De Laurentiis: "100 per far ripartire Napoli. Niente tasse a chi investe"

L'imprenditore propone meno burocrazia e complicazioni per fare ripartire la Campania

Il presidente del Napoli calcio Aurelio De Laurentis

Se "tutte le possibilità del territorio" fossero messe "a regime", allora Napoli cambierebbe, per diventare "una piccola Svizzera". Ne è convinto l'imprenditore Aurelio De Laurentiis, che in un'intervista al Mattino parla della sua città come di "una Eldorado con le pepite d'oro nascoste e sporche di fango".

Quello che servirebbe, spiega, è "una rete di cento napoletano che hanno a cuore la Campania" e che possano "metterci la faccia e il denario". E non si tira indietro: "Io ci starei". C'è però un problema da risolvere, che è quello degli "intoppi burocratici", che per il produttore sono troppi. La proposta di De Laurentiis è di permettere a chi investe in Campania di non pagare le tasse per dieci anni: "Sarebbe un bello sprint".

Nonostante il sapore politico delle dichiarazioni, De Laurentiis dice di non avere intenzione di battersi nell'arena politica, convinto che una candidatura a primo cittadino della città di Napoli lo porterebbe a rinunciare alla sua libertà imprenditoriale, "ipotesi impraticabile".

Commenti

robylella

Ven, 11/07/2014 - 11:47

Cominciate a cambiare politici, a partire dal sindaco ....

Beaufou

Ven, 11/07/2014 - 12:01

E perché si dovrebbero abbuonare le tasse per dieci anni solo a chi investe a Napoli? Sono più belli o più bravi degli altri Italiani, i Napoletani? De Laurentiis, abbia pazienza: ma per lavare le pepite d'oro di cui a suo dire Napoli è lastricata, servono dieci anni? Per forza poi dicono che non avete voglia di lavorare...

Ritratto di Luigi.Morettini

Luigi.Morettini

Ven, 11/07/2014 - 12:45

De Laurentis: "In 100 per ricostruire Napoli". Si, O.K., ma dopo che il Vesuvio avrà "bonificato" tutto il territorio, altrimenti non c'è speranza!

aredo

Ven, 11/07/2014 - 13:07

Ricostruire Napoli? Tutta l' Italia cade a pezzi ed è da ricostruire! Prima di pensare alla Napoli regno della criminalità bisognerebbe pensare a sistemare gli ignobili casini che la sinistra ha prodotto nel resto dell' Italia negli ultimi 20-30 anni !

Ritratto di marforio

marforio

Ven, 11/07/2014 - 13:54

A Napoli bisognerebbe avere almeno 50 anni di tempo , tanti come ne hanno avuto i comunisti per ridurla cosi.

Ritratto di LANZI MAURIZIO BENITO

LANZI MAURIZIO ...

Ven, 11/07/2014 - 14:55

CHISSA' SE HA CHIESTO IL PERMESSO ALLA CAMORRA.

Ritratto di pasquale.esposito

pasquale.esposito

Ven, 11/07/2014 - 15:04

IO; DA NAPOLETANO DOC; POSSO DIRE CHE CHI VOTA ED HA VOTATO PER GENTE COME BASSOLINO E ROSA RUSSO JERVOLINO ED ADESSO DE MAGISTRIS; SI MERITA DI ESSERE MESSO A TESTA IN GIU A MERGELLINA AD ANNEGARE!É VERO NAPOLI POTREBBE RISORGERE SIA COME CITTÁ CHE COME CENTRO TURISTICO; PERCHE SECONDO L;UNESCO LA CITTÁ DI NAPOLI HA PIU MONUMENTI STORICI DI ROMA; MA CON I POLITICI ELETTI DAI NAPOLETANI NEGLI ULTIMI 50 ANNI; I COMPAESANI DELLA MIA CITTÁ HANNO FATTO DEI SBAGLI COLOSSALI GRANDI COME IL VESUVIO!.

Ettore41

Ven, 11/07/2014 - 15:50

Ho vissuto a Napoli qualche anno. Ricostruire Napoli? Impossibile a meno che non si deportino tutti I Napoletani e si importino forzosamente persone dal Trentino Alto Adige.

Ettore41

Ven, 11/07/2014 - 15:58

@PASQUALE ESPOSITO...... Non se la prenda, per cortesia, con il mio precedente post che era volutamente provocatorio. Mi dicono pero' che ai tempi di Achille Lauro Napoli fosse veramente una citta' incantevole. Oggi grazie ai politici a cui lei fa riferimento e' una citta' attorno alla quale bisognerebbe mettere l'esercito in modo tale di impedire a chiunque di entrare e di uscire. Sfortunatamente per noi i politici nostrani, di qualunque schieramento, hanno inquinato e stanno inquinando tutta l'Italia

Ritratto di unpaesemigliore

unpaesemigliore

Ven, 11/07/2014 - 16:06

Non capisco come mai i Napoletani continuino a votare per i sinistri ... secondo me sono masochisti. Votano i carnefici dell'imprenditoria e poi chiedono lavoro??? i tempi della democrazia sono finiti e gli statali il posto lo tengono ben stretto e non permettono nessuna new entry pertanto è inutile spingere verso il PD=cosa pubblica (altro che camorra) solo le aziende private la piccola media e grande industria gli imprenditori locali nazionali ed esteri posso dare lavoro e come si sono messe le cose(Napoli è diventata la capitale della sinistra in Europa)difficilmente faranno investimenti in quella città TENETELO BENE IN MENTE alle prossime votazioni.

tonipier

Dom, 13/07/2014 - 11:20

" D'ACCORDO " Ma bisogna tenere sotto controllo le ISTITUZIONI, come pure quelli che dovrebbero tenere sotto controllo questi, altrimenti sono tutte balle.