Rifiuti nel Parco del Vesuvio, sequestrata discarica

La scoperta dei carabinieri forestali a Pollena Trocchia, in provincia di Napoli. Indagini in corso sulla posizione del responsabile

Scoperti rifiuti in un'area adibita a discarica abusiva all’interno del Parco del Vesuvio, finisce sotto la lente di ingrandimento degli investigatori un 42enne di Cercola a Pollena Trocchia, in provincia di Napoli.

L’operazione porta la firma dei carabinieri forestali della stazione di San Sebastiano al Vesuvio che hanno scoperto un cumulo di rifiuti che erano stati accatastati in un’area ampia all’incirca cento metri quadri, nella zona di via Duca della Regina e che ricade nel territorio tutelato dal Parco. Nel cumulo, sono stati scoperti materiali di risulta edilizia, spazzatura d’origine vegetale, fronde e rami secchi, residui e materiale ferroso, Rinvenuti, inoltre, alcuni mobili smontati e inservibili, delle bombole utilizzate per contenere gas ormai esauste. Infine, scoperto anche un furgone, in stato di abbandono e privo delle ruote, carico di pezzi di altre autovetture.

Il proprietario ha ammesso, davanti alle domande gli investigatori, di aver “parcheggiato” lì i rifiuti in attesa di poterli poi smaltire. Adesso i carabinieri stanno vagliando e verificando le dichiarazioni delll’uomo mentre l’area della microdiscarica è stata posta sotto sequestro, insieme a tutto il materiale scoperto.