Rimini, tunisino blocca traffico poi prende a testate agente: fermato

A torso nudo, lo straniero si è buttato in mezzo alla strada, iniziando a insultare e minacciare gli automobilisti e paralizzando il traffico. Aggredito uno degli agenti che cercava di calmarlo, che è stato colpito con una testata al volto

A torso nudo ed in mezzo alla strada ha iniziato a creare scompiglio tra gli automobilisti di passaggio tra viale Principe Amedeo e via Monfalcone a Rimini.

Si tratta di un tunisino di 36 anni che, in evidente stato di confusione ed agitazione, si è reso protagonista di una serie di disordini verso la mezzanotte dello scorso sabato. Lo straniero, senza maglietta, si è gettato in mezzo al traffico, urlando frasi sconnesse e minacce nei confronti di chiunque gli capitasse a tiro. Il suo vagare nel mezzo della carreggiata ha creato numerose situazioni di pericolo per gli automobilisti, che hanno inoltrato delle richieste d'intervento alle forze dell'ordine.

Sul posto sono giunti gli agenti della questura di Rimini, che non hanno avuto difficoltà ad individuare il nordafricano, colto in flagranza di reato. I poliziotti hanno tentato di ricondurre all'ordine lo straniero, ma quest'ultimo si è dimostrato fin da subito tutt'altro che collaborativo.

Anche gli uomini in divisa sono stati investiti da minacce ed insulti, mentre tentavano di instaurare un dialogo col facinoroso. Quando sembrava che la situazione stesse volgendo al termine, il nordafricano si è avventato in modo repentino contro uno degli agenti, colpito con una testata all'altezza della tempia.

Pronto l'intervento dei poliziotti in soccorso del collega, i quali, non senza qualche difficoltà, sono riusciti a bloccare a terra il magrebino ed a ridurlo in manette.

Le sue intemperanze, tra l'altro, sono proseguite anche a bordo della "pantera", dove lo straniero si è reso protagonista di atti di autolesionismo, prendendo a testate la parete divisoria in plexiglass che separa i sedili anteriori da quelli posteriori dell'auto.

Con l'accusa di resistenza e violenza a pubblico ufficiale, il 36enne è finito dietro le sbarre di una cella di sicurezza in attesa di giudizio direttissimo.

Commenti

VittorioMar

Dom, 16/06/2019 - 17:21

.non è SCEMO nè PAZZO E' un ATTO DI TERRORISMO DELIBERATO !!!...sono atti FREQUENTI e non ISOLATI...quindi ATTEGGIAMENTO VOLONTARIO per SPARGERE PAURA E TERRORE....!!

cgf

Dom, 16/06/2019 - 17:22

niente taser a Rimini?

cgf

Dom, 16/06/2019 - 17:24

con tutti questi migranti sempre più numerosi in evidente stato di confusione ed agitazione, i turisti andranno altrove. Se devo dire la mia, mi sento più sicuro a Rio che Rimini

agosvac

Dom, 16/06/2019 - 17:26

Probabilmente ubbriaco fradicio! Sembra che il divieto di bere non lo segua più nessun islamico, almeno non quelli che vengono in Italia.

Ritratto di hernando45

hernando45

Dom, 16/06/2019 - 17:26

Quanto mi piacerebbe leggere invece un titolo cosi!!! Agente prende a LEGNATE Tunisino che in mezzo alla strada bloccava il traffico!!!jajajajaja Ma restera solo un sogno !!!

Ritratto di stamicchia

stamicchia

Dom, 16/06/2019 - 17:27

Come successo a Scafati, quando un uomo durante la festa del Santo Patrono fermò la macchina in mezzo alla strada, bloccando il traffico, e alle rimostranze dell'agente di Polizia al suo ritorno lo aggredì con violenza. Non se ne può più di tanta inciviltà e mancanza di rispetto delle regole del vivere civile.

Kucio

Dom, 16/06/2019 - 17:37

Era appena sbarcato?

Ritratto di giangol

giangol

Dom, 16/06/2019 - 17:41

povera risorsa che scappa dalla guerra per poi finire in un paese fascista e razzista come l'italia

Ritratto di C.L.N.

C.L.N.

Dom, 16/06/2019 - 17:44

Ormai è cronaca quotidiana di episodi come questo: stranieri (spesso senza documenti o con provvedimenti di espulsione mai eseguiti, ecc. ecc.) che danno di matto nelle nostre città creando disordini, paura e che inevitabilmente poi aggrediscono i cittadini inermi (senza motivi apparenti) e i tutori delle forze dell'ordine. Ritengo che sia l'effetto "ITALIA" nel senso che essi si aspettavano di essere giunti nel paradiso terrestre e invece si sono ritrovati in una nazione che ha dei grossi problemi sociali e occupazionali e che, spesso, li schiavizza o li rende facili "prede" di associazioni criminali. Penso che molti di loro tornerebbero volentieri nel loro Paese d'origine dopo aver vissuto sulla loro pelle l'esperienza "ITALIA". Qui non avranno futuro.

