Emiliano cede al Pd e vuol spostare la data delle primarie

Il voto previsto a febbraio. Lunedì prossimo incontro con parlamentari e consiglieri regionali dem

"L'unità del centrosinistra per me va tutelata in ogni modo, perché su questa coalizione si basano gli ultimi 14 anni di governo della Regione e di molte città pugliesi: per questo ho comunicato a Marco Lacarra la mia disponibilità a spostare la data della presentazione delle candidature". Lo ha detto il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, a margine dell'incontro con il segretario regionale del Partito democratico Marco Lacarra. "La Direzione del Pd pugliese all'unanimità, tranne un voto contrario - ha proseguito il governatore - decise due mesi fa di sostenere la mia ricandidatura attraverso il metodo delle Primarie.

Il centrosinistra pugliese ha poi deciso di svolgere le primarie il 24 febbraio e il 10 febbraio come termine per le candidature. "Qualcuno si è lamentato della velocità di svolgimento delle primarie, dopo che queste decisioni sono state assunte da organismi di cui non faccio parte. Il popolo del centrosinistra ci chiede unità, io sono disposto a fare le primarie anche se avrei potuto chiedere come ha fatto Antonio Decaro di non svolgerle - ha evidenziato Emiliano - ma sono convinto che le primarie siano il metodo più trasparente e democratico per decidere le alleanze e i programmi di una grande coalizione".

Emiliano ha ricordato che fin dal suo primo mandato da sindaco di Bari il programma è stato costruito "in maniera partecipata, dal basso, con i cittadini, archiviando la stagione in cui i candidati e i programmi venivano scelti nelle segrete stanze e calati dall'alto. Le primarie sono nate in Puglia - ha aggiunto - per unire il centrosinistra e per realizzare progetti di buon governo. Non celebrarle significa assumersi la responsabilità di dividere questa coalizione con tutti i rischi che questo comporta. Per me l'unità della coalizione e il dialogo tra le varie componenti intorno a principi e valori che ci uniscono e ci distinguono dagli altri avversari politici è un valore che va responsabilmente tutelato". "Se sarà così, noi costruiremo un patto con il popolo del centrosinistra e rivinceremo le Regionali, chiunque sia il candidato che vincerà le primarie. Perché saremo uniti, e le idee, i valori, il programma verranno prima dei singoli".

Marco Lacarra dopo aver apprezzato la disponibilità del Presidente Emiliano ha detto di sperare che questo "venga recepito come invito all'unità e al dialogo". Inoltre ha subito convocato la segreteria del Pd e il tavolo del Centrosinistra per concordare la possibilità del rinvio. Mentre l'incontro con i parlamentari e i consiglieri regionali del Pd si svolgerà lunedì prossimo.

Commenti

cir

Ven, 08/02/2019 - 15:15

come spostare di un giorno l' eutanasia....contenti voi !