Reggio Emilia, un immigrato viaggia aggrappandosi al treno

Il video è stato realizzato da alcuni ragazzi che viaggiavano sul treno ed è subito diventato virale su facebook

L'ultima tecnica degli immigrati per spostarsi da una città all'altra: viaggiare aggrappandosi ad una carrozza di un treno. Il video girato a bordo di un regionale in Emilia Romagna mostra un uomo che aggrappandosi alla porta di una carrozza viaggia su un treno. Il video è stato realizzato da alcuni ragazzi che viaggiavano sul treno ed è subito diventato virale su facebook. La clip mostra un uomo di colore aggrappato al treno sulla linea Ciano-Reggio Emilia. Probabilmente l'uomo si è aggrappato al treno alla stazione di partenza nella speranza di restare in incognito fino a quella di destinazione.

Non è chiaro se l'uomo all'arrivo in stazione sia stato fermato dalla polizia.

Commenti

NON RASSEGNATO

Mer, 22/04/2015 - 08:29

BALLE, viaggiano impunemente senza biglietto. Al massimo li fanno scendere alla prima stazione, ma non succede mai. Solo gli italiani pagano le sanzioni se senza biglietto o, come successo a me, per un errore sulla prenotazione comunque pagata. Di vagoni con la pedana esterna non credo ce ne siano più in giro.

moshe

Mer, 22/04/2015 - 09:26

Ha importato la sua cultura.

Ritratto di BenFrank

BenFrank

Mer, 22/04/2015 - 09:43

È vero, posso solo confermare. Il filmato è una bufala, io ho visto più volte come in vagoni pieni di "migranti" i controllori, se passano, non chiedano il biglietto, se non a passegeri italiani che già lo hanno in mano. "Migranti" senza biglietto non vengono fatti scendere, non l'ho mai visto, al massimo gli si dice di scendere alla prossima stazione, loro non lo fanno e tutti se ne fregano.

Ritratto di Mario Galaverna

Mario Galaverna

Mer, 22/04/2015 - 09:59

Attacchiamo al treno un vagone merci che fa molta scenografia stile grande depressione americana.

Ritratto di Alsikar.il.Maledetto

Alsikar.il.Maledetto

Mer, 22/04/2015 - 09:59

Agire sugli effetti e non sulle cause che generano problematiche è uno dei grandi errori in cui incorrono attualmente sia l'Europa che la stessa Italia. In questo senso, l'Italia è imbattibile nell'affrontare un problema cercando di agire sugli effetti generati e non sulle reali cause di esso. Siccome l'Italia ha una sua masochistica coerenza in questo demenziale atteggiamento passivo e inconcludente, non è difficile immaginare - anche in questa vicenda apparentemente insignificante ma che è sintomatica di come i clandestini si sentano oramai padroni in Italia - che qualche mente 'geniale e gloriosa' proponga che si fermino tutti i treni per evitare che ci possa essere qualche clandestino che muoia perché questi ha la propensione pericolosa a viaggiare appeso ad un treno in movimento.

Démos_Cràtos

Mer, 22/04/2015 - 10:30

@BenFrank per onestà intellettuale dovrebbe avere il coraggio di ammettere quante volte ha visto la stessa scena con ragazzi italiani. Ma non lo farà mai.

hectorre

Mer, 22/04/2015 - 10:40

beh,che dovrebbero fare...il governo li accoglie, facendosi bello,bravo e buono agli occhi degli stolti..poi li lascia al loro destino....quando inizieranno ad uccidere per pochi spiccioli, forse i buonisti a prescindere apriranno gli occhi....P.S. il tipo del video sarà appena arrivato, non sa ancora come funziona in italia...gli immigrati salgono in carrozza senza pagare!!!...come accade su qualsiasi mezzo pubblico!!!!....con documenti falsi o addirittura senza, restano sempre impuniti....vengono fatti scendere alla prima stazione e salgono sul treno successivo.

hectorre

Mer, 22/04/2015 - 10:47

demos.....ai ragazzi italiani viene chiesto il documento, il pagamento del biglietto e per finire in bellezza viene rilasciata una multa!!!!!....ero presente quando è successo,se le può interessare...mentre,per evitare rischiose discussioni,non accade mai con gli immigrati...i controllori tirano dritto.....nonsi tratta di onestà intellettuale ma di amara verità.

Ritratto di MARKOSS

MARKOSS

Mer, 22/04/2015 - 11:02

Ieri sera da Del Debbio , rete 4 , un signora Somala con fare arrogante minacciava tutti , sono cittadina Italiana , non mi fate paura , non potete fermare i popoli che hanno deciso di venire dall'Africa per stabilirsi qui, vi conviene arrivare ad un accordo con noi altrimenti sara' scontro.

plaunad

Mer, 22/04/2015 - 11:29

Evidentemente pensava di essere ancora al suo paese. Anche questo qui é venuto ad "arricchirci culturalmente"?

NON RASSEGNATO

Mer, 22/04/2015 - 12:44

Sig.ra somala ma non italiana, lo scontro lo vogliamo già ora, non domani. Siamo stufi di mantenere risorse.

Ritratto di stufo

stufo

Mer, 22/04/2015 - 13:29

Visto con i miei occhi, 20 anni fa almeno, aggrappato all'imperiale del tetto di una carrozza viaggiatori al transito di Villa Opicina sul Sesana/Opicina. 20 anni fa !!!!!

Ritratto di Lupry

Lupry

Mer, 22/04/2015 - 14:34

Io sono un pendolare e vi assicuro che negri, gente dell'est e immigrati vari non pagano un bel niente! Quando parlano al cellulare urlano talmente tanto che non si riesce nemmeno a sentire la musica e quando arriva il controllore..... Io no parlo idaliano...no documenti...no casa....e poi si passa a...du gattivo du razzista... E strano ma vero indossano sneaker da paura e hanno minimo due smatphones. L'italiano invece viene multato anche se per sbglio oblitera nel punto sbagliato..

Ritratto di aldolibero

aldolibero

Mer, 22/04/2015 - 15:08

Boccaloni era un treno nel bangladesh. Dentro i posti erano tutti occupati dai migranti risorse, dirette alle fabbriche......di soldi.Le cooperative.