Renault Espace, lusso e hi-tech

Non più «shuttle» come in passato, ma vera auto premium

Quella di Renault Espace è una storia lunga 31 anni. Il nuovo modello cambia un po' le regole del gioco, perché ripropone gli elementi caratterizzanti della grande monovolume - ossia modularità, luminosità, abitabilità e all'occorenza 7 posti - ma con alcuni tratti fisionomici modificati in chiave crossover : ruote grandi, distanza dal suolo abbondante (16 cm), linea di cintura alta e fiancate muscolari; con in più una limata decisa all'altezza massima, che scende da 1,80 metri di Espace 4 agli attuali 1,68. L'ambiente interno è più accogliente e caldo: il conducente, poi, è più un tutt'uno con l'auto.

Saliti a bordo, ci si trova dinanzi al trionfo dell'hi-tech; chi ha progettato gli interni della nuova Espace doveva avere una spiccata passione per il mondo dell'aeronautica. Strumentazione principale completamente digitalizzata, materiali di pregio, sedili in pelle comodi e avvolgenti. Sul tunnel centrale, a seconda dell'allestimento, ecco il sistema R-Link 2 composto da un tablet touch-screen , grazie al quale si regolano: sospensioni, sterzo, motore, cambio, strumentazione, sonorità e atmosfera luminosa a bordo. Cinque sono le modalità, tra le quali si può scegliere: Eco, Comfort, Neutro, Sport e, infine, «Perso», personalizzabile a seconda del proprio stile di guida. Sempre attraverso questo dispositivo si possono abbattere i sedili della seconda e della terza fila e gestire il navigatore satellitare dotato di un efficientissimo Tom-Tom 3D di ultima generazione.

Dal punto di vista meccanico, le novità sono rappresentate dai motori, ora tutti 1.6 sia per il diesel Twin-turbo dCi da 160 cv sia per il benzina turbo da 200 cv. Inoltre, nuovo cambio doppia frizione Edc a 7 marce. Prestazioni eccellenti e consumi tagliati dovuti anche alla riduzione sostanziale di peso (-250 kg rispetto a Grand Epace). Novità è anche l'adozione delle 4 ruote sterzanti.

Tre gli allestimenti: Zen, Intens e Initiale Paris, un vero salto nel mondo del lusso transalpino. Prezzi compresi tra 32.900 euro per il modello Zen 1.6 Dci, fino ad arrivare ai 45.500 per la Initiale Paris benzina da 200 cv con cambio automatico. Di fatto, già dal primo allestimento l'auto si può definire full-optional visto che stiamo parlando di un modello con giustificate ambizioni premium . La versione Initiale Paris, oltre ad arricchire le finiture nell'abitacolo, offre di serie il Pack 4 control ed il sistema audio Bose Surround System. Letta in chiave business car la nuova Espace abbandona il ruolo di shuttle tipico delle serie precedenti e si propone come auto aziendale di prestigio per middle manager moderni ed esigenti.