La retromarcia del governo: perde la casa chi salta 18 rate

Dopo le polemiche per l'esproprio dopo il mancato pagamento di sette rate del mutuo arriva la modifica al decreto

Clausola di inadempimento facoltativa e procedura per l’acquisizione della casa da parte della banca solo dopo 18 rate di morosità, e non più sette. Sono solo alcune delle modifiche contenute nel parere della Commissioni della Camera al decreto del governo sui mutui e che sarebbe stata gaì approvata "se i Cinque Stelle non avessero impedito alla Commissione Finanze di riunirsi, ieri". A spiegarlo è il presidente dei deputati Pd, Ettore Rosato, in conferneza stampa assieme al capogruppo in Commissione Finanze, Michele Pelillo, e al relatore del provvedimento sulle banche, Giovanni Sanga. La decisone è arrivata dopo la protesta delle associazioni dei consumatori che hanno più volte sollevato il problema della norma che recepisce la direttiva europea che dà il via libera alle banche di espropriare la casa dopo sette rate non pagate e autorizza gli istituti di credito a rivenderla sul mercato.

La nuova normativa sull’inadempimento, è stato inoltre precisato, non si applica ai contratti già in essere, neanche in caso di surroga, ed è facoltativa. La banca non può obbligare il debitore a sottoscriverla. Il Dlgs, ha sottolineato Rosato, "non è a tutela della parte forte, ma di quella debole, la parte tutelata è quella del cittadino". La casa può quindi essere venduta solamente con uno specifico "atto di disposizione dell’immobile da parte del consumatore", viene confermato quindi il divieto del cosiddetto ’patto commissoriò, mentre viene disciplinato il ’patto marcianò. La banca può pertanto trattenere dopo la cessione dell’immobile solamente quanto ancora dovuto ed è obbligata a restituire al debitore l’eventuale eccedenza. In ogni caso il trasferimento dell’immobile alla banca comporta l’estinzione del debito anche se il valore dell’immobile è inferiore a quello del debito residuo.

Commenti

roseg

Gio, 03/03/2016 - 17:11

Che fanno questi giocano a tombola ahahahah no non giocano danno proprio i numeri.

Libertà75

Gio, 03/03/2016 - 17:21

Almeno il M5S fa il suo ruolo di sinistra, il guaio invece sta nel fatto che il PD si è dichiarato di sinistra quando invece rappresenta l'ultra destra liberista al servizio della finanza.

Ritratto di semovente

semovente

Gio, 03/03/2016 - 17:26

Questo sgoverno è il vincitore del programma: "DILETTANTI ALLO SBARAGLIO". Che figura di mer(en)da.

milope.47

Gio, 03/03/2016 - 17:28

PORCA MISERIA! Meno male che io non sono capace a saltare. Renzi sì perché è nato con i canguri.

Ritratto di tomari

tomari

Gio, 03/03/2016 - 17:31

BUFFONI! Al voto! Al voto! Fuori dalle pelotas questi INCOMPETENTI! (è logico siano ignoranti, sono comunisti)

robylandia

Gio, 03/03/2016 - 17:52

NON CAMBIA NULLA!!....MUTUO CASA VENTENNALE SUL BENE CHE VALE EURO 300.000 - 240 RATE DA 1.000 + INTERESSI,NEGLI ANNI PAGO 220 RATE PER UN TOTALE DI EURO 220.000 + INTERESSI......NON POSSO PARARE LE 18 RATE MANCANTI EURO 18.000.......SOMMA: ANTICIPO CASA 60.000 GIà PAGATI, MUTO PAGATO PER EURO 220.000 + INTERESSI +/- ALTRI 30.000 EURO... RISULTATO FINALE: COSTO CASA EURO 300.000 - PAGATI EURO 310.000.... LA CASA VIENE IN POSSESSO DELLA BANCA PER DECRETO MINISTERIALE.....OTTIMA MOSSA...IL FURTO CONTINUA.....

