Riforma penale: ecco cosa cambia per i reati

Il compimento degli 80 anni o la morte non determineranno la cancellazione delle condanne dal Casellario giudiziario: cosa cambia

Pronta la riforma del processo penale. Cambieranno non poche cose per chi ha problemi con la giustizia. Innanzitutto il compimento degli 80 anni o la morte non determineranno la cancellazione delle condanne dal Casellario giudiziario: è quanto prevede un emendamento al ddl penale di M5s approvato dalla Camera. Secondo la legge in vigore, il compimento dell’ottantesimo anno o la morte dell’interessato determina la cancellazione delle pene dal Casellario. Ma le novità non finiscono qui. Nel mirino della riforma furti, scippi, rapine nonché il reato di scambio elettorale politico mafioso introdotto un anno fa (articolo 416 ter del Codice penale). Le modifiche superano la prova dell’Aula, che ieri è arrivata fino all’articolo 14 dei 34 del ddl sul processo penale, anche se ne ha accantonati quattro, tra cui quello contestato dai magistrati (l’11) sul termine di 3 mesi entro cui il Pm, concluse le indagini, dovrebbe chiedere il rinvio a giudizio oppure l’archiviazione. L'Aula ha anche aumentato le pene per il reato di voto di scambio politico-mafioso che passano da 4-10 anni a 6-12 anni.

Inoltre vengono fissati tempi certi per l’esercizio dell’azione penale: il rinvio a giudizio o l’archiviazione dovranno essere chiesti entro 3 mesi dalla scadenza di tutti gli avvisi e notifiche di conclusa indagine. Con però due importanti eccezioni: se si tratta di casi complessi il termine potrà essere prorogato di altri 3 mesi dal procuratore generale della corte d’appello. Se poi si tratta di delitti di mafia e terrorismo, il termine sale automaticamente a 12 mesi. È quanto stabilito dalla nuova norma votata dalla Camera nell’ambito della riforma del processo penale. Spiega Donatella Ferranti, relatrice del provvedimento e presidente della commissione Giustizia della Camera: "Nessuno tocca la durata delle indagini, che rimane quella attualmente prevista dal codice, abbiamo semplicemente fissato un termine per definire le inchieste, senza sacrificare l’attività espletata". Si terrà mercoledì alle 11 nell’Aula della Camera la votazione finale sul ddl penale. La fissazione del voto finale a mercoledì sul provvedimento è il frutto di un accordo tra le forze politiche.

Commenti

Gianluca_Pozzoli

Gio, 17/09/2015 - 16:03

AH AH AH AHHHHHHH CHE RIDERE

Rossana Rossi

Gio, 17/09/2015 - 16:04

Questi pannicelli caldi servono a niente se non c'è la certezza della pena...........

vince50_19

Gio, 17/09/2015 - 16:47

Prima sarebbe il caso, "egregio governo", di preoccuparsi di snellire i processi, "attivare" congruo numero di posti detenzione (oltre i circa 38 istituti ancora chiusi per vari motivi), passando dai 44 e rotti mila ad almeno 100mila effettivi, congrui con la dignità di chi deve scontare pene detentive. Poi fate leggi severissime e soprattutto rendete meno accessibili gli sconti di pena che fanno pensare a chi sta in galera che dopo un po' "esce". Meglio lasciarli dentro a meditare e a quelli meno riottosi e pericolosi, far fare qualche lavoro utile alla società all'esterno degli istituti di pena. Naturalmente pagando un corrispettivo ragionevole.

maurizio50

Gio, 17/09/2015 - 17:01

E poi magari un provvedimento svuota carceri, perchè lo dice il Papa, o perchè ci sono troppi detenuti e allora lo dice l'Europa (il 90% dei detenuti CHIARAMENTE non è italiano!!!!!!!!!!!!!!!

Libertà75

Gio, 17/09/2015 - 17:02

Veramente il principio del casellario pulito a fine vita era per evitare di riconoscere le colpe dei padri sui figli. Già per entrare in certi corpi è necessario avere la fedina penale pulita, se poi resta traccia dei tuoi avi, non te ne liberi più dell'onta ascritta.

Cheyenne

Gio, 17/09/2015 - 17:08

BUFFONI COME SEMPRE

Ritratto di hernando45

hernando45

Gio, 17/09/2015 - 17:39

La classica FOGLIA DI FICO, per far credere alla gente,le NULLITA!!!lol lol Pace ebenedal Nicaragua FELIX

elalca

Gio, 17/09/2015 - 17:43

basta barzellette che mi fa male la pancia dal ridere

emigratoinfelix

Gio, 17/09/2015 - 17:44

ennesima dimostrazione di quanto demagoghi,manichei,giustizialisti estremisti ed anche buffoni siano i grillini.uno vale uno??no,uno di loro non vale NIENTE ed insieme meno che NIENTE.

zucca100

Gio, 17/09/2015 - 17:51

Cheyenne, che xommento intelligente?

Alessio2012

Gio, 17/09/2015 - 18:17

Tutto fatto contro Silvio... grazie M5S... grazie servi del PD!

carpa1

Gio, 17/09/2015 - 18:35

Ma che ce ne frega! Piantatela di fare nuove leggi e/o modificare le esistenti. Meglio applicare con un minimo di cervello quelle esistenti, evitando di utilizzare la pletora di attenuanti che le accompagnano e far scontare invece la pena nella sua interezza. Il crimine si combatte prima di tutto con la CERTEZZA DELLA PENA!

Ritratto di tomari

tomari

Gio, 17/09/2015 - 18:59

Dalle rape, come M5stalle, cosa volete pretendere!