Regola numero uno: puntare su qualità e serietà dei marchi

«Gli integratori alimentari funzionano molto bene a scopo preventivo, e talvolta anche a scopo curativo, ma non sostituiscono i farmaci». Con queste parole Beppe Galliani, presidente di Phoenix, azienda che produce e distribuisce sul mercato farmaceutico e parafarmaceutico i prodotti Longlife (le formule vengono continuamente migliorate e rinnovate anche con gli aggiornamenti ministeriali) suggerisce come ci si deve comportare in caso di scelta. Ma quali sono quelli che riscuotono più successo, i più idonei alla stagione calda e le novità? «I dimagranti (a base di caffè verde) o quelli per la ricrescita dei capelli. Per l'estate è indicata l'assunzione di luteina, betacarotene naturale e vitamina C. Per combattere caldo e crampi il magnesio». Presto Longlife prevede il lancio di una nuova linea di funghi medicinali bio: servono a innalzare le difese immunitarie e potrebbero essere importanti perfino a prevenire alcune malattie degenerative. Integratori per stimolare la libido? «Per l'uomo esistono prodotti tonico rinvigorenti (Sx Factor contiene estratto titolato di maca e favorisce la vasodilatazione). Per la donna è indicata la damiana. Poi, previa valutazione di ogni singolo caso, ginseng e ginko».

Galliani consiglia come potere riconoscere un prodotto di qualità. La prima verifica consiste nel reperire informazioni circa la serietà di un marchio e di un'azienda (bisogna controllare se fa ricerca, se segue un piano Haccp). Di fondamentale importanza è la chiarezza dell'etichetta delle confezioni. Deve riportare le percentuali degli estratti, i principi attivi, il nome comune, il nome botanico, la parte della pianta utilizzata e naturalmente il nome e l'indirizzo dell'azienda produttrice o distributrice. «Da noi - conclude Galliani - arrivano ogni giorno centinaia di mail e telefonate, un riscontro di attenzione verso i nostri prodotti».