Ritratto di pensionesoavis

pensionesoavis

Gio, 03/03/2016 - 17:58

Sarebbe stato ancora meglio se la banca prima di sbattere in strada una famiglia,avesse dovuto provvedere ad un nuovo alloggio.Allora si sarebbe iniziato a ragionare.

aldesio

Gio, 03/03/2016 - 18:11

Vale anche per le ipoteche di Equitalia???

alox

Gio, 03/03/2016 - 18:13

18? 180!

Ritratto di ohm

ohm

Gio, 03/03/2016 - 18:14

Ma a cosa giochiamo? Priam sette poi diciotto fra poco vedrete che arriveremo ad 11 e diranno avete visto ? invece di sette sono undici! Siamo stati bravi! GOVERNO A CASA SUBITO.......non si gioca con la casa del popolo italiano ....state facendo di tutto per mettere in mutande tutti soprattutto colpendio la casa la tanto amtao casa degli italiani su cui hanno fatto da sempre affidamento....ci volete ridurre come i tedeschi che della csa non gliene frega un fico secco ...e date un bell'assist alla banche......fra poco le banche ci toglieranno i vestiti di dosso....ogni giornio una novità ...il balin...ieri per esempio mi hanno tolto 40 centesesimi per un bonifico SEPA che l'anno scorso era gratuito, mi tolgono 2.90 oltre ale normali tasse perchè ho superato di poco i 5.000 euri...BANCHE VERGOGNATEVI SE VI POTR' FARE UN DISPETTO VE LO FACCIO DI SICURO SIETE PROPRIO ANTIPATICHE!

vince50_19

Gio, 03/03/2016 - 18:17

Libertà75 - Per me dx e sx sono due schieramenti ideologici moribondi: Renzi lo sta dimostrando, visto che è al servizio della Troika (lo ha persino "intuito" Fassina). E alla Troika preme fare gli interessi dei suoi "capi", quelli veri che non sono a Bruxelles ma "altrove" (come ammise Von Rompuy il 30.4.14). Altrove .. in Usa ovviamente. La politica non traina più da anni, purtroppo, ad iniziare dal 2.6.92 quando il gotha della finanza mondiale si riunì sullo yacht Britannia e da lì iniziò la "catarsi" (...) dell'Europa. Meglio sarebbe dire la rottamazione.

Ritratto di Giano

Giano

Gio, 03/03/2016 - 18:22

Chi non può pagare il mutuo quasi sicuramente ha perso il posto di lavoro. Con l'aria che tira, difficilmente potrà trovare un altro lavoro in tempi brevi. Quindi non potrà riprendere i pagamenti né fra 7 mesi, né fra 18. Buffoni.

giottin

Gio, 03/03/2016 - 18:59

Uno che fa un mutuo trentennale dovrà pagare 360 rate, giusto? Che azz gli cambia passare da 7 a 18? Niente. Se non paga più è perché ovviamente perde il lavoro e quindi smetterà di pagare e se per caso gli succede quando gli mancano solamente una ventina di rate, che succede????Perde oltre il 90%? Complimenti sig. puffo etruria!!!!!!

unosolo

Gio, 03/03/2016 - 19:13

non si può rischiare di comprare casa se non posso cautelarm o difendermi , in codesto modo la banca è l'unica a non perderci nulla oltre che pago interessi per anni posso aver passato , come è capitato a Taranto per la ILVA , periodo con poche risorse e trovare lavori precari quindi devo decidere se pagare casa o mantenere la famiglia , quindi rischio di non potermi difendere e trovarmi in strada , non conto nulla è vero ma il governo che decide senza discuterne con un regolare dibattito parlamentare conta in democrazia , ma quale democrazia quella di mandare a rotoli una Nazione a favore delle banche.

Pigi

Gio, 03/03/2016 - 19:37

Premesso che la rata del mutuo si deve pagare, pena la perdita dell'immobile (altrimenti nessuno la pagherebbe), ci vuole creatività, per fare meno danni possibili e velocizzare le procedure di esecuzione forzata. Per esempio, la procedura può permutare un immobile esecutato con due immobili esecutati di valore somma del primo, a seconda del credito, così ne rimane uno ai debitori. Comunque il tempo è più che sufficiente per vendere l'immobile ben prima di arrivare con l'acqua alla gola.

Ritratto di bandog

bandog

Gio, 03/03/2016 - 20:40

Il regalino per i compari di merenda c'era eccome,visto che hanno fatto retromarcia,dimostrando sempre di più dove albergano Alì Babà ed i 699 e fischia ladroni!Ciaparatt e bauscia!

Ritratto di ohm

ohm

Gio, 03/03/2016 - 21:31

Andate in prigione passando direttamente dal via e perdete tutte le case di viale dei giardini......ma 'ndate a .....qui stanno giocando a monopoli eci stanno prendendo per i fondelli...italiani SVEGLIA!

moichiodi

Gio, 03/03/2016 - 22:34

Si la retromarcia. Infatti il governo voleva rubare le case! Come i comunisti che mangiano i bambini....

HANDY16

Gio, 03/03/2016 - 23:09

x Robylandia: E invece cambia; ripercorro il Suo esempio: attualmente la banca procede al pignoramento ed alla successiva vendita giudiziaria. Risultato Lei paga interessi di mora sui 18000 euro per 5/7 anni, spese di procedura, avvocati bolli ed altre amenità e la casa viene venduta all'asta per il 30% in meno del suo valore a 210/220 mila euro. La banca si trattiene spese, mora rate impagate per 23/24000 euro e a Lei rimangono in tasca 190/200 mila euro. Con la nuova legge la casa viene venduta al valore di mercato 280/300 mila euro e la banca si trattiene i 18.000 euro più 1500 di interessi mora quindi 20.000 che si detraggono dai 280/300 mila della vendita e a Lei restano 260/280.000 euro; Le sembra la stessa cosa? ci pensi un po'.....

grandeoceano

Ven, 04/03/2016 - 00:40

Le banche si stanno cacando sotto. Sono piene di case, appartamenti, capannoni, terreni sequestrati che non sanno cosa farsene. Le aste vanno vuote, anche a 1/10 del valore commerciale. Chi ha i soldi non li investe in immobili, chi non ha soldi non compra nulla. Mettiamo che io ho fatto un mutuo trentennale su una casa e mi rimangono da pagare ancora 200.000 euro. Mi conviene continuare a pagare la casa al valore pre-crisi? No. Smetto di pagarla, risparmio 18 rate (e più) la casa va all'asta e me la ricompro tranquillamente con 20-30.000 euro. Tanti imprenditori falliti si stanno ricomprando i loro immobili e attrezzature in questo modo, e i beni acquistati all'asta sono liberi da qualsiasi vincolo (cioè non più sequestrabili). E questo le banche lo sanno benissimo.

HANDY16

Ven, 04/03/2016 - 07:58

Occorre far presente un concetto che molti dimenticano: la banca non è un ente di beneficienza. La banca ti presta il denaro per acquistare la casa altrimenti non riusciresti nemmeno ad acquistarla. Se smetti di pagare il problema non lo può risolvere la banca che ti ha prestato il denaro. Alla banca non interessa l'immobile del mutuatario, vuole semplicemente riavere il proprio denaro e non può aspettare a "babbo morto". Chi non ce la fa più a pagare si deve attivare per cercare un appartamento in affitto e vendere la proprietà rimborsando il debito con la banca. Non capisco cosa ci sia di strano in questo. Chi non vuole correre questo rischio ha la sola scelta di abitare in affitto ed accumulare il denaro per pagarsi tutta la casa. In questo modo non ci arriverà mai. Pensate quante famiglie senza l'aiuto di una banca non avrebbero la casa.

gluca72

Ven, 04/03/2016 - 08:25

Va bene tutto ma se mi compro qualcosa facendo un debito e non posso pagarlo chi mi ha prestato i soldi se lo riprende in un modo o nell'altro(tra l'altro chi non paga il mutuo non paga le spese condominiali, il riscaldamento , le pese extra , pensiamoci bene prima di fare mutui di trent'anni!!!). Quello che mi preoccupa è ogni volta la dimostrazione dell'incompetenza del nostro governo nel fare leggi e decreti che risultano sempre superficiali incomplete interpretabili. Dilettanti allo sbaraglio.