Ritratto di mbferno

mbferno

Dom, 16/06/2019 - 17:58

@Hernando45....e perché non 3 o 4 agenti? Sa com'è l'unione fa...la forza.-----:-)

Ritratto di mbferno

mbferno

Dom, 16/06/2019 - 18:01

Questo,come tutti gli altri episodi ormai quotidiani,dimostra che coi selvaggi il dialogo è inutile,si passi orsù alle manganellate!

Ritratto di Azo

Azo

Dom, 16/06/2019 - 18:12

Forse stava cercando il suo cammello e si è arrabbiato perchè non lo trovava??? HA!HA!HA!

Ritratto di moshe

moshe

Dom, 16/06/2019 - 18:22

Gli IDIOTI che prendono sempre le parti di questi maiali stranieri si rendono conto che non passa giorno che ci siano decine di casi in cui gli italiani vengono violentati, rapinati, pestati e ammazzati ?

Ritratto di zanzaratigre

zanzaratigre

Dom, 16/06/2019 - 18:32

".....prendendo a testate la parete divisoria in plexiglass che separa i sedili anteriori da quelli posteriori dell'auto". Consiglio al Capo della Polizia di far installare sulle volanti tutte le pareti divisorie in acciaio tempestare di spuntoni affilatissimi!

Giorgio Rubiu

Dom, 16/06/2019 - 19:02

C'è una guerra da cui scappare,in Tunisia?Non mi risulta!Quindi perché è in Italia senza averne alcun diritto?Legnate sul groppone e riportarlo in Tunisia che vi siano accordi di rimpatrio con quel Paese oppure no.Portarlo al limite delle acque territoriali tunisine, metterlo su un gommoncino con un piccolo motore fuoribordo e miscela solo quanto basta per raggiungere la costa.Motore bloccato in maniera da non poter virare e tentare di tornare in Italia dove non arriverebbe perché finirebbe il carburante molto prima.Vogliamo essere generosi? Tre litri di acqua (razione per un giorno) e un paio di panini con il prosciutto.Se è un musulmano che beve alcolici può anche mangiare la "bestia immonda".Alla faccia della sua religione!

Borbonia

Dom, 16/06/2019 - 19:16

Va' messo in un Campo di Sterminio...

Una-mattina-mi-...

Dom, 16/06/2019 - 19:33

IL PAPA CHIEDERA' SICURAMENTE SCUSA AL TUNISINO PER LA VIOLENZA PERPETRATA NEL FERMARLO

Ritratto di alasnairgi

alasnairgi

Dom, 16/06/2019 - 20:30

...l'africa deve aver svuotato tutti i suoi manicomi oltre che le galere. Matti e delinquenti sono qui , tutti da noi.....

ziobeppe1951

Dom, 16/06/2019 - 21:23

Sicuramente uno degli scarti del barcone dell’umido

Ritratto di primulanonrossa

primulanonrossa

Dom, 16/06/2019 - 22:02

####. ^(*@*)^ soonoo tuutii fraatee e ASSORETE Vero NON ancora Santo genitore 1 o genitore 2( Visto che sei così progressista non ti chiameremo più “padre” ma genitore 1 o genitore 2 , vai a sapere, ma anche sul genitore 1 e 2 ci sarebbe da discutere un bel po’

Ritratto di mailaico

mailaico

Dom, 16/06/2019 - 23:16

Domani grazie al pm donna di rimini sarà rimesso in libertà e verrà invitato pure da jovanotti (zecca rossa di prima categoria!)

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Lun, 17/06/2019 - 07:42

@staminchia - se non se ne può più di tanta inciviltà come sostieni (ma tifi per i lcontrario a quanto sembra) dillo ai tuoi amici clandestini e ai pirlotti comunsiti che glielo hanno permesso. Ci sei anche tu fra costoro?

ricktheram

Lun, 17/06/2019 - 09:13

vedrete questa notizia al tg1.

Giorgio5819

Lun, 17/06/2019 - 09:43

Botte, tante, e alla fine altre botte, tante, fino a quando scapperà dall'Italia con le sue gambe per paura di prenderne ancora !!! Ennesimo esemplare di rifiuto importato dalla sinistra.

Ritratto di tox-23

tox-23

Lun, 17/06/2019 - 10:25

Avevamo proprio bisogno di un immigrato come lui. Mi raccomando quando dopo il processo per direttissima sarà immediatamente liberato, qualcuno gli ricordi che è qui per pagarci le pensioni.

Fjr

Lun, 17/06/2019 - 10:33

Questa notizia fa il paio con l’altra sulle regioni che obbiettano sul DL sicurezza,Rimini quindi Emilia Romagna quindi mandate il sindaco la prossima volta a fronteggiare l’esaltato o altrimenti pieni poteri alle forze dell’ordine e al baluba fate provare cosa vuol dire cavalcare il fulmine,stile miglio verde;)

Ritratto di UnoNessunoCentomila

UnoNessunoCentomila

Lun, 17/06/2019 - 19:15

Ecco che l'ineffabile codesto membro ( staminchia ) si getta anche stavolta nella mischia per difendere l" operato dei suoi beniamini !!