbero finite nel mirino delle autorità egiziane. Un'altra pagina buia su una vicenda che continua ad essere oscura.

Commenti
Ritratto di Azo

Azo

Dom, 10/04/2016 - 08:27

Non solamente con gli Indiani, COLORO CHE CI GOVERNANO, """SI FANNO PRENDERE PER I FONDELLI PURE DAGLI EGIZIANI, GLI 007 E I DIPLOMATICI CHE SONO STRAPAGATI PER SEDERE SU POLTRONE DORATE, POTREBBERO ANDARE A SPAZZARE IL MARE, PERCHÈ PIÙ DI QUELLO NON SANNO FARE""", SCUSATE,"""SONO I CAMPIONI MONDIALI AD EMANARE TASSE"""!!!

umberto nordio

Dom, 10/04/2016 - 08:41

Il governo italiano si è imbarcato in una avventura da cui non potrà che uscire perdente; politicamente ed economicamente.Ogni giorno che passa la situazione peggiorerà per la sua manifesta incapacità. Regeni non doveva andarsi a ficcare in un covo di vipere.Chiuso.

linoalo1

Dom, 10/04/2016 - 08:45

E chi più ne ha,più ne metta!!!Io,finchè nessuno smentisce,insisto sul Riscatto non pagato!!!!Sono anche convinto che,se fosse stato lo Stato Egiziano,il corpo del povero Giulio,non si sarebbe mai più trovato!!!E poi,perchè far ritrovare il corpo??E perché in quello stato???A me sembra un monito,tipo:non fatelo più,altrimenti ecco cosa succede!!!!

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Dom, 10/04/2016 - 08:51

È il colmo che i buoni rapporti tra l'Egitto e l'Italia sprofondino in un pozzo di ... fandonie.

Massimo Bocci

Dom, 10/04/2016 - 08:52

Ma gli Italici??? FINTI!!! Ricercatori??? Che cacchio andavano a VANNO a spiare in Egitto e per conto di CHI??? AL SOLDO DI CHI???, su questo si dovrebbe aprire non un fascicolo anzi un INTERA BIBLIOTECA DI SERVITÙ' MISERABILI!!! COMPAGNERE!!!

iotului

Dom, 10/04/2016 - 09:01

Gentiloni muoviti, fai qualcosa di serio, fai rispettare l'Italia nel mondo.

Ritratto di wilfredoc47

wilfredoc47

Dom, 10/04/2016 - 09:17

Chi se lo sarebbe mai immaginato!!!!

amledi

Dom, 10/04/2016 - 09:25

Mi risulta che ultimamente in Egitto l'ENI ha trovato degli immensi giacimenti di petrolio, un successo italiano da miliardi che molti, da Tel Aviv a Washington, passando per Londra, non digeriscono. Temo che la morte del nostro giovane connazionale non abbia niente a che vedere con la politica, ma con l'economia dei paesi "amici".

canaletto

Dom, 10/04/2016 - 09:36

MA BASTA CON QUESTO REGENI, RICERCATORE DI GUAI, UN SOVVERSIVO. E ADESSO RICHIAMIAMO ANCHE L'AMBASCIATORE. FORSE I GUAPPI DI ROMA VOGLIONO DISTRARRE L'ATTENZIONE DEGLI ITALIANI???? pensiamo ai maro che l'india ci prende per il culo da 4 anni. ritirare ambasciatore india e chiudere ambasciata quindi anche i maro indiero a casa. di regeni non se ne deve piu parlare. sta diventando un eroe della delinquenza come GIULIANI, RICORDATE??? quello che volevaammazzare un carabiniere con l'estintore???? diventato un eroe.. BASTA BASTA BASTA

sergio_mig

Dom, 10/04/2016 - 09:39

Vietare X legge il turismo di italiani in Egitto anche se la cosa non è democratica, considerato la mole di italiani che vanno in quel paese in vacanza sarebbe un danno enorme per loro.

Aleramo

Dom, 10/04/2016 - 09:43

Bene, adesso dopo esserci dissanguati con le sanzioni alla Russia terminiamo l'opera con le sanzioni all'Egitto! Il tutto per un poveretto che giocava a fare il ricercatore...

Ritratto di Aerreb

Aerreb

Dom, 10/04/2016 - 10:00

Ma qual'è la "Verità" che vogliamo noi italiani, quella per noi esaustiva? Vogliamo una verità di comodo, magari che l'Egitto ammetta che è stato personalmente Al Sisi ad infliggere quelle torture ? Vogliamo fomentare una nuova primavera araba al Cairo, senza sapere che la stragrande maggioranza degli egiziani sta con il governo dello stesso Al Sisi ? Un Paese che ha l'ambizione di essere grande (...) fa bene a non accettare silente un omicidio come questo, ma qualcuno dovrebbe avere il coraggio di dire che l'isteria mediatica e istituzionale di questi giorni non va bene.

arnaldo40

Dom, 10/04/2016 - 10:25

Due pesi e una misura. Quanta verve ci mette lo stato italiano per questo caso. Mentre la solerzia del suddetto nei confronti dei due Maró, é stata ZERO. Questo povero Regeni avrá sofferto le pene dell'inferno per 10 giorni ed é ghiusto che si raggiunga un briciolo di veritá. Ma per le torture che durano da piú di quattro anni che stanno subendo i due Maró, cosa ha fatto questo Stato di burattini? Addirittura quando erano venuti in Italia per una vacanza, sono stati rispediti in India. Che Politici inetti e vigliacchi che abbiamo. Adesso per questo ragazzo trucidato, stanno alzando, per far vedere che sono forti, un fumo che non porterá da nessuna parte.

arnaldo40

Dom, 10/04/2016 - 10:28

Questi zozzoni di politici che ci dovrebbero governare, dicono che la veritá che portano gli egiziani non sia quella vera; allora loro conoscono quella giusta. E LA DICESSERO! IMBECILLI:

Fjr

Dom, 10/04/2016 - 10:29

Un'altra tegola sul governo del pupone, quanto dovremo aspettare per leggere la parola fine su questo governo ,non legittimato e sui gaglioffi che lo compongono,Presidente Mattarella ponga fine a questo disastro prima che sia troppo tardi ,come se già non lo fosse

cgf

Dom, 10/04/2016 - 10:29

solo gli italiani non spiano gli stranieri che vengono in casa loro a.. spiare! noi siamo troppo buoni, accogliamo chiunque.

Carlo36

Dom, 10/04/2016 - 10:47

Basta, basta, basta, ci sono cose più importanti in Italia che le pseudo misteriose ricerche di un superficiale e sconsiderato ragazzo fatte con inesperienza per non dire ignoranza di come comportarsi in un paese islamico (posso dirlo per mia personale esperienza decennale). Il governo per distrarre la gente da scandali e ripresa che non c'è usa maldestramente il tema. Chissa perché un dilettante comunistello tanto imprudente è diventato tanto interessante per la stampa. Gatta ci cova.

Ritratto di elkid

elkid

Dom, 10/04/2016 - 11:11

----canaletto--regeni fino a prova contraria non ha ucciso nessuno ed è stato ammazzato---tu sei stupido---il paragone coi marò non ci azzecca per nulla---hasta siempre

free62

Dom, 10/04/2016 - 11:12

Solo una cosa per definirci come popolo e nazione: battisti in brasile senza che nessuno abbia sentito la necessità di ammazzarlo come il cane rognoso che è. Ma è possibile, mi domando e dico, solo da noi non si trova mai nessuno almeno tra i parenti delle vittime (che tra l'altro vengono controllati dalle nostre balde "forze dell'ordine") che senta la necessità di fare giustizia

giumaz

Dom, 10/04/2016 - 11:25

Ma ci rendiamo conto del casino creato dal caso di questo cxxxxxxe sinistroide che, se non vogliamo dire che se l'è meritata, se l'è sicuramente cercata col lanternino? Non si è fatto tanto casino per i marò, considerati soldataglia assassina, ma lo si fa per questa anima candida amica dei sovversivi del legittimo governo egiziano? Oltretutto accusando senza prove il governo di dire fandonie, senza considerare i servizi egiziani potevano far sparire questo cre..no senza lasciarne tracce.

Ritratto di RindoGo

RindoGo

Dom, 10/04/2016 - 11:37

Sottoscrivo le parole di Umberto Nordio 08:41.

Maura S.

Dom, 10/04/2016 - 11:47

Quel super intelligenti del nostro governo, si stanno giocando il contratto miliardario del gas , che tanto fa gola ad altri paesi, con il benestare degli amici??????? americani. Considerando che il Sig. Regeni era stato inviato a spiare in Egitto da un lobby inglese, non dà loro (governo) qualcosa a cui pensare. Di nuovo, ne usciremo perdenti.

Aleramo

Dom, 10/04/2016 - 12:58

E poi perché mai i pubblici ministeri egiziani dovrebbero dare a noi i tabulati dei loro utenti? Dove sta scritto? Che diritto abbiamo di pretenderli? Finisce ancora che ci trascinano davanti a qualche tribunale internazionale e ci danno torto di fronte a tutto il mondo.

Ritratto di thunder

thunder

Dom, 10/04/2016 - 13:07

elkid,se gli indiani raccontavano che avevano visto i due maro'volare tu l'avresti creduto.A quanto pare lo stupido e'lei.

Libero1

Dom, 10/04/2016 - 14:34

Se i servizi secreti egiziani spiavano regeni ci sara' stato un motivo.Non credo che lo spiavano perche' gli era antipatico o perche'non volevano che andasse dietro a qualche ragazza egiziana.

Ritratto di elkid

elkid

Dom, 10/04/2016 - 14:58

---thunder --lasci perdere --che quando il processo sarà celebrato ne vedremo delle belle--si procuri un ombrello per ripararsi dalla piaoggia di tutte le mistificazioni create ad arte dalla stampa italiana--hasta siempre

moshe

Dom, 10/04/2016 - 16:02

Come mai per regeni il governo italiano ha avuto un sussulto esistenziale e per tanti altri rapiti, tra i quali anche i nostri MARO', ha calato le braghe nel silenzio più assordante? Vuoi vedere che il colore fa la differenza?

buri

Dom, 10/04/2016 - 16:10

i casi sono due, o abbiamo al governo degli ingenui o più semplicemente degli incapaci, come potevano pensare che uno stato sovrano avrebbe gradito attività di investigazione sul proprio territorio senza monitorare gli investigatori , in fin dei conti potenziali spie o agitatori, proprio come Regeni che col pretesto di ricerche manteneva contatti con gli oppositori del governo, per conto di chi? sarebbe molto interessante saperlo

Renee59

Dom, 10/04/2016 - 16:46

Marionette sinistre che hanno rovinato l'Italia e il mondo intero. Personaggi senza personalità, inutili, parassiti che vivono dei sussidi di chi lavora e produce. Ora fanno gli statisti con l'Egitto. Venduti traditori.

lupo1963

Dom, 10/04/2016 - 16:58

Ma due domandine all'agenzia di "analisi"inglese per la quale operava Regeni per capire di cosa realmente trattava la sua "ricerca"?

Ritratto di thunder

thunder

Dom, 10/04/2016 - 17:47

elkid,non si preoccupi,che anche gli indiani la sanno raccontare...e molto bene.Si fidi sono 30 anni che giro il mondo per lavoro.

Anonimo (non verificato)