Adescò ragazzina su Facebook: indagato carabiniere di 50 anni

La ragazzina dopo le foto hard inviatele dall'uomo raccontò tutto ai genitori che decisero di sporgere denuncia a ignoti

È finito nel registro degli indagati un carabiniere che ha cercato di adescare una ragazzina di 15 anni su Facebook e altri social fingendosi suo coetaneo. Il fatto è accaduto a Rimini nel 2016. A darne notizia è Repubblica.it.
L'uomo ha iniziato prima chiedendo l'amicizia su Facebook alla 15enne, per poi inviarle messaggi più provocatori con fotografie che lo ritraevano nudo. Oggi il capo d'accusa è adescamento di minorenne su internet.

L'uomo vive e lavora a Roma e a intercettarlo è stata la polizia postale di Rimini. Le indagini, coordinate dal pm Davide Ercolani, sono partite alla fine del 2016 dopo che i genitori della ragazzina avevano deciso di sporgere denuncia a ignoti. La 15enne, infatti, probabilmente spaventata dalle foto hard del 50enne, aveva raccontato tutto ai famigliari. Appena pochi giorni fa, gli agenti di polizia hanno perquisito i dispositivi a casa del carabiniere e nel suo computer e nel suo smartphone, ora posti sotto sequestro, hanno trovato la stessa fotografia inviata alla liceale di Rimini.