Il rimpianto di Cesare Maldini: "Lo scopone con Pertini dovevo giocarlo io"

Cesare Maldini era il vice di Enzo Bearzot al Mondiale di Spagna del 1982. Di quella spedizione vittoriosa ricordava ogni particolare

Cesare Maldini era il vice di Enzo Bearzot al Mondiale di Spagna del 1982. Di quella spedizione vittoriosa ricordava ogni particolare: "Bearzot mi mandava nelle camere a controllare che dormissero tutti, poi mi costringeva a rimanere fino alle 3 di notte nella reception dell'albergo a preparare le partite". Tanti ricordi esaltanti e un unico rimpianto: "Essere stato tagliato fuori dalla partita a carte col presidente Pertini, in aereo, nel viaggio di ritorno. Mi sono alzato un attimo e quando sono tornato le coppie erano già fatte".

Nel 1980 partì la sua esperienza nelle file azzurre: per sei anni ricoprì il ruolo di vice di Bearzot, quindi dal 1986 assunse la guida della Nazionale Under 21 con la quale si laureò tre volte Campione d'Europa. Nel 1996 la promozione alla Nazionale maggiore, sconfitta ai rigori dalla Francia nel Mondiale1998. In seguito, Maldini rassegnò le dimissioni.