La ricostruzione della sparatoria a Budrio

C'erano due clienti e la moglie da Davide Fabbri, 52 anni, titolare del bar di Riccardina di Budrio ucciso da un ladro

C'erano due clienti e la moglie da Davide Fabbri, 52 anni, titolare del bar di Riccardina di Budrio, nel Bolognese, ieri sera quando un rapinatore è entrato e gli ha sparato. Il malvivente - che secondo i testimoni aveva un forte accento straniero - ha chiesto al barista 52enne di dargli dei soldi e lo ha minacciato con un fucile da caccia. La vittima ha cercato di togliergli l'arma dalle mani. Nella colluttazione è partito un colpo e i pallini hanno ferito in modo lieve uno degli avventori del locale. Quando il ladro si è accorto che Davide Fabbri era quasi riuscito a avere la meglio, ha estratto una pistola e gli ha sparato in pieno petto uccidendolo sul colpo. L'omicidio è stato ripreso dalle telecamere a circuito chiuso del locale, ma le immagini, da quanto si è saputo, non sarebbero abbastanza nitide da permettere di indentificarlo con certezza. Nel locale, però, i carabinieri hanno trovato tracce di sangue e impronte digitali che potrebbero aiutare a identificare l'aggressore. Spetterà agli uomini del Ris, già al lavoro nel bar, fare i rilievi e analizzare le prove. Il rapinatore, che i testimoni hanno descritto come di mezza età, alto circa un metro e 80, dopo aver sparato è fuggito. I militari dell'Arma non escludono, però, che ad attenderlo fuori dal bar ci fosse un complice o che l'uomo potesse contare su una moto o una bicicletta per fuggire.

Commenti

pensaepoiagisci

Dom, 02/04/2017 - 18:04

i cc troveranno il colpevole !..perche' la pubblica sicurezza in italia fa il suo dovere al massimo ed e' competentissima..l'omicida una volta arrestato si prendera' 30 anni di galera..come meriterebbe..ho i miei dubbi !